Salta al contenuto


Moldweb
  • Login con Facebook Login con Twitter Login con OpenID Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Che Reputazione Hanno Gli Uomini Italiani Presso Le Donne Moldave In Moldavia?


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
91 risposte a questa discussione

#1 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 29 gennaio 2007 - 22:38

Qualche premessa è d'obbligo...

Ho avuto anch'io venti anni :D e avendo avuto la fortuna di vivere a Roma, ho bighellonato spesso al centro, cosa che mi ha fatto conoscere molte ragazze straniere. Ho avuto modo di osservare il comportamento di molti miei coetanei dell'epoca di quelli che hanno vissuto i loro scampoli di "dolce vita".

Ho anche viaggiato molto in Europa ed osservato il comportamento dei connazionali all'estero...

Oggi che ho qualche anno di piu' mi diverto ad osservare le nuove generazioni...

In generale penso che siano passati i tempi d'oro della dolce vita e che oggi piu' di allora ci siano molti uomini molto maleducati e incapaci accanto a dei bravi corteggiatori

Mi pare anche di percepire una maggiore diffidenza e chiusura verso la conoscenza di uomini italiani in Italia e che nei paesi dell'europa occidentale ci sia una (giustificata) cattiva reputazione e quindi disinteresse verso gli uomini italiani.

Nell'Europa orientale sovietica il miraggio di una Italia ricca e godereccia ha alimentato un interesse verso gli uomini italiani che ha promosso un turismo sessuale...

Nell'europa orientale postcomunista le difficili condizioni economiche hanno mantenuto in piedi il turismo sessuale...a cui si e' aggiunto il fenomeno della tratta delle bianche per la prostituzione...

Dunque...tenendo presente che il possibile matrimonio e fuga dalla poverta' certo distorce il giudizio...qual è la reputazione degli Italiani che si recano in Moldavia per le donne moldave?

E le moldave che si sono sposate o che vivono in italia cosa pensavano quando hanno conosciuto un italiano per la prima volta?

In Romania secondo me la nostra reputazione deve essere pessima...

Anche il parere degli uomini Italiani che si sono trasferiti in Moldavia o Romania e' interessante...

#2 nikita

nikita

    Advanced Member


  • 6664 messaggi
  • Iscritto il: 16-agosto 05

Inviato 30 gennaio 2007 - 07:31

Alcuni anni fa hanno mandato in onda sulle TV dei paesi sovietici,tutta la serie della fiction de la "Piovra".Si può immaginare come paesi come la Moldova,di fatto isolata culturalmente dal mondo, si sia fatta condizionare dalle vicende del Commisario Cattaneo.Nei moldavi,come in altri popoli dell'ex impero sovietico,si è consolidata la sciagurata equazione italiani=mafiosi difficile da sdradicare.A tutto questo bisogna aggiungere una certa filmografia scelta ad arte per denigrare ancor di più gli italiani.
Qualche anno fa,nei miei primi contatti con moldavi,mi accorgevo di esser considerato,dai miei interlocutori,come un "furbacchione"..."uno che dice e non dice"..."uno che allude e non dice mai quello che pensa"..."uno che dice una cosa ma ne vuole dire un'altra",un mafioso insomma.Un vero e proprio pregiudizio indotto da quella sciagurata fiction.Faticavo non poco a spiegare alla gente che i mafiosi in Italia esistono,ma sono una insignificante minoranza dal punto di vista numerico rispetto al numero di italiani onesti.
Cosa succede adesso,a distanza di qualche anno?
Io credo che,come ho già scritto in altro topic,la nostra linea di credito,semmai ne abbiamo mai avuta una, si va assotigliando giorno per giorno.Qualche imprenditore cialtrone di dubbia onestà,qualche italiano con quattro soldi in tasca che si sente un padreterno, stanno depauperando quel credito che i moldavi,bonta loro,ci concedevano sul solo fatto di esser...italiani.
Le donne moldave,in Moldova, come ci considerano?
Sintetizzo:affascinanti,esuberanti,simpatici,estroversi.Ma anche:un pò cialtroni,non sempre sinceri,poco affidabili.Si sbagliano?

#3 Livi

Livi

    Advanced Member


  • 3079 messaggi
  • Iscritto il: 27-ottobre 05

Inviato 30 gennaio 2007 - 23:21

Le donne moldave,in Moldova, come ci considerano?
Sintetizzo:affascinanti,esuberanti,simpatici,estroversi.Ma anche:un pò cialtroni,non sempre sinceri,poco affidabili.Si sbagliano?

SI!!! La possibilità di dare un giudizio per nulla corrispondente è altissima!!!!
Se è pur vero che alcune caratteristiche sono numericamente più presenti in alcuni popoli ...è sempre uno sbaglio "inquadrare" le persone in base alla cittadinanza .
Non è più semplice cercare di conoscere il singolo soggetto?? Anche se non si capisce cosa dice...si può osservarne l'atteggiamento, il linguaggio non verbale del corpo... Penso sia più utile che dar adito a preconcetti stereotipati...
o NO??? A cosa serve farsi un'idea di un popolo in generale ....i nostri contatti ..saranno pur sempre con DETERMINATI soggetti...... mai con tutta una nazione!!!! :lol3:

#4 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 30 gennaio 2007 - 23:46

SI!!! La possibilità di dare un giudizio per nulla corrispondente è altissima!!!!
Se è pur vero che alcune caratteristiche sono numericamente più presenti in alcuni popoli ...è sempre uno sbaglio "inquadrare" le persone in base alla cittadinanza .
Non è più semplice cercare di conoscere il singolo soggetto?? Anche se non si capisce cosa dice...si può osservarne l'atteggiamento, il linguaggio non verbale del corpo... Penso sia più utile che dar adito a preconcetti stereotipati...
o NO??? A cosa serve farsi un'idea di un popolo in generale ....i nostri contatti ..saranno pur sempre con DETERMINATI soggetti...... mai con tutta una nazione!!!! :lol3:


vero, infatti parlo di reputazione, cioe' luoghi comuni,stereotipi che pero' esistono e condizionano il modo in cui ti si porra' la gente benche' nessuno abbia una conoscenza totale di un popolo...

quello che mi ha fatto sempre ridere e' che gli italiani credono di essere molto desiderati dalle donne straniere perche' bravi amanti...ma e' soltanto una storiella a cui ci piace credere :D

#5 riadolfo

riadolfo

    Advanced Member


  • 132 messaggi
  • Iscritto il: 19-febbraio 06

Inviato 31 gennaio 2007 - 19:58

La cosa comincia a essere fastidiosa.
Cosa pensano le donne degli uomini italiani, cosa cercano le donne moldave nell'uomo italiano, che reputazione hanno in moldavia gli italiani, qual'e' il segreto delle donne moldave e via di questo passo.
Sembra il forum di "Amici" di Maria De Filippi.

#6 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 01 febbraio 2007 - 01:49

La cosa comincia a essere fastidiosa.
Cosa pensano le donne degli uomini italiani, cosa cercano le donne moldave nell'uomo italiano, che reputazione hanno in moldavia gli italiani, qual'e' il segreto delle donne moldave e via di questo passo.
Sembra il forum di "Amici" di Maria De Filippi.


a parte il fatto che nessuno ti obbliga a leggere e meno che mai a scrivere...rimane il fatto che non essendo padrone del forum continuerai a vedere discussioni che non ti interesseranno...quindi rassegnati...invece di due fatiche ne fai uma sola

Il discorso e' vagamente correlato con le discussioni a cui alludi...ma verte sulla reputazione degli italiani all'estero

io una mia idea ce l'ho per quanto riguarda l'europa ad ovest della Romania...non essendoci mai stato mi incuriosisce sapere...specie prima di viaggiarci

#7 nikita

nikita

    Advanced Member


  • 6664 messaggi
  • Iscritto il: 16-agosto 05

Inviato 01 febbraio 2007 - 06:41

La cosa comincia a essere fastidiosa.
Cosa pensano le donne degli uomini italiani, cosa cercano le donne moldave nell'uomo italiano, che reputazione hanno in moldavia gli italiani, qual'e' il segreto delle donne moldave e via di questo passo.
Sembra il forum di "Amici" di Maria De Filippi.

Caro Riadolfo,certo saprai che la stragrande maggioranza degli iscritti a questo forum sono coinvolti sentimentalmente perchè hanno la moglie,la compagna,la fidanzata moldava.Anche il sottoscritto ha una signora con uno strano accento che gli gira per casa :lol3: .I risvolti sentimentali e non di queste relazioni incuriosiscono i più e quindi... se ne parla.
Nel forum non c'è solo questo, come hai potuto osservare,c'è tutto ciò che riguarda la Moldova in tutti i suoi aspetti.
Tu,se posso chiedertelo,come mai sei interessato alla Moldova?

#8 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 01 febbraio 2007 - 14:34

penso che la recente telenovela del berluska nazionale bene incarni l'immagine proiettata all'estero dai nostri connazionali...e si tratta di quelli che almeno non sono maleducati...al piu' inopportuni.

Mi chiedo quale sia l'immagine dell'italiano che si ha in Moldavia, anche in persone che non hanno mai conosciuto italiani.

#9 Livi

Livi

    Advanced Member


  • 3079 messaggi
  • Iscritto il: 27-ottobre 05

Inviato 02 febbraio 2007 - 00:27

Mi chiedo quale sia l'immagine dell'italiano che si ha in Moldavia, anche in persone che non hanno mai conosciuto italiani.


Ma dai ..... ti interessa il parere anche di chi non conosce nessun italiano??? Passi ..sapere cosa ne pensano quelli che ne hanno conosciuto almeno uno.....
Sai già che descriveranno l'unico esemplare conosciuto...facendoti credere che la loro esperienza si basi su un campione di almeno 10.000.0000 di italiani....(due.... :bounce: :bounce: )
ma chi non ha conosciuto nessuno..... che cavolo può dire????

#10 Alfredo Ferrari

Alfredo Ferrari

    Advanced Member


  • 5887 messaggi
  • Iscritto il: 27-agosto 05

Inviato 02 febbraio 2007 - 02:39

Qualche premessa è d'obbligo...

Ho avuto anch'io venti anni :D e avendo avuto la fortuna di vivere a Roma, ho bighellonato spesso al centro, cosa che mi ha fatto conoscere molte ragazze straniere. Ho avuto modo di osservare il comportamento di molti miei coetanei dell'epoca di quelli che hanno vissuto i loro scampoli di "dolce vita".

Ho anche viaggiato molto in Europa ed osservato il comportamento dei connazionali all'estero...

Oggi che ho qualche anno di piu' mi diverto ad osservare le nuove generazioni...

In generale penso che siano passati i tempi d'oro della dolce vita e che oggi piu' di allora ci siano molti uomini molto maleducati e incapaci accanto a dei bravi corteggiatori

Mi pare anche di percepire una maggiore diffidenza e chiusura verso la conoscenza di uomini italiani in Italia e che nei paesi dell'europa occidentale ci sia una (giustificata) cattiva reputazione e quindi disinteresse verso gli uomini italiani.

Nell'Europa orientale sovietica il miraggio di una Italia ricca e godereccia ha alimentato un interesse verso gli uomini italiani che ha promosso un turismo sessuale...

Nell'europa orientale postcomunista le difficili condizioni economiche hanno mantenuto in piedi il turismo sessuale...a cui si e' aggiunto il fenomeno della tratta delle bianche per la prostituzione...

Dunque...tenendo presente che il possibile matrimonio e fuga dalla poverta' certo distorce il giudizio...qual è la reputazione degli Italiani che si recano in Moldavia per le donne moldave?

E le moldave che si sono sposate o che vivono in italia cosa pensavano quando hanno conosciuto un italiano per la prima volta?

In Romania secondo me la nostra reputazione deve essere pessima...

Anche il parere degli uomini Italiani che si sono trasferiti in Moldavia o Romania e' interessante...


Caro Paperon de' Paperoni è un pò difficile rispondere alla tua domanda...e ti spiego il perchè.
La Moldova ha una sola (e neanche grande) città che è Chisinau; il resto praticamente è tutto un misto di paesi, paesini e villaggi...
Quello che pensa di noi italiani una donna della capitale non ha assolutamente nulla a vedere con quello che può pensare una donna moldava di Donduseni, Frumosica, Anenii Noi o della zona transnistriana...
In generale le moldave non fanno grosse differenze tra nazionalità in quanto vivono in paese che è ancora oggi multietnico e lo fù ancora di più nei non lontani tempi sovietici.
Una cosa è certa! Un "occidentale" viene visto come qualcosa di "più bello" (artificialmente parlando) solo per l'opulenza materiale che li circonda.
Noi italiani siano ancora (per poco credo...) visti con occhi molto "romantici" da queste donne che, come le britanniche e le scandinave negli anni 50 e 60, pensano all'uomo italiano passionale sempre sorridente sempre fischiettando e sempre con "l'autoradio nella mano destra" :lol3:
Toto Cutugno Dixit :arf2:

Messaggio modificato da Alfredito il 02 febbraio 2007 - 02:47


#11 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 02 febbraio 2007 - 09:32

Ma dai ..... ti interessa il parere anche di chi non conosce nessun italiano??? Passi ..sapere cosa ne pensano quelli che ne hanno conosciuto almeno uno.....
Sai già che descriveranno l'unico esemplare conosciuto...facendoti credere che la loro esperienza si basi su un campione di almeno 10.000.0000 di italiani....(due.... :bounce: :bounce: )
ma chi non ha conosciuto nessuno..... che cavolo può dire????


beh io di rumeni non ne conosco neanche un esemplare, ma cosa ne pensino gli italiani che come me non ne conoscono, lo so bene...

così come so cosa pensano gli italiani in genere dei moldavi...cioe' nulla perche' non sanno generalmente neanche che esista la Moldavia... :D

Messaggio modificato da ziopaperone il 02 febbraio 2007 - 09:36


#12 viky

viky

    Advanced Member


  • 364 messaggi
  • Iscritto il: 03-gennaio 07

Inviato 02 febbraio 2007 - 10:29

Vi posso raccontare io cosa pensavo io di Italia e cosa ho trovato qua e come vedo i italiani dopo 2 anni di Italia. Prima di partire dalla Moldavia pensavo che Italia e una paese con alto livello di cultura tutti gentili e tranquilli e bravi, ma la verita non e cosi, sette come noi anche qua ho trovato delle persone che si ubriacano dalla alba e fino alla serra le persone lavorano di meno non come da noi, non anno tanta fantasia in lavoro, in situazione più complicate si perdono, famiglie che litigano e anche persone brave e sincere. Qua in Italia si parla più parolacce anche in pubblico anche su tv, e la droga e più diffusa, la prostituzione e di più il schiavismo ancora ce, siete più liberi di noi.

#13 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1819 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 02 febbraio 2007 - 13:43

....., non c'è un detto (scusate il russo ... )
'italiaska kakaska' .....


#14 Ica

Ica

    Advanced Member


  • 235 messaggi
  • Iscritto il: 02-gennaio 06

Inviato 02 febbraio 2007 - 15:33

....., non c'è un detto (scusate il russo ... )
'italiaska kakaska' .....



:lol3: un detto dei bambini di asilo, niente di male :lol3:

#15 viky

viky

    Advanced Member


  • 364 messaggi
  • Iscritto il: 03-gennaio 07

Inviato 02 febbraio 2007 - 18:24

Oggi in Leggo era scrito :Venerdì 02 Febbraio 2007




Gli italiani, un popolo di drogati. Rischia di finire così se non si corre ai ripari. Ieri a Napoli ha lanciato l’allarme il ministro dell’Interno Amato: «Il consumo di cocaina è gigantesco, la domanda spaventosa». La droga colpisce tutti, come l’influenza: ricchi e poveri, giovani e adulti.


di Giorgio Ursicino


È finita l’epoca dei poeti e dei navigatori. Se continua così corriamo il rischio di diventare un popolo di drogati. Magari pure anziani visto che la vita si allunga è l’eta media continua ad alzarsi.
In realtà, la tendenza non è una novità poiché tutte le più recenti indagini sull’argomento avevano confermato l’aumento dell’uso di droghe, soprattutto della cocaina. Ma quando a lanciare l’allarme è il ministro dell’Interno fa sempre un certo effetto: «In Italia c’è un consumo gigantesco di cocaina, una spaventosa domanda di cocaina».
Amato non ha usato mezze parole: gigantesco, spaventoso. Forse riflettere non basta più, c’è da avere paura. Il Ministro ha parlato a Napoli, una città al centro della piaga, al termine di alcuni incontri in Prefettura organizzati per fare il punto sul “patto per la sicurezza”: «Forse la grande quantità di cocaina sequestrata in Campania non era destinata a questa regione, ma significa lo stesso che il consumo nel nostro paese ha superato i livelli di guardia: non si può chiedere alle forze dell’ordine di contrastare il fenomeno se c’è una tale domanda che viene dalle famiglie, dagli italiani adulti. L’azione di contrasto si deve intrecciare con azioni di natura pubblico-private».
Dagli ultimi dati diffusi recentemente emerge che la cocaina è sempre più come l’influenza: facile da prendere, veloce da diffondersi, in grado di colpire tutti, indipendentemente dall’età e dalla classe sociale. Sette italiani su cento ammettono di averne fatto uso. Nel 2006 è stata sequestrata la maggior quantità di cocaina nella storia d’Italia, il 16% delle 20 mila operazioni sono state effettuate in Campania. La quantità sequestrata nel 2005 è aumentata del 21,8% rispetto al 2004 e nei primi sei mesi del 2006 di un ulteriore 35,2%.

Messaggio modificato da viky il 02 febbraio 2007 - 18:26


#16 Guest_SOFIA_*

Guest_SOFIA_*

  • Iscritto il: --

Inviato 05 febbraio 2007 - 21:00

CIAO SONO SOFIA DA 7 ANNI IN ITALIA . BEI DISCORSI SU FORUM , VOGLIO FARE COMPLIMENTI A ZIOPAPERONE: LEI E MOLTO REALISTA E CORAGGIOSO . PROBLEMA DI POPOLO ITALIANO E CHE SEMPRE NASCONDETE LA VERITA E TUTI PROBLEMI GLI INSSABBIATE.

#17 Polifemo

Polifemo

    Advanced Member


  • 1506 messaggi
  • Iscritto il: 09-dicembre 06

Inviato 05 febbraio 2007 - 22:47

Viky ogni occasione è buona per criticare l'Italia come nazione (non parlo dei difetti di noi italiani).

Ma mi spieghi cosa ci fai qui allora ??

Ma vai in Francia...

Qui tu sei un clandestino giusto ??

Ed allora ringrazia iddio che non siamo perfetti, altrimenti o in Italia non saresti entrato,

o saresti stato spedito a casa....

Ora se qui, lavori (mi fa piacere), ma non sputare nel piatto dove stai mangiando...

Questo piatto si chiama Italia....


Scusate tutti la durezza dello sfogo.

#18 Piekny

Piekny

    Member


  • 86 messaggi
  • Iscritto il: 09-dicembre 06

Inviato 05 febbraio 2007 - 23:27

Zio Paperò, facce capì, vuoi sapè se in moldova se rimorchia?

#19 ziopaperone

ziopaperone

    Advanced Member


  • 504 messaggi
  • Iscritto il: 16-dicembre 06

Inviato 06 febbraio 2007 - 00:39

Zio Paperò, facce capì, vuoi sapè se in moldova se rimorchia?


Ahahah :D

Il mio interesse verso la Moldavia e' quasi esclusivamente di natura economica e come tutti gli speculatori divento cinico quando si tratta di affari. Anche se sono onesto e non ho le dimesioni di uno squalo ho un buon fiuto da "piragna".

Quanto all'argomento del thread la mia curiosita' e' di natura piu' sociologica, in quanto i miei progetti imporrebbero il viverci in Moldavia e farlo in un ambiente ostile non la renderebbe una esperienza piacevole.

Come ho premesso mi e' sempre piaciuto conoscere persone da tutte le parti del mondo in maniera discreta e garbata e ho avuto molti amici e amiche con cui ho trascorso delle piacevoli serate per Roma, che fino a 10 anni fa secondo me aveva un'atmosfera piu' magica...quasi nessuna delle amiche e' diventata un' avventura o un'amore...ma i ricordi delle piacevoli serate in compagnia quelli rimangono...qualche amore "esotico" mi e' capitato...al momento dopo una relazione decennale assolutamente monogama con una ragazza Italiana sfortunatamente non sfociata in matrimonio non per mia volonta', sono nuovamente single

quanto al rimorchio in senso stretto, oltre a non avere esattamente piu' l'eta' e il fisico :D, non e' necessario aprire questa discussione per sapere se in Moldavia si rimorchia o meno...basta leggere le "cronache goliardiche del simpatico cangaceiro" :D o le tristi notizie di cronaca per sapere che con 50 euro trovi molte ragazze disposte a vendersi...ma in fondo, scusami se emerge il maligno pensiero dello speculatore :D considerando che il solo viaggio aereo per la Moldavia costa 250 euro e che sulla Salaria 15 minuti d'amore ne costano 30...250/30= meglio andare in Moldavia con interessi un po' piu' ampi :D

#20 nikita

nikita

    Advanced Member


  • 6664 messaggi
  • Iscritto il: 16-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2007 - 06:37

Le critiche di alcuni moldavi/e nei nostri riguardi ci stanno tutte.Per un moldavo che vive in Italia,criticare alcuni nostri stili di vita,credo che sia abbastanza comprensibile,troppo diversi i valori sociali.Non bisogna dimenticare che i moldavi provengono da 50 anni di regime sovietico che,nonostante tutto,aveva in se una serie di valori positivi come una certa "seriosità" nei rapporti interpersonali.
Noi italiani non abbiamo la nomea di un popolo "serio",siamo considerati da sempre un pò fanfaroni,poco affidabili.Volete che tutto questo un moldavo che vive in Italia non lo noti?
Per venire al tema di questo topic,credo sia conseguenziale,viste le mie premesse,di come ci considerano le moldave.Io distinguerei,non credo che i moldavi/e che vivono a Chisinau siano da accomunare con quelli che vivono nei villaggi.Per quanto mi riguarda,nei villaggi, ci sono i moldavi migliori,quelli ancora non "contaminati" dal parossismo occidentale.Presso la gente dei villaggi,l'italiano gode ancora di una certa considerazione, legata ancora ad uno stereotipo romantico ormai superato dai tempi.
A Chisinau il discorso è diverso,la gente è più smaliziata,il "romanticismo italiano" non incanta più,l'italiano fanfarone ha già cominciato a produrre guasti,la gente comincia a guardarci con occhi più realistici e meno romantici.
Italiani con quattro soldi in tasca che si sentono dei padreterni che imperversano ormai dappertutto, hanno depauperato quella linea di credito che i moldavi ci concedevano sulla parola.
Per il moldavo non basta più essere italiano per avere la sua stima,adesso devi guadagnartela.
Meglio per tutti.