Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto
- - - - -

Transnistria: tutti pro e nessun contro.


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
51 risposte a questa discussione

#1 nara_stabbocchi

nara_stabbocchi

    Newbie


  • 6 messaggi
  • Iscritto il: 23-aprile 13

Inviato 16 maggio 2013 - 17:56

Giunti a Chisinau il 6 Maggio, dopo un primo sopralluogo nella capitale ed una scampagnata a Soroca, decidiamo -il mio compagno di viaggi ed io- di partire per Tiraspol proprio nel giorno del 9 Mai [ziua liberatiae se non erro] per partecipare alla sfilata e poter godere dell'atmosfera di sentita festa nell'ultimo "zoccolo duro" dell'Ex CCCP. Partiti da Gara Centrale a Chisinau, con un biglietto dal costo di 29 lei regolarmente acquistato presso la biglietteria, ci apprestiamo a partire, dopo aver compilato attentamente il documento per l'immigrazione. Senza sapere mezza parola di Russo né di Romeno-Moldavo, in un paio d'ore, eccoci dunque arrivati a destinazione, senza l'ombra della benché minima preoccupazione o problematica. Cosa dire dunque a tutti coloro che fino al giorno prima di partire ci hanno sconsigliato la trasferta o, comunque, messo in guardia da essa (moldavi ed ambasciata compresi)... Sicuramente, se ci fossimo fatti influenzare dai loro giudizi astratti -o pregiudizi-, ci saremmo persi, innanzitutto, una gioiosa festa in piazza, ma, soprattutto, un abbondante piatto di Carbonara a casa di alcune studentesse che ci hanno gentilmente invitato, conosciute proprio lì, per strada, nel tentativo di rimediare una T-Shirt " I <3 Tiraspol" di cui il mio collega s'è innamorato a prima vista...

 

Allega File  IMG_20130509_124856.jpg   82K   38 Numero di downloads

 

 

Peste colga tutti i diffusori di pregiudizi e luoghi comuni!



#2 Domenico

Domenico

    Advanced Member


  • 7179 messaggi
  • Iscritto il: 01-agosto 05

Inviato 16 maggio 2013 - 19:52

Perchè hai "mascherato" solo la tua faccia e non anche quelle delle ragazze?  :smileys_it_443:



#3 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 16 maggio 2013 - 21:00

Giunti a Chisinau il 6 Maggio, dopo un primo sopralluogo nella capitale ed una scampagnata a Soroca, decidiamo -il mio compagno di viaggi ed io- di partire per Tiraspol proprio nel giorno del 9 Mai [ziua liberatiae se non erro] per partecipare alla sfilata e poter godere dell'atmosfera di sentita festa nell'ultimo "zoccolo duro" dell'Ex CCCP. Partiti da Gara Centrale a Chisinau, con un biglietto dal costo di 29 lei regolarmente acquistato presso la biglietteria, ci apprestiamo a partire, dopo aver compilato attentamente il documento per l'immigrazione. Senza sapere mezza parola di Russo né di Romeno-Moldavo, in un paio d'ore, eccoci dunque arrivati a destinazione, senza l'ombra della benché minima preoccupazione o problematica. Cosa dire dunque a tutti coloro che fino al giorno prima di partire ci hanno sconsigliato la trasferta o, comunque, messo in guardia da essa (moldavi ed ambasciata compresi)... Sicuramente, se ci fossimo fatti influenzare dai loro giudizi astratti -o pregiudizi-, ci saremmo persi, innanzitutto, una gioiosa festa in piazza, ma, soprattutto, un abbondante piatto di Carbonara a casa di alcune studentesse che ci hanno gentilmente invitato, conosciute proprio lì, per strada, nel tentativo di rimediare una T-Shirt " I <3 Tiraspol" di cui il mio collega s'è innamorato a prima vista...

 

attachicon.gifIMG_20130509_124856.jpg

 

 

Peste colga tutti i diffusori di pregiudizi e luoghi comuni!

 

 

io per prassi diffido di chi parla solo bene o solo male di un paese, perchè a rifletterci bene dovunque vai c'è sempre qualcosa che stona tra le tante cose che appaiono intonate.

 

Comunque il tuo è il primo osanna totale per la Trans...ma  troppi elogi possono sortire l'effetto contrario.

 

Ho scritto questo un anno fa sul mio testo Transnistria:

 

 

La popolazione giovane è alla  ricerca di espatrio, e l’economia trae profitto dalle rimesse degli emigrati come nella vicina Moldova. Ma ciò che ha del miracolistico, nonostante le carenze strutturali, la condizione d’isolamento in cui è stato lasciato il paese, i cattivi rapporti con Chisinau, e le stesse provocazioni della ‘vicina’ Mosca funzionali al suo progetto politico di soluzione del conflitto dnistriano, Tiraspol ha saputo stringere i denti e guardare avanti. Se questo è avvenuto, e questa è una prima valutazione, bisogna dar merito a questo popolo, isolato da ogni contesto ma sempre determinato e fiero, sull'orlo del tracollo finanziario ma sempre reattivo, calpestato ma mai vinto.

 

 

Questo dovrebbe far meditare parecchia altra gente.perchè ancora permangono pregiudizi e luoghi comuni come tu hai scritto....semplicemente per pura e semplice, cafonica ignoranza.



#4 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 17 maggio 2013 - 10:00

a parte le impressioni del singolo

 

per forza di cose soggettive

 

mi duole registrare il dato oggettivo , consolidato , ripetuto nel tempo

 

del generalizzato ostracismo da parte della popolazione moldava nei confronti della PMR

 

fatto come sempre di calunnie , pregiudizi e pressapochismo .

 

 

 

Buona parte

 

della negativa fama di cui gode la PMR

 

dipende da costoro


Messaggio modificato da Rick il 17 maggio 2013 - 10:00


#5 nara_stabbocchi

nara_stabbocchi

    Newbie


  • 6 messaggi
  • Iscritto il: 23-aprile 13

Inviato 17 maggio 2013 - 10:23

L'unico vero osanna della mia "relazione" si leva al cielo per la splendida giornata spesa là, alla faccia di chi persiste a pontificare su situazioni e luoghi che, a quanto pare, non ha mai vissuto.



#6 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 17 maggio 2013 - 12:41

L'unico vero osanna della mia "relazione" si leva al cielo per la splendida giornata spesa là, alla faccia di chi persiste a pontificare su situazioni e luoghi che, a quanto pare, non ha mai vissuto.

 

non potevi trovare un sostenitore migliore del sottoscritto il quale  ci vive in Transnistria.....e tu come me hai fatto una riflessione semplice e concreta.

 

Per valutare e dare i voti ad una qualsiasi realtà, bisogna spostarsi, vivere là e metterci la faccia, abbandonando la scrivania e il pregiudizio..e la conclusione è che se dopo averci provato, ami ritornarci, questo significa che valeva la pena provarci. Tra l'altro, per me star lontano dalla Trans, mi crea sempre più problemi perchè la' ho molti interessi, alla faccia dei pontificatori, maldicenti e detrattori.....molti dei quali come obietta Rick, sono a due passi dal confine che hai da poco attraversato....e che pensano alla mors tua, vita mea.

 

Quindi, io ho voluto solo stuzzicare le tue convinzioni.

Il tuo giudizio è utile per avvicinare il mondo a questa 'realtà' che vive da 23 anni.......e guai in Moldova usare il termine repubblica per connotare questa 'realtà'



#7 VincentHanna

VincentHanna

    Advanced Member


  • 1410 messaggi
  • Iscritto il: 24-novembre 10

Inviato 17 maggio 2013 - 21:50

colpa di lilin, maledetto urka siberiano (?) :diablo: :D



#8 Böhm-Ermolli

Böhm-Ermolli

    Member


  • 23 messaggi
  • Iscritto il: 23-maggio 13

Inviato 23 maggio 2013 - 20:30

ciao a tutte/tutti…

sono nuovo e mi chiamo Massimo, dal Piemonte;

mi sono registrato oggi anche se ho scoperto questo ottimo forum già da una ventina di giorni e ho letto molti commenti in vari topics, trovandoli (in genere) molto interessanti e istruttivi

come è chiaro, dato l’argomento del forum, sono interessato alla Moldova (e alla Pridnestrov’e) , in primis alla storia, alla cultura e perché no anche alla politica (per quanto non entusiasmante neppure là :) )

vorrei incominciare, se non disturbo, a farvi una domanda sulla Pridnestrov’e/Transnistria, in quanto ho visto che ci sono molti che ci vivono o comunque che la conoscono bene (mi sovvengono, al momento, giobruno che mi pare stia a Bender/Tighina ed i cui interventi ho letto in questi giorni con passione, poi Rick, che ha una buona conoscenza storica e di cui egualmente ho letto con profondo interesse i commenti..ma ce ne sono di sicuro altri, che spero mi scusino per averli obliati :) )

orbene, che la PMR abbia tre lingue ufficiali è noto (Pridnestrovskaja Moldavskaja Respublika; Prydnistrovs’ka Moldavs’ka Respublika; Republica Moldovenească Nistreană o RMN); quale è la diffusione attuale della lingua “moldava” (tuttora in caratteri cirillici, come in tutta la Moldova sino allo “ziua limbii” del 31/8/1989) ? è ancora parlata abitualmente, almeno in certe zone, o è di fatto estinta ? e la lingua ucraina ? sta lì per figura, come immagino (nella stessa Ucraina, al sud e all’est è poco usata) o, in certi ambiti, è utilizzata ?

grazie in anticipo, se vorrete rispondermi…



#9 Böhm-Ermolli

Böhm-Ermolli

    Member


  • 23 messaggi
  • Iscritto il: 23-maggio 13

Inviato 23 maggio 2013 - 20:48

P.S

se non sbaglio, all'epoca dell'ultimo censimento sovietico (1989) nella futura PMR/RMN c'erano circa 39, 5 % di moldavi (contro il 64, 5 % di moldavi nell'intera RSSM) che nel 2004 erano già scesi al 31 % (più o meno la percentuale della RASSM 1924-1940, in un certo senso "antenato diretto" dell'attuale Pridnestrov'e, ove nel 1926 c'erano 30, 1 % di moldavi, anche se si estendeva molto più in là, fino a Balta, in aree del tutto ucrainofone, o comunque russofone)...ciò però vuol dire poco perché in RM attualmente ci sono almeno il 75 % di moldavi eppure il "moldavo" lo parlerà abitualmente il 35-40 %, forse molto meno :MD:



#10 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 23 maggio 2013 - 22:59

Ciao Bohm e benvenuto !

l'hai già detto tu

Se l'ucraino lo parlano in pochi anche oltre confine
quanto potrà mai esserlo in PMR ?

Ma la lingua
non è il solo elemento che possa distinguere e determinare una appartenenza etnica
anzi
spesso è del tutto fuorviante se analizzata con queste finalità !

Quanti scozzesi o irlandesi o emigrati negli usa parlano il solo inglese ?
Quanti nord africani parlano il solo arabo ?
Quanti indios sudamericani parlano il solo spagnolo ?
Quanti asiatici parlano il solo russo ?

Quindi
al di la della lingua parlata abitualmente
si può mantenere un profondo legame con la propria etnia d'origine
anche in modi diversi

E più o meno così accade in PMR
ove il legame con l'ucraina è mantenuto vivo da stretti rapporti di interscambio oltre checommerciale
anche culturale
da corsie preferenziali per l'iscrizione alle università o per l'ottenimento di borse di studio

Nella stessa universita' della PMR ad esempio
esistono numerosi corsi in lingua ucraina
spesso sponsorizzati dallo stesso stato ucraino

Venendo al popolo ,
spesso troverai in Pmr così come in MD a nord del Chisinaustan
gente che parla uno strano dialetto

fatto di una buona parte di ucraino con spezziature di moldavo e russo

Ad orecchio suona come il russo ma è più ruvido ,
meno . . . "scivoloso"

Questa lingua non codificata e riconosciuta
prende il nome di .... Cakli , o come diavolo si scrive .

Messaggio modificato da Rick il 23 maggio 2013 - 23:14


#11 Böhm-Ermolli

Böhm-Ermolli

    Member


  • 23 messaggi
  • Iscritto il: 23-maggio 13

Inviato 23 maggio 2013 - 23:12

l'hai già detto tu

Se l'ucraino lo parlano in pochi anche oltre confine
quanto potrà mai esserlo io PMR ?

Ma la lingua
non è il solo elemento che possa distinguere e determinare una determinanta appartenenza etnica
anzi
spesso è del tutto fuorviante se analizzata con queste finalità !
Quanti scozzesi o irlandesi o emigrati negli usa parlano il solo inglese ?
Quanti nord africani parlano il solo arabo ?
Quanti indios sudamericani parlano il solo spagnolo ?
Quanti asiatici parlano il solo russo ?

Quindi
al di la della lingua parlata abitualmente
si può mantenere un profondo legame con la propria etnia d'origine anche in modi diversi

E più o meno così accade in PMR
ove il legame con l'ucraina è mantenuto vivo da stretti rapporti di interscambio culturale
da corsi preferenziali per l'iscrizione alle università o per l'ottenimento di borse di studio
Nell'universita' della PMR ad esempio
esistono numerosi corsi in lingua ucraina spesso sponsorizzati dallo stesso stato ucraino

Venendo al popolo , spesso troverai in Pmr così come io MD a nord del Chisinaustan
Gente che parla uno strano dialetto
fatto di una buona parte di ucraino con spezziature di moldavo e russo
Ad orecchio suona come il russo ma è più ruvido , meno . . . "scivoloso"
Questa lingua non codificata prende il nome di Cakli , o come diavolo si scrive .

 

 

 

grazie per la risposta...

buona notte !



#12 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 23 maggio 2013 - 23:45

P.S

se non sbaglio, all'epoca dell'ultimo censimento sovietico (1989) nella futura PMR/RMN c'erano circa 39, 5 % di moldavi (contro il 64, 5 % di moldavi nell'intera RSSM) che nel 2004 erano già scesi al 31 % (più o meno la percentuale della RASSM 1924-1940, in un certo senso "antenato diretto" dell'attuale Pridnestrov'e, ove nel 1926 c'erano 30, 1 % di moldavi, anche se si estendeva molto più in là, fino a Balta, in aree del tutto ucrainofone, o comunque russofone)...ciò però vuol dire poco perché in RM attualmente ci sono almeno il 75 % di moldavi eppure il "moldavo" lo parlerà abitualmente il 35-40 %, forse molto meno :MD:

 

felice di leggerti Bohm. Dimostri di essere documentato sui problemi linguistici in terra moldava.

Rick ti ha già risposto in modo adeguato.

 

Pur vivendo a Bender come tu hai ben sottolineato, comincio  a conoscere un po' tutta la Moldova oltre alla PMR. Nella tua analisi introduttiva hai parlato  di problemi linguistici e di censimenti. Otre ai moldavi, russi, ucraini dovremmo includere anche minoranze importanti come i gagauzi (il loro territorio è un'enclave nella Repubblica di Moldova) a sud del terrritorio e i bulgari che assieme ad altre etnie costituiscono l'8-10% della popolazione..

La lingua più parlata è il russo  e anche i gagauzi, pur essendo turchi (e ortodossi), e gli stessi bulgari si esprimono e sbrigano i loro affari prevalentemente in lingua russa.

 

Se vogliamo parlare della PMR e della sua popolazione che nel 2004 era (comprendendo Bender) più o meno 550.000 unità (circa la popolazione della nostra Genova), dopo 15 anni,  rispetto al censimento del 1989,gli ucraini mantengono più' o meno la stessa percentuale (28-29%) , i russi avanzano nelle presenze (30%) a scapito dei moldavi che perdono 8 punti percentuali (passando dal 40% nel 1989 al 32 % nel 2004). La lettura di questi dati ci dice che la PMR si sta russificando,  che la vicina Ucraina è molto 'piu' vicina' alla PMR per tradizioni, cultura e mentalità di quanto non lo sia la Moldova, e che dopo la rielezione di un presidente filorusso in Ucraina, l'Ucraina siè riavvicinata alla Russia, dopo la parentesi della rivoluzione 'arancione' di qualche anno fa.

 

Quanto alla purezza di ogni singolo idioma, io penso che la compresenza di lingue diverse nello stesso paese abbia prodotto delle prevedibili contaminazioni,......  in PMR è ufficiale la lingua russa,  ben si tollera l'ucraino (lingua dello stesso ceppo) ma mal si tollera il moldavo (nel senso che in pubblico se ne fa un uso sempre minore)  soprattutto tra i giovani .

 

Stammi bene e fatti sentire



#13 Böhm-Ermolli

Böhm-Ermolli

    Member


  • 23 messaggi
  • Iscritto il: 23-maggio 13

Inviato 24 maggio 2013 - 00:18

felice di leggerti Bohm. Dimostri di essere documentato sui problemi linguistici in terra moldava.

Rick ti ha già risposto in modo adeguato.

 

Pur vivendo a Bender come tu hai ben sottolineato, comincio  a conoscere un po' tutta la Moldova oltre alla PMR. Nella tua analisi introduttiva hai parlato  di problemi linguistici e di censimenti. Otre ai moldavi, russi, ucraini dovremmo includere anche minoranze importanti come i gagauzi (il loro territorio è un'enclave nella Repubblica di Moldova) a sud del terrritorio e i bulgari che assieme ad altre etnie costituiscono l'8-10% della popolazione..

La lingua più parlata è il russo  e anche i gagauzi, pur essendo turchi (e ortodossi), e gli stessi bulgari si esprimono e sbrigano i loro affari prevalentemente in lingua russa.

 

Se vogliamo parlare della PMR e della sua popolazione che nel 2004 era (comprendendo Bender) più o meno 550.000 unità (circa la popolazione della nostra Genova), dopo 15 anni,  rispetto al censimento del 1989,gli ucraini mantengono più' o meno la stessa percentuale (28-29%) , i russi avanzano nelle presenze (30%) a scapito dei moldavi che perdono 8 punti percentuali (passando dal 40% nel 1989 al 32 % nel 2004). La lettura di questi dati ci dice che la PMR si sta russificando,  che la vicina Ucraina è molto 'piu' vicina' alla PMR per tradizioni, cultura e mentalità di quanto non lo sia la Moldova, e che dopo la rielezione di un presidente filorusso in Ucraina, l'Ucraina siè riavvicinata alla Russia, dopo la parentesi della rivoluzione 'arancione' di qualche anno fa.

 

Quanto alla purezza di ogni singolo idioma, io penso che la compresenza di lingue diverse nello stesso paese abbia prodotto delle prevedibili contaminazioni,......  in PMR è ufficiale la lingua russa,  ben si tollera l'ucraino (lingua dello stesso ceppo) ma mal si tollera il moldavo (nel senso che in pubblico se ne fa un uso sempre minore)  soprattutto tra i giovani .

 

Stammi bene e fatti sentire

 

 

 

 

ti ringrazio molto per la tua risposta...sarà un vero piacere continuare con te, e gli altri, queste discussioni !

i bulgari, se non mi confondo, non vivono soprattutto nel sud della MD (non lungi dai turcofoni gagauzi del Gagauz Yeri) presso Părcani e Taraclia ? ed è possibile che siano discendenti di bulgari sfuggiti dalla Bulgaria ottomana per trovare maggior libertà nell’Impero Russo ? (dunque, dopo la pace di Bucarest del 28/5/1812 n.s con cui la Russia acquisì la Bessarabia ma prima della liberazione della Bulgaria dal giogo ottomano, grazie ai russi, nel 1878 perché altrimenti l’emigrazione, ammettendo tale ipotesi, non avrebbe avuto più senso)

So che in passato c’erano nella vecchia Bessarabia pure molti tedeschi (presumo emigrati dal 1812 al 1870, prima dell’unificazione tedesca, comunque) ma credo che siano stati evacuati tutti, o quasi, nel 1940 (accordo di rimpatrio del Reich con l’URSS del 5/9/1940, subito dopo l’annnessione sovietica della Bessarabia romena) e definitivamente nel 1944 (altri tedeschi c’erano pure fra Dnestr/Nistru e Bug/Buh, e financo in Crimea, ma questi so per certo che furono evacuati nel Reich nel 1944, poco prima della caduta della Crimea nel maggio 1944)

Ciao e buona notte !

 



#14 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 24 maggio 2013 - 12:29

giustappunto scrivevo tempo fa

Oddio ... si fa presto a dire "turchi"

che in se e per se non significa poi molto

se non l'appartenenza ad un gruppo linguistico , quello delle lingue altaiche

mentre qui da noi è totalmente frainteso

definendo invece una provenienza geografica .


Sarebbe come dire .... che so , "latini" come se fossero tutti "laziali" .


In realta i gagauzi sono parte di una delle tante tribù turcofone

che si espansero a seguito delle ionvasioni mongole verso occidente ,

ovvero i bulgari del volga

che vengono spesso definiti , erroneamente , tatari .


Va a tal fine ricordato che non a caso i Gagauzi sono numerosi anche nel Budjac

ovvero quella parte a sud della rep di MD che ci si ostina a chiamare "Moldova storica"

e che in realta fu a lungo dominio dei tatari e dei bulgari

Ne parlai da qualche parte , ora vedo se lo trovo .



#15 nara_stabbocchi

nara_stabbocchi

    Newbie


  • 6 messaggi
  • Iscritto il: 23-aprile 13

Inviato 19 giugno 2013 - 18:26

non potevi trovare un sostenitore migliore del sottoscritto il quale  ci vive in Transnistria.....e tu come me hai fatto una riflessione semplice e concreta.

 

Per valutare e dare i voti ad una qualsiasi realtà, bisogna spostarsi, vivere là e metterci la faccia, abbandonando la scrivania e il pregiudizio..e la conclusione è che se dopo averci provato, ami ritornarci, questo significa che valeva la pena provarci. Tra l'altro, per me star lontano dalla Trans, mi crea sempre più problemi perchè la' ho molti interessi, alla faccia dei pontificatori, maldicenti e detrattori.....molti dei quali come obietta Rick, sono a due passi dal confine che hai da poco attraversato....e che pensano alla mors tua, vita mea.

 

Quindi, io ho voluto solo stuzzicare le tue convinzioni.

Il tuo giudizio è utile per avvicinare il mondo a questa 'realtà' che vive da 23 anni.......e guai in Moldova usare il termine repubblica per connotare questa 'realtà'

 

Avrei voluto scriverti in privato, ma non ho ancora postato a sufficienza.

Ho una domanda, che potrebbe essere delicata, da farti. Durante la mia breve permanenza turistica, come ho già raccontato, abbiamo -il mio partner ed io- conosciuto delle studentesse [vedi foto]. Con una di loro in particolare sono rimasta in contatto via Skype; nell'ultimo periodo, prima di sparire nel nulla, mi raccontava del suo frequente malessere fisico. L'ultima giorno che la contattai mi disse che nella stessa giornata dovette chiamare l'ambulanza 2 volte e che sarebbe andata in ospedale, il giorno seguente, per le analisi del sangue. Da quel giorno non ne ebbi più notizia.

 

Notizie di studentesse morte o scomparse nei pressi di Tiraspol ?  :@



#16 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 19 giugno 2013 - 21:47

Avrei voluto scriverti in privato, ma non ho ancora postato a sufficienza.

Ho una domanda, che potrebbe essere delicata, da farti. Durante la mia breve permanenza turistica, come ho già raccontato, abbiamo -il mio partner ed io- conosciuto delle studentesse [vedi foto]. Con una di loro in particolare sono rimasta in contatto via Skype; nell'ultimo periodo, prima di sparire nel nulla, mi raccontava del suo frequente malessere fisico. L'ultima giorno che la contattai mi disse che nella stessa giornata dovette chiamare l'ambulanza 2 volte e che sarebbe andata in ospedale, il giorno seguente, per le analisi del sangue. Da quel giorno non ne ebbi più notizia.

 

Notizie di studentesse morte o scomparse nei pressi di Tiraspol ?  :@

 

abito a pochi chilometri da Tiraspol, seguo talvolta l'emittente locale, ma il mio  russo non mi permette  di capire tutto.

Cmq non ho notizie come quelle che ti preoccupano.

 

Se ti puo' tranquilizzare, anche se gli ospedali non hanno  le nostre apparecchiature, la cultura medica dei loro operatori è di primo ordine. Qui per avere un'infermiera specializzata, tanto per fare un esempio, occorrono 4 anni di studio e tirocinio: Sulla serietà del personale, visto che abito vicino al policlinico qui a Bender dove spesso va mia moglie, non ho nulla da obiettare.

 

Una cosa è certa: qui l'informazione non circola così speditamente.



#17 nara_stabbocchi

nara_stabbocchi

    Newbie


  • 6 messaggi
  • Iscritto il: 23-aprile 13

Inviato 19 giugno 2013 - 23:01

abito a pochi chilometri da Tiraspol, seguo talvolta l'emittente locale, ma il mio  russo non mi permette  di capire tutto.

Cmq non ho notizie come quelle che ti preoccupano.

 

Se ti puo' tranquilizzare, anche se gli ospedali non hanno  le nostre apparecchiature, la cultura medica dei loro operatori è di primo ordine. Qui per avere un'infermiera specializzata, tanto per fare un esempio, occorrono 4 anni di studio e tirocinio: Sulla serietà del personale, visto che abito vicino al policlinico qui a Bender dove spesso va mia moglie, non ho nulla da obiettare.

 

Una cosa è certa: qui l'informazione non circola così speditamente.

 

Non voleva essere neanche velatamente un attacco alle tecniche sanitario-ospedaliere!

...Ad ogni modo "cessato allarme". Ha appena ripreso contatto con me... fresca di rilascio.

Grazie lo stesso.



#18 nara_stabbocchi

nara_stabbocchi

    Newbie


  • 6 messaggi
  • Iscritto il: 23-aprile 13

Inviato 28 settembre 2013 - 20:49

Perchè hai "mascherato" solo la tua faccia e non anche quelle delle ragazze?  :smileys_it_443:

quello è il mio partner: mi ha chiesto esplicitamente di non voler comparire.

io stavo dietro l'obiettivo.



#19 Adriana

Adriana

    Member


  • 66 messaggi
  • Iscritto il: 12-ottobre 13

Inviato 13 ottobre 2013 - 10:41

Purtroppo la "malattia" della lingua moldava (anche se secondo me va cambiato l'articolo, mettendoci la lingua rumena) e che quasi tutte le volte si parla una lingua "bastarda" mischiata tra la lingua russa e quella rumena. Qui ci sono tante persone che non sanno il moldavo, solo russo, per carità nulla in contrario, ma mi da fastiglio  la presunzione delle persone quando li parli in rumeno, e ti chiedono di parlarli in russo, altrimenti non ti rispondono. La cosa più grave è che ci sono dei casi (a me è successo) quando nei uffici pubblici non conoscono una parola di moldavo, anche se sono obbligati a conoscerla.



#20 Adriana

Adriana

    Member


  • 66 messaggi
  • Iscritto il: 12-ottobre 13

Inviato 13 ottobre 2013 - 10:49

http://www.youtube.c...h?v=3bolSwljLlc