Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Le iene..... Gli effetti della crisi....


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
29 risposte a questa discussione

#1 Morettina

Morettina

    Advanced Member


  • 109 messaggi
  • Iscritto il: 17-novembre 11

Inviato 25 settembre 2013 - 11:20

http://www.video.med...ella-crisi.html



#2 Domenico

Domenico

    Advanced Member


  • 7179 messaggi
  • Iscritto il: 01-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 11:58

Che vergogna!

#3 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 12:07

E' la cosa più importante poichè da questo dipende quasi sempre il "taglio" che si vuole dare ad un reportage...

 

Se l'intuito non mi tradisce, penso di aver già capito il vero scopo dell'operazione...

 

 

Purtroppo l'intuito non mi ha tradito...

 

Bella figura ragazzi....



#4 edinet

edinet

    Advanced Member


  • 148 messaggi
  • Iscritto il: 23-settembre 05

Inviato 25 settembre 2013 - 13:23

una vergogna



#5 jerrydrake

jerrydrake

    Advanced Member


  • 9846 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 14:02

Siamo passati dalla gioia della settimana scorsa nella quale la comunita'italo-moldava gioiva per Vasile ricevuto dal papa a questa umiliazione.
Comunque, premesso che quelli di Mediaset fanno il loro dovere, ma cosa ha a che fare l intervista ed il pensiero di certi personaggi con la crisi economica in Italia?

#6 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 14:15

 ma cosa ha a che fare l intervista ed il pensiero di certi personaggi con la crisi economica in Italia?

 

Basta poi vedere come sono stati ripartiti gli 11 minuti totali del video per capire

 

 

badica, on 30 lug 2013 - 14:14, said:snapback.png

 

 il "taglio" che si vuole dare ad un reportage...

 

 

 

 

 

 

 



#7 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 14:16

 .... quelli di mediaset poi ....

se non hai soldi sei un vecchio porco da prendere in giro, se hai i soldi .... ehhmm .... sei un figo tutti ti votano e diventi pure primo ministro e la lei, invece di fare una penosa comparsata, finisce incensata  sulle copertine di tutti i giornali.

Inoltre la crisi e la povera Moldova non si capisce comunque cosa c'entrino, visto che di quei tipi ce ne sono ovunque nel mondo (italia compresa).

bahhhhh


Messaggio modificato da gilly il 25 settembre 2013 - 14:17


#8 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 14:23

dimenticavo ... per quanto riguarda la parte seria del servizio alla frase "hanno già rimontato dei COMPLICATISSIMI macchinari" sostituire la parola evidenziata con VECCHISSIMI, e si spiega il resto ......



#9 berrou78

berrou78

    Advanced Member


  • 542 messaggi
  • Iscritto il: 26-agosto 05

Inviato 25 settembre 2013 - 16:24

Ragazzi, una sintesi per chi è impossibilitato a vedere il filmato?



#10 Ophelia

Ophelia

    Advanced Member


  • 162 messaggi
  • Iscritto il: 05-giugno 09

Inviato 25 settembre 2013 - 18:35

Ragazzi, una sintesi per chi è impossibilitato a vedere il filmato?

Sostanzialmente, con la scusa di  illustrare gli effetti della crisi italiana, che costringono le imprese a trasferirsi dove tasse e costi di produzione sono inferiori, hanno dipinto la Moldavia con i soliti clichè, quindi come nuova casa di italiani attempati, accompagnati da signorine non proprio disinteressate al denaro... senza voler negare l'esistenza di certe realtà, l'ho trovato eccessivo



#11 Daniele

Daniele

    Corrispondente Moldweb da Bucarest


  • 684 messaggi
  • Iscritto il: 24-aprile 07

Inviato 26 settembre 2013 - 12:41

TECNICHE DI DISINFORMAZIONE
 
I mass media, siano essi la TV o i giornali, non servono a veicolare notizie. Servono in realtà a NON dare le notizie importanti, a manipolare, corrompere e sottomettere le menti degli ascoltatori.
 
Durante questo servizio, hanno cercato di disattivare la nostra mente, mentre ci parlavano del fenomeno crisi che impone alle aziende italiane di trasferirsi in altri paesi, per poi riattivarla su un altro argomento che non centrava nulla con quello di apertura del servizio.
 
La televisione ha il potere di alterare letteralmente la nostra coscienza e deprimere il pensiero critico.
Non a caso, da molti è stata definita la scatola dell'ignoranza proprio per l'immondizia che attraverso di essa ci viene propinata.
Alcuni studi in materia hanno dimostrato che tutto ciò che arriva dalla TV in qualche maniera "bypassa" la mente logica e va a inserirsi direttamente nel subconscio.
In parole più semplici, la TV fa presa più sulle emozioni che sulla logica.
 
Essa serve a fabbricare una coscienza collettiva, un'opinione prefabbricata servendosi di notizie televisive manipolate. La menzogna travestita da verità diventa la verità.
Forse, l'opinione prefabbricata che ha voluto creare questo servizio, è facilmente intuibile da tutti noi.
 
La maggior parte delle persone crede che qualcosa che non è stato riportato dai media semplicemente non esiste.
 
Una copertura massiccia da parte dei media di un evento importante può creare una distrazione sufficiente per deviare l'attenzione della gente da un problema reale. Spostano l'attenzione dal problema principale sperando di creare la giusta confusione che impedisca  di capire la vera notizia.
 
CAMBIO DI ARGOMENTO: Una delle tattiche psicologiche più comuni e utilizzate dai media. Un modo di deviare la discussione con commenti caustici o controversi nella speranza di spostare l'attenzione su un argomento nuovo e più gestibile. Questa tecnica funziona particolarmente bene allo scopo di evitare che si affrontino problemi chiave. Distogliendo l'attenzione da problemi delicati, creando notizie più importanti (presentandole come se lo fossero davvero) per distrarre la gente.
 
Quanto è andato in onda quindi, a mio parere è il classico esempio di TV spazzatura. Un servizio vergognoso che ha visto come protagonisti anche uomini sposati che a mio parere "molto stranamente" si sono resi disponibili per andare in televisione correndo il rischio di essere visti e sentiti dai loro famigliari in Italia.


#12 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 26 settembre 2013 - 12:54

Secondo me è stato un teatrino di prezzolati, qualcuno di voi che vive in moldova li conosce?????


 
Quanto è andato in onda quindi, a mio parere è il classico esempio di TV spazzatura. Un servizio vergognoso che ha visto come protagonisti anche uomini sposati che a mio parere "molto stranamente" si sono resi disponibili per andare in televisione correndo il rischio di essere visti e sentiti dai loro famigliari in Italia.

 

 



#13 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 26 settembre 2013 - 13:52

ma suvvia ....

prima di tutto si tratta delle Iene , mica del TG1

poi se le seguite già sapete che Lucci , l'inviato ,
fa tutti i servizi così , prendendo per il culo i suoi soggetti
ma tutti tutti , siano potenti o meno , sia noti o ignoti

E poi , a voler ben vedere
sappiamo tutti che non si è inventato nulla

anzi

ha trovato anche il tempo di farci vedere alcune coppie normali
come il ristoratore e l'architetta
il piazzaiolo e la futura madre di suo figlio
lo sgambato sul divano e la biondina .

MA sembra che voi vogliate vedere solo il pallonaro
bagnino romagnolo in disarmo
e lo "scilipoti"
in versione moldava .

Egregio Daniele ,
tu sai bene che un equivalente servizio del genere
si poteva comodamente fare anche dalle tue parti
o in Bulgaria
o in Ungheria
o in Ucraina ecc ecc ecc

ma in quel caso
ci avrebbe lasciato del tutto indifferenti

Non è quindi altrettanto ipocrita
sdegnarsi solo quando ad essere sbeffeggiati
sono i nostri di interessi ?


Ps
personalmente
mi fece molto + incazzare il servizio delle iene
con pelazza se ricordo bene
sulla Transnistria
del tutto artefatto e pretestuoso

Messaggio modificato da Rick il 26 settembre 2013 - 14:00


#14 Daniele

Daniele

    Corrispondente Moldweb da Bucarest


  • 684 messaggi
  • Iscritto il: 24-aprile 07

Inviato 26 settembre 2013 - 17:30

Egregio Daniele ,
tu sai bene che un equivalente servizio del genere
si poteva comodamente fare anche dalle tue parti
o in Bulgaria
o in Ungheria
o in Ucraina ecc ecc ecc

ma in quel caso
ci avrebbe lasciato del tutto indifferenti

Non è quindi altrettanto ipocrita
sdegnarsi solo quando ad essere sbeffeggiati
sono i nostri di interessi ?


Ps
personalmente
mi fece molto + incazzare il servizio delle iene
con pelazza se ricordo bene
sulla Transnistria
del tutto artefatto e pretestuoso


Egregio???
Non esagerare...basta e avanza chiamarmi per nome  :) 
Rick, ho raggiunto un eta dove le opinioni altrui, maggiormente quando sono poco meditate, dettate da pregiudizi o peggio ancora nascondono doppi fini, non mi sfiorano più, neanche di striscio.
Forse hai frainteso i miei contenuti, quello che volevo evidenziare è che mi sarei indignato allo stesso modo se avessero realizzato un identico servizio rivolto a qualsiasi altro paese.
Non mi ha infastidito il veder denigrata la Moldova e la sua gente perché questo ha leso un mio interesse personale. Mi ha sdegnato la "tecnica di disinformazione" che hanno utilizzato per realizzare il servizio spostando cosi l'attenzione dello spettatore da un problema esistente a una mera stronzata.
 



#15 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 26 settembre 2013 - 18:04

MA , se ho capito bene , questa volta

sono stati in MD non tanto

per proseguire il capitolo "effetti della crisi"

ma per parlare esattamente di quel che hanno poi parlato

per dirla come amava dire Nikita

degli "imprenditori con il trattino" .

Messaggio modificato da Rick il 26 settembre 2013 - 18:04


#16 VincentHanna

VincentHanna

    Advanced Member


  • 1410 messaggi
  • Iscritto il: 24-novembre 10

Inviato 26 settembre 2013 - 18:39

ci sono i fattori e c'è il fenomeno 

 

ci sono gli attori e c'è la trama 

 

e a noi la parte degli spettatori :)

 

 

vergogna da tutte e due le parti e comunque se n'è visto di peggio 

 

 

e non è questione di taglio del reportage ma di ciò che il pubblico vuole guardare e sparlare senza usare la propria testa le proprie idee 

 

la televisione è un male non fosse per i documentari, i film e qualche evento sportivo, il resto è noia e perdita di tempo 



#17 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 27 settembre 2013 - 08:01


 

la televisione è un male non fosse per i documentari, i film e qualche evento sportivo, il resto è noia e perdita di tempo 

 

Sante parole



#18 Daniele

Daniele

    Corrispondente Moldweb da Bucarest


  • 684 messaggi
  • Iscritto il: 24-aprile 07

Inviato 27 settembre 2013 - 10:45

 

la televisione è un male non fosse per i documentari, i film e qualche evento sportivo, il resto è noia e perdita di tempo 

 

In minima parte è come dici, ma solo in minima parte.
Anche alcuni documentari e film devono essere presi con attenzione.
Come gia detto, è attraverso i media che si effettua la corruzione delle idee e uno di questi che è riuscito a conquistare un posto di primo livello è la TV chiamata da alcuni anche "il terzo genitore".
 
In alcuni programmi televisivi (inclusi alcuni documentari o film) la trappola è proprio dietro l'angolo.
Spesso, dietro a una banale sceneggiatura o a un reportage si nasconde proprio l'intento di plasmare o formare l'opinione pubblica riguardo un determinato argomento.
 
Il cinema e Hollywood fungono da base per il progetto di lavaggio del cervello su grande scala e per la diffusione della nuova cultura mondiale.
In questo modo, alcuni programmi di intrattenimento, la musica, i cartoni animati e numerosi videogame costituiscono dei veri vettori di manipolazione.
 
La televisione, nel corso degli anni, è passata dall'essere considerata uno strumento di informazione e di intrattenimento nel tempo libero all'essere trasformata in un vero e proprio educatore di bambini e modello per gli adulti, divenendo uno strumento umanizzato, al punto da rappresentare una vera e propria compagnia virtuale, talvolta preferita in parte o in tutto a quella reale. In tal modo, i due propositi tradizionali della televisione, quello di informare e di intrattenere, sono stati amplificati fino al punto da giungere alla creazione di due atteggiamenti piuttosto diffusi:
il primo, secondo il quale quello che è detto in televisione assume il valore di realtà assoluta, incontestabile e inopinabile;
il secondo, per il quale si è creata un'equazione tempo libero=uso dei mezzi di comunicazione di massa, fra i quali la televisione ha sempre un posto in prima fila.
 
La realtà televisiva ha cominciato a produrre dei veri e propri modelli di vita che sono diventati esempi da imitare, non solo per i bambini e per gli adolescenti, sempre più spesso educati e cresciuti dalla TV-genitore, ma anche per gli adulti, sempre più conquistati dai personaggi che spiccano nelle telenovele, nei film d'azione e nei varietà. La mancanza di modelli reali ha lasciato spazio al consumo di modelli televisivi, con cui identificarsi e di cui studiare approfonditamente, per ore ed ore, gli schemi comportamentali da interiorizzare e da riprodurre.
 
Di seguito riporto alcune citazioni di certo spessore:
 
«L'attrazione più potente a cui puoi fare ricorso è quella emotiva. Se riesci a far fluire le loro emozioni, facendogli dimenticare la logica, li hai beccati. Ad MTV, non bersagliamo i quattordicenni, li abbiamo in pugno»!
BOB PITTMAN , fondatore di MTV
(«MTV is Rock Around the Clock», in Philadelphia Inquirer, del 3 novem bre 1982).
 
«Come genitore di cinque figli non ho bisogno di esperti che mi dicano che tutta la violenza che c'è nella televisione dei giorni nostri può nuocere ai bambini. La violenza in televisione è il fattore maggiore che contribuisce alla violenza in America»!
Ted Turner, fondatore della rete televisiva CNN
 
«Sai che siamo influenzati da tutto quello che ci circonda. Certi film violenti ci influenzano, i programmi televisivi ci influenzano. Più la famiglia è debole, più i figli sono influenzabili.
I problemi familiari nelle nostre città sono catastrofici, quando fai vedere programmi violenti a persone che non hanno avuto tanto amore, che sono comunque arrabbiate, è come gettare benzina sul fuoco».
Ted Turner, fondatore della rete televisiva CNN
 
«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato».
Steven Spielberg, regista
 
«La violenza nei film è come mangiare il sale: più ne mangi, più hai bisogno di mangiarne per sentirne il sapore. La gente sta diventando immune ai suoi effetti. La conta dei morti si è quadruplicata e gli spettatori sono diventati insensibili. Si è sviluppata in loro un'insaziabilità per le sensazioni cruente».
Alan J. Pakula (1928-1998), regista.
 
«La televisione è diventata una delle forze più distruttive nella nostra società. Chiedimi cosa penso della violenza e ti risponderò che è stata la televisione a causarla. La televisione distrugge i sogni»!
Jerry Lewis, attore comico.
 
«(Il wrestling) sta diventando come l'antica Roma, perché più ne dai (al pubblico) più loro ne vogliono. Una volta abituati al sangue, vogliono solo quello. Diventa una forma di frenesia. E questo è folle. É assolutamente una pazzia. Quello che le scimmie vedono poi lo fanno, credetemi».
Sid Caesar, attore, personaggio televisivo e musicista.


#19 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 27 settembre 2013 - 13:32

 

In minima parte è come dici, ma solo in minima parte.
Anche alcuni documentari e film devono essere presi con attenzione.
Come gia detto, è attraverso i media che si effettua la corruzione delle idee e uno di questi che è riuscito a conquistare un posto di primo livello è la TV chiamata da alcuni anche "il terzo genitore".
 
In alcuni programmi televisivi (inclusi alcuni documentari o film) la trappola è proprio dietro l'angolo.
Spesso, dietro a una banale sceneggiatura o a un reportage si nasconde proprio l'intento di plasmare o formare l'opinione pubblica riguardo un determinato argomento.
 
Il cinema e Hollywood fungono da base per il progetto di lavaggio del cervello su grande scala e per la diffusione della nuova cultura mondiale.
In questo modo, alcuni programmi di intrattenimento, la musica, i cartoni animati e numerosi videogame costituiscono dei veri vettori di manipolazione.
 
La televisione, nel corso degli anni, è passata dall'essere considerata uno strumento di informazione e di intrattenimento nel tempo libero all'essere trasformata in un vero e proprio educatore di bambini e modello per gli adulti, divenendo uno strumento umanizzato, al punto da rappresentare una vera e propria compagnia virtuale, talvolta preferita in parte o in tutto a quella reale. In tal modo, i due propositi tradizionali della televisione, quello di informare e di intrattenere, sono stati amplificati fino al punto da giungere alla creazione di due atteggiamenti piuttosto diffusi:
il primo, secondo il quale quello che è detto in televisione assume il valore di realtà assoluta, incontestabile e inopinabile;
il secondo, per il quale si è creata un'equazione tempo libero=uso dei mezzi di comunicazione di massa, fra i quali la televisione ha sempre un posto in prima fila.
 
La realtà televisiva ha cominciato a produrre dei veri e propri modelli di vita che sono diventati esempi da imitare, non solo per i bambini e per gli adolescenti, sempre più spesso educati e cresciuti dalla TV-genitore, ma anche per gli adulti, sempre più conquistati dai personaggi che spiccano nelle telenovele, nei film d'azione e nei varietà. La mancanza di modelli reali ha lasciato spazio al consumo di modelli televisivi, con cui identificarsi e di cui studiare approfonditamente, per ore ed ore, gli schemi comportamentali da interiorizzare e da riprodurre.
 
Di seguito riporto alcune citazioni di certo spessore:
 
«L'attrazione più potente a cui puoi fare ricorso è quella emotiva. Se riesci a far fluire le loro emozioni, facendogli dimenticare la logica, li hai beccati. Ad MTV, non bersagliamo i quattordicenni, li abbiamo in pugno»!
BOB PITTMAN , fondatore di MTV
(«MTV is Rock Around the Clock», in Philadelphia Inquirer, del 3 novem bre 1982).
 
«Come genitore di cinque figli non ho bisogno di esperti che mi dicano che tutta la violenza che c'è nella televisione dei giorni nostri può nuocere ai bambini. La violenza in televisione è il fattore maggiore che contribuisce alla violenza in America»!
Ted Turner, fondatore della rete televisiva CNN
 
«Sai che siamo influenzati da tutto quello che ci circonda. Certi film violenti ci influenzano, i programmi televisivi ci influenzano. Più la famiglia è debole, più i figli sono influenzabili.
I problemi familiari nelle nostre città sono catastrofici, quando fai vedere programmi violenti a persone che non hanno avuto tanto amore, che sono comunque arrabbiate, è come gettare benzina sul fuoco».
Ted Turner, fondatore della rete televisiva CNN
 
«Tutto nei film è manipolazione. Quando entri al cinema, compri un biglietto per essere manipolato. L'intero processo consiste nel manipolare qualcuno che non lo era, finché è entrato nel cinema ed è stato manipolato».
Steven Spielberg, regista
 
«La violenza nei film è come mangiare il sale: più ne mangi, più hai bisogno di mangiarne per sentirne il sapore. La gente sta diventando immune ai suoi effetti. La conta dei morti si è quadruplicata e gli spettatori sono diventati insensibili. Si è sviluppata in loro un'insaziabilità per le sensazioni cruente».
Alan J. Pakula (1928-1998), regista.
 
«La televisione è diventata una delle forze più distruttive nella nostra società. Chiedimi cosa penso della violenza e ti risponderò che è stata la televisione a causarla. La televisione distrugge i sogni»!
Jerry Lewis, attore comico.
 
«(Il wrestling) sta diventando come l'antica Roma, perché più ne dai (al pubblico) più loro ne vogliono. Una volta abituati al sangue, vogliono solo quello. Diventa una forma di frenesia. E questo è folle. É assolutamente una pazzia. Quello che le scimmie vedono poi lo fanno, credetemi».
Sid Caesar, attore, personaggio televisivo e musicista.

 

Che non siano rose e fiori vabbè, ma questo è un pò troppo.

Non mi sembra che prima della tv e del cinema ci fosse amore e pace nel mondo ..... è da quando esistiamo che ci tiriamo le clave in testa. Ne ai tempi dei gladiatori vi era la tv a manipolare menti ...

Adesso, ai tempi di you tube e social anche MTV non ha più in pugno i 14enni (infatti la frase è dell'82). Quanto al sangue nel wrestling poi ..... mi scappa da ridere non se ne vede una goccia da quanto sono bravi attori.


Messaggio modificato da gilly il 27 settembre 2013 - 13:35


#20 VincentHanna

VincentHanna

    Advanced Member


  • 1410 messaggi
  • Iscritto il: 24-novembre 10

Inviato 27 settembre 2013 - 17:10

Daniele, quello che dici hai ragione 

 

ma io nel dire o meglio scrivere quell'ultima frase intendevo dare un ruolo alla televisione, che può avere effetti positivi avendo come base il documentario, il film, il telegiornale ed eventi di una certa importanza (sport, concerti)

 

se devi criticare anche i pochi scelti per dare una certa rilevanza alla televisione per i film avremo solo Robert Bresson e per il documentario le riprese degli automobilisti russi :)

 

poiché la tv senza la pubblicità muore quello che si vive oggi è la normalità e forse va bene così


Messaggio modificato da VincentHanna il 27 settembre 2013 - 17:11