Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Viaggio estivo


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
12 risposte a questa discussione

#1 hohol

hohol

    Advanced Member


  • 292 messaggi
  • Iscritto il: 20-aprile 10

Inviato 14 settembre 2014 - 20:28

Buongiorno a tutti,
 
Quest estate per l'ennesima volta abbiamo fatto un viaggio verso Moldavia in auto.
Rimane sempre conveniente rispetto l'aereo anche se i prezzi dei pedaggi e carburante in aumento ogni anno purtroppo.
 
Un breve riassunto:
 
Percorso in andata:
 ... nuova A34 - Gorizia - Lubiana - confine Ungheria - M7 -
Budapeset via centro con una breve fermata a cittadella Gelert, poi M3 fino in fondo,
dogana rumena a Petea - Satu mare - Dej - Gura Humorului - Falticeni - Iasi - dogana Sculeni
 
Tutto sommato 1862 km, consumo 5,9 diesel, velocita media 103
 
Per la notte siamo fermati a Satu mare, hotel "Cardinal", 210 lei x 3 - 47 euro pagati con la carta
non e male, parcheggio interno e un bel giardinetto, colazione inclusa
 
Pedaggi: 
Italia - euro 32.5 x 400km ca, 
Slovenia euro 15 x 300km ca
Ungheria euro 17 ca x un mese, abbiamo fatto tra andata e rientro 1000 km ca
Romania - euro 3 x 550 km ca di cui autostrade 0
Moldavia - euro 8 x 15gg
 
carburante - gasolio
in Italia Euro 60 (1.53)
Slovenia euro 55+22 (1.35+-)
Romania 67 euro (prezzo non ricordo)
 
A Moldavia abbiamo girato qua e la per 800km ca
sono dovuto anche a riparare la macchina, se ne andato alternatore
Abbiamo fatto pieno una volta 60 euro circa, e poi prima di andare
per 40 euro circa (prezzo in Md e 17.55 lei, meno di un euro)
 
Rientro:
Sculeni-Iasi-Piatra Neamt-Bicaz(una strada spettacolare)-Praid(Salina)-
De ja vu - vicino a Tg Mures c'e' Ungheni ed altri paesini come in raionul Ungheni din Moldova
Poi i rari km del autostrada Transilvania, appena entri - 
traffico e sparito per riprendere di nuovo appena l'autostrada e finita.
citta di Huedin con impressionanti palazzi dei zingari - 
Per la notte siamo fermati a motel "Route 60"
 
a mattina successiva dogana Bors-statale 42 e 4 verso Budapest
la strada e vuota, tratti dritti lunghi e pezzi di 4 corsie
percorribile come se forse sei sul autostrada
dopo M0 a M7 - Slovenia - Italia.  
..
 
in totale 1881 km, (555 - 1° giorno, altri 1326 - secondo)
consumo 6.0, media 86 km/h
Pedaggi come in andata (Ungheria gia pagata)
 
Su questi pagini ho visto tante volte paura verso le strade romeni in montagna
Boh - se vivi e guidi in Italia - 
non posso immaginare che non hai visto le strade montagnose.
Quelli romeni percorribili senza fatica, almeno al estate.
 


#2 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 15 settembre 2014 - 08:22

complimenti per la dettagliata ricostruzione dell'itinerario e dei costi del viaggio.

La convenienza con l'auto rispetto all'aereo non la vedo tanto perchè tutto sommato per andata e ritorno avete speso circa 600 euro che è un po' meno del costo dei biglietti andata e ritorno per 3 persone...nel tuo caso devi mettere, purtroppo,  nel calcolo finaie anche il costo dell'alternatore.

Le strade che tu hai fatto le ho percorse anch'io per 8 anni in auto ma oggi me ne arrivo comodamente con l'aereo, perchè sono in aumento i pedaggi autostradali anche se rimangono gli stessi i rischi nel viaggio (inclusi le possibili multe).Rimane tuttavia il fascino di alcuni percorsi sui Carpazi come il vostro viaggio di ritorno Sculeni-Iasi-Piatra Neamt-Bicaz per poi arrivare fino alla dogana di Bors tra Romania e Ungheria, passando per Huedin, la città che anch'io ho battezzato la città degli zingari per l'impressionante numero di palazzi-castello a loro appartenenti (penso)

Stammi bene



#3 hohol

hohol

    Advanced Member


  • 292 messaggi
  • Iscritto il: 20-aprile 10

Inviato 15 settembre 2014 - 15:05

La convenienza con l'auto rispetto all'aereo non la vedo tanto perchè tutto sommato per andata e ritorno avete speso circa 600 euro che è un po' meno del costo dei biglietti andata e ritorno per 3 persone...

c'e un momento particolare - per lavoro che faccio non posso programmare la partenza con aereo

tanto tempo prima quando i prezzi ancora sopportabili

 

e l'aeroporto piu vicino da dove c'e il volo diretto e Bologna a 150 km da casa mia

 

e con scali tutto sommato il viaggio con aereo dalla porta alla porta dura 15-20ore

e bisogna pensare anche per gli spostamenti sul posto

 

con tutti pro e contro abbiamo scelto l'auto

 

alternatore mi e venuto 200 euro tutto compreso, caroatrezzo, elettrico, riparazione alternatore stesso (cambio avvolgimento e diodi)

pero doveva organizzare e trovare tutto io, non e come in Italia basta che arrivi in officina piu vicina e pensano loro di tutto

(anche se dopo ti sparrano un prezzo alle stelle)

A trovare un elettrico che puo mettere le mani nel SAAB non e stato facile



#4 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 15 settembre 2014 - 20:31

c'e un momento particolare - per lavoro che faccio non posso programmare la partenza con aereo

tanto tempo prima quando i prezzi ancora sopportabili

 

e l'aeroporto piu vicino da dove c'e il volo diretto e Bologna a 150 km da casa mia

 

e con scali tutto sommato il viaggio con aereo dalla porta alla porta dura 15-20ore

e bisogna pensare anche per gli spostamenti sul posto

 

con tutti pro e contro abbiamo scelto l'auto

 

alternatore mi e venuto 200 euro tutto compreso, caroatrezzo, elettrico, riparazione alternatore stesso (cambio avvolgimento e diodi)

pero doveva organizzare e trovare tutto io, non e come in Italia basta che arrivi in officina piu vicina e pensano loro di tutto

(anche se dopo ti sparrano un prezzo alle stelle)

A trovare un elettrico che puo mettere le mani nel SAAB non e stato facile

 

beh, sapendo che sei uno che viaggi, avrai pensato a tutti i pro e i contro. Se sei lontano 150km dall'aeroporto (Bologna) allora capisco la tua scelta della macchina e anche il problema di trovare i biglietti d'aereo a buon mercato all'ultimo momento. Quando anch'io da Bologna dovevo andare a Verona per l'aereo, preferivo la macchina ma ora che ho l'aeroporto a Bologna ad una distanza di 3 km, non ho piu' dubbi. Arrivo in PMR dove ho la macchina che mi aspetta in garage.

 

Certo: una bella sfortuna l'alternatore che si rompe e il lavoro che devi aver fatto per trovare aiuto.L'importante, come dico sempre, è poterla raccontare quando ritorni a casa.



#5 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 19 settembre 2014 - 18:07

 

Buongiorno a tutti,
 
Quest estate per l'ennesima volta abbiamo fatto un viaggio verso Moldavia in auto.
Rimane sempre conveniente rispetto l'aereo anche se i prezzi dei pedaggi e carburante in aumento ogni anno purtroppo.
 
Un breve riassunto:
 
Percorso in andata:
 ... nuova A34 - Gorizia - Lubiana - confine Ungheria - M7 -
Budapeset via centro con una breve fermata a cittadella Gelert, poi M3 fino in fondo,
dogana rumena a Petea - Satu mare - Dej - Gura Humorului - Falticeni - Iasi - dogana Sculeni
 
Tutto sommato 1862 km, consumo 5,9 diesel, velocita media 103
 
Per la notte siamo fermati a Satu mare, hotel "Cardinal", 210 lei x 3 - 47 euro pagati con la carta
non e male, parcheggio interno e un bel giardinetto, colazione inclusa
 
Pedaggi: 
Italia - euro 32.5 x 400km ca, 
Slovenia euro 15 x 300km ca
Ungheria euro 17 ca x un mese, abbiamo fatto tra andata e rientro 1000 km ca
Romania - euro 3 x 550 km ca di cui autostrade 0
Moldavia - euro 8 x 15gg
 
carburante - gasolio
in Italia Euro 60 (1.53)
Slovenia euro 55+22 (1.35+-)
Romania 67 euro (prezzo non ricordo)
 
A Moldavia abbiamo girato qua e la per 800km ca
sono dovuto anche a riparare la macchina, se ne andato alternatore
Abbiamo fatto pieno una volta 60 euro circa, e poi prima di andare
per 40 euro circa (prezzo in Md e 17.55 lei, meno di un euro)
 
Rientro:
Sculeni-Iasi-Piatra Neamt-Bicaz(una strada spettacolare)-Praid(Salina)-
De ja vu - vicino a Tg Mures c'e' Ungheni ed altri paesini come in raionul Ungheni din Moldova
Poi i rari km del autostrada Transilvania, appena entri - 
traffico e sparito per riprendere di nuovo appena l'autostrada e finita.
citta di Huedin con impressionanti palazzi dei zingari - 
Per la notte siamo fermati a motel "Route 60"
 
a mattina successiva dogana Bors-statale 42 e 4 verso Budapest
la strada e vuota, tratti dritti lunghi e pezzi di 4 corsie
percorribile come se forse sei sul autostrada
dopo M0 a M7 - Slovenia - Italia.  
..
 
in totale 1881 km, (555 - 1° giorno, altri 1326 - secondo)
consumo 6.0, media 86 km/h
Pedaggi come in andata (Ungheria gia pagata)
 
Su questi pagini ho visto tante volte paura verso le strade romeni in montagna
Boh - se vivi e guidi in Italia - 
non posso immaginare che non hai visto le strade montagnose.
Quelli romeni percorribili senza fatica, almeno al estate.

 

Ho fatto anche io questa estate il tuo stesso itinerario e concordo pienamente  con te per la bellezza dei luoghi ma, concordo con l'analisi dell'amico GIOBRUNO che è un veterano di viaggi.

 Oggi c'è la possibilità in solo 2,5 ore arrivare in MOLDOVA e poi muoversi lì con auto anche a noleggio.

 

Pallino



#6 hohol

hohol

    Advanced Member


  • 292 messaggi
  • Iscritto il: 20-aprile 10

Inviato 19 settembre 2014 - 18:35

Ho fatto anche io questa estate il tuo stesso itinerario e concordo pienamente  con te per la bellezza dei luoghi ma, concordo con l'analisi dell'amico GIOBRUNO che è un veterano di viaggi.

 Oggi c'è la possibilità in solo 2,5 ore arrivare in MOLDOVA e poi muoversi lì con auto anche a noleggio.

si, ma bisogna avere la casa a 3 km dal aeroporto come amico GIOBRUNO  :graduated: 

 

e poi, a me piace di viaggiare con l macchina e "poterla raccontare quando ritorni a casa"  :)



#7 VincentHanna

VincentHanna

    Advanced Member


  • 1410 messaggi
  • Iscritto il: 24-novembre 10

Inviato 19 settembre 2014 - 21:03

Viaggiare in macchina economicamente conviene se ci sono 2-3 o più persone, e più roba da portare, visto che con l'aereo ti permettono di portare una ventina di chili e uno zaino a bordo 

 

 

Ma a volte, a volte... 

 

capitano certi guasti alla macchina che ti fuma la voglia di andarci 

 

 

Qualche anno fa, passando per Leuseni andando verso IT

 

subito dopo Husi ci è andata la frizione, ero con mio fratello 

 

si era bloccata in terza 

 

Dopo un po' l'abbiamo sbloccata ma con il rischio di non far partire più la macchina 

 

ci davamo un po' più di gas prima di cambiare marcia (a cavallo tra i 3'000 e 4'000 giri), alla fine comunque siamo rimasti bloccati in terza 

 

Torniamo a casa, insomma eravamo all'inizio del viaggio 

 

In terza marcia siamo riusciti a passare la dogana, con il già conosciuto problema dei pds secondo cui non puoi tornare indietro devi transitare la Romania, ci è andate bene, ci hanno creduto che la macchina si era guastata (?), anche un bel odorino di frizione bruciata 

 

arrivati sulle colline di Hincesti, bona, ci ha mollato 

 

non ce la faceva, con tutto quel traffico non potevi fermarti 

 

ci siamo beccati davanti uno di quei vecchi kamaz che vanno a 20 all'ora e ciao 

 

pioveva a dirotto, poca visibilità, la macchina in curva...

 

da lì in poi è corso in aiuto l'altro fratellone "di stanza" in MD e ci ha portati a casa 

 

 

Bell'avventura finita bene, un paio di giorni di riparazione, qualche centinaio di € spesi e via 

 

l'Ungheria passata in pochissime ore, a 160km/h andava come una scheggia 


Messaggio modificato da VincentHanna il 19 settembre 2014 - 21:06


#8 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 19 settembre 2014 - 21:40

Ho fatto anche io questa estate il tuo stesso itinerario e concordo pienamente  con te per la bellezza dei luoghi ma, concordo con l'analisi dell'amico GIOBRUNO che è un veterano di viaggi.

 Oggi c'è la possibilità in solo 2,5 ore arrivare in MOLDOVA e poi muoversi lì con auto anche a noleggio.

 

Pallino

 

è un piacere Pallino (Vincenzo) sentirti di  nuovo dopo un silenzio quasi 'religioso'.

 

Infatti dopo una ventina di viaggi andata-ritorno Bologna-Bender  (circa 40000 km, la misura dell'equatore terrestre) penso di avere dato il mio contributo alla causa dei viaggi in auto Italia-Moldavia. Da quest'anno uso l'aereo e ho la mia macchina in terra moldava che mi attende (non più la mia skoda octavia che tengo a Bologna). Devo dire come afferma hohoi che il viaggio in auto ha un suo fascino soprattutto le prime volte perchè affronti una vera avventura: paesi nuovi, situazioni inattese, programmi disattesi per errore di rotta, problemi alle dogane con frontalieri che avvertono il tuo nervosismo.....e poi il racconto di esperienze uniche che ti rimangono stampate nella memoria e ti riempiono anche di un po' di orgoglio per avercela fatta.

 

Voglio solo raccontare il mio primo viaggio in terra moldava del luglio 2005. A quel tempo per lavoro  ero sui monti Tatra a Tatranska Lomnica in Slovakia. Con la mia skoda, parto alle 4 del mattino e decido di passare per il confine ucraino a Uzhorod. Dopo  2-3 ore di fila interminabile, il frontaliero ucraino si accorge che la carta di circolazione della macchina non è originale (mea culpa, perchè avevo con me solo la fotocopia). Per passare pretendeva una cauzione di 6-7 mila euro che mi avrebbe ridato quando al ritorno dalla Moldavia avessi esibito l'originale fatto pervenire dall'Italia. Fesso si' ma coglione no, mi son detto. Faccio retromarcia, ritorno in Slovakia, trovo un varco di frontiera per l'Ungheria mentre penso sul da fare e mi trovo davanti ad un dilemma: torno a casa in Italia e prelevo la mia carta di circolazione oppure  gioco il tutto per tutto virando ad est per la Romania? sposo la seconda soluzione. Passo per la dogana a Bors e il doganiere rumeno, un simpatico mattacchione mi fa presente che la mia carta è fasulla perchè non originale. Mi appresto a far retromarcia per l'Italia ma quello mi stoppa....'Ci possiamo mettere d'accordo qui per la Romania ma poi tu hai il problema in Moldavia. Conosci qualcuno alle frontiere di Sculeni o Leuseni?', mi dice candidamente facendomi capire che per passare dovevo scucire il pizzo ma che i problemi li avrei trovato alla frontiera con la Moldavia.

 

A questo punto un viaggiatore normale che non aveva mai attraversato i Carpazi e non conosceva gli itinerari più convenienti sarebbe tornato indietro. A quel tempo ero certamente piu' temerario di ora e mi sono sentito un po' Giulio Cesare con il suo 'Alea iacta est ' (il dado è tratto)  attraversando il Rubicone. Pago il pizzo (non molto alto in verità) e decido di andare avanti con il sostegno della moglie (a quel tempo compagna) moldava. Mi ricordo il tratto che ho percorso Oradea-Cluj Napoca- Georgheni- Bicaz- Piatra Neamt-Roman-Iasi -Sculeni, con l'allucinante prospettiva di farmi i Carpazi di notte. Il tratto Bicaz-Piatra Neamt-Iasi (quello che ha fatto hohoi al ritorno) è un tratto fantastico per la bellezza del paesaggio ma preoccupante  per le ripide pareti delle montagne che sembrano precipitarti addosso. E poi è notte fonda tra i tornanti che non sembrano finire mai. Arrancando arrivo a Piatra Neamt in piena notte ma i nervi mi sostengono: forse è la forza della disperazione che mi fa percorrere il tratto finale rumeno fino a Sculeni. Dopo essere passato indenne alla frontiera rumena (il pizzo era servito a qualcosa) mi ritrovo lo stesso problema: 'pașaportul tehnic nu este în stare bună', la carta non è in regola, mi dicono. Devo dire che mi ero già fatto più di 1000 km senza alcuna autostrada partendo dalla Slovakia ed ero a dir poco esausto, con la prospettiva di dover ritornare in Italia. Ma ecco il suggerimento inatteso della frontaliera moldava che si era impietosita perchè mi vedeva stravolto: 'lascia la macchina qui vicino alla frontiera, prendi un taxi che ti facciamo venire qui e fatti mandare dall'Italia il passaporto tecnico'. Ovviamente a mio rischio e pericolo perchè nessuno custodiva la macchina. Cosa che feci: il maxitaxi arrivò con una taxista 'panterata' che esibiva provocatoriamente le sue forme all'interno di un vestito aderente, migrai il contenuto della mia macchina nel suo furgone evitando miracolosamente il controllo dei beni (c'era il trucco), e pagando salatamente il trasferimento a Bender (300 euro per 200 km).

Facendola breve, dopo 10 giorni arrivo' l'originale della carta di circolazione e recuperai fortunatamente la macchina la' dove l'avevo lasciata.

 

Questo è stato il mio primo viaggio in Moldavia. Dopo di questo, ogni altra disavventura che ho avuto negli altri viaggi mi è sembrata ridicola. Però a distanza di quasi dieci anni ricordare tutto questo mi da ancora piacere: avevo pagato lo scotto del noviziato con un prezzo salato i miei errori ma resistendo in macchina alla guida per 27 ore fino al confine moldavo.



#9 hohol

hohol

    Advanced Member


  • 292 messaggi
  • Iscritto il: 20-aprile 10

Inviato 21 settembre 2014 - 10:49

Questo è stato il mio primo viaggio in Moldavia. Dopo di questo, ogni altra disavventura che ho avuto negli altri viaggi mi è sembrata ridicola. Però a distanza di quasi dieci anni ricordare tutto questo mi da ancora piacere: avevo pagato lo scotto del noviziato con un prezzo salato i miei errori ma resistendo in macchina alla guida per 27 ore fino al confine moldavo.

le stesse solite parole posso dire anche io del mio primo viaggio a 2004, proprio 10 anni fa,

e un altra esperienza da raccontare



#10 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 22 settembre 2014 - 15:20


A questo punto un viaggiatore normale

 

 

Mi ricorda la storia di quella tipa che

 

felice come una pasqua partì in macchina per andare a Kaliningrad

 

convinta che bastasse la semplice carta d'identita per entrarvi



#11 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 22 settembre 2014 - 15:38

A trovare un elettrico che puo mettere le mani nel SAAB non e stato facile

 

anche io ho una SAAB , una vecchia 900 cabrio che non ho mai voluto vendere perchè ci sono affezionato 

 

e poi adesso è diventata auto storica quindi mi costa pochissimi di bollo ed assicurazione

 

 

Ma il vero problema è l'assistenza , già prima di fallire le officine SAAB in tutta Milano erano 3 o 4

 

e poi una volta fallita si sono ridotte a 2 , che vivacchiano approfittandosi della situazione

 

Ovvero

 

qualsiasi intervento diventa un patema d'animo ,

 

troppo spesso bisogna cambiare pezzi che poi risultano introvabili

 

ma che loro guarda caso sanno dove trovare .... ma a caro prezzo

 

 

L'ultima volta , ma proprio l'ultima perchè poi non ci sono + tornato

 

stupidamente mando mio figlio da loro per prepararla per fare la revisione biennale

 

 

Poco dopo mi chiamano e sentenziano .... "impianto frenante da rifare"

 

"senza la macchina non passa la revisione" .

 

Da rifare significa non solo i 4 dischi e le relative pastiglie ma anche il servofreno e le ganasce

 

Preventivo astronomico !

(ma è il prezzo che si paga per la comodità di non doversi sbattere troppo per un'auto)

 

 

No no .... niente gli dico , lascia perdere non vale neanche la macchina quella cifra .

 

Il giorno dopo però .... mando mio figlio da un meccanico generico ( razza oramai in estinzione)

mio vecchio conoscente perchè gli dia un'occhiata .

 

 

Jo gli spiega il problema ed il meccanico resta perplesso ... neanche le pastiglie sono da cambiare secondo lui

 

Poi propone a mio figlio di andare assieme in un centro revisione li vicino che lui conosce bene

 

"la mettiamo sul banco a rulli e facciamo una prerevisione , se da risultati positivi poi facciamo la vera e propria revisione "

 

Risultato ? 

 

Revisione passata senza problemi al costo di 100 euro totali compresa mancia per il meccanico generico !

 

 

Una telefonatina piccante  all'officina SAAB non me la sono di certo fatta mancare

 

 

ps

cmq in italia un elettrauto che ripara alternatori non credo che si trovi più in circolazione


Messaggio modificato da Rick il 22 settembre 2014 - 15:42


#12 Rio

Rio

    Newbie


  • 4 messaggi
  • Iscritto il: 07-agosto 15

Inviato 08 agosto 2015 - 18:10

Io vivo a Iași da due anni e spesso mi reco in Republica Moldova (Moldavia).
In zona ci sono due aeroporti: quello di Chisinau e quello di Iași. Entrambi gli aeroporti sono collegati con i principali aeroporti del Centro e Nord Italia.
Il tragitto Iași-Chisinau è di circa quattro ore con i microbuz che partono dalla autostazione Codreanu di Iași (che di trova di fronte alla stazione ferroviaria principale)ed il costo del biglietto è di circa 10 euro ( precisamente 40 lei rumeni).
Il taxi in Moldova e in Romania costa quattro soldi, per cui non vedo nessuna convenienza ad arrivare fino a qui con la macchina se non si è in almeno quattro persone.
Da aggiungere poi i principali problemi che si incontrano una volta entrati in Republica Moldova con l'auto: le strade sono disastrate (ho visitato la Repubblica Dominicana, Cuba,Venezuela,Thailandia ed Egitto, ma le strade moldave sono peggiori) e la polizia spesso vuole una mazzetta per lasciarti passare (la cosa può infastidire molto talune persone, come il sottoscritto).

#13 hohol

hohol

    Advanced Member


  • 292 messaggi
  • Iscritto il: 20-aprile 10

Inviato 04 ottobre 2015 - 21:21

Io vivo a Iași da due anni e spesso mi reco in Republica Moldova (Moldavia)

...

non vedo nessuna convenienza ad arrivare fino a qui con la macchina se non si è in almeno quattro persone

Ecco, vecchia discussione sui dubbi se conviene o meno viaggiare con l'auto

 

Dipende sempre da tanti particolari

 

Quest anno ho fatto due viaggi in MD, tutti due con la macchina,

no, diciamo la verità - uno e mezzo.

 

il primo con la macchina propria in tre

il secondo - sono andato con i parenti che venuti a noi dalla Moldavia sempre con la macchna.

E per tornare in Italia da solo ho presso il pullman, uno di questi che non mancano su questo percorso.

 

Devo dire che viaggio e andato bene,

sono arrivato da Chisinau a Firenze in 34 ore e speso 70 Euro

Certo che 34 ore non sono pochi e il pullman non e miglior posto per dormire

Ma i biglietti aereo non potevo trovare meno di 200 euro

 

Come sempre succede piu tempo e stato rubato dalle dogane, in particolare da Leuseni-Albita

Siamo arrivati alla frontiera a 10:00, alle 11:00 abbiamo attraversato il ponte,

e dopo... siamo partiti per attraversare Romania alle 14:30

Anche tra Romania e Ungheria passata un oretta

e proprio sul confine possibile immaginare quanta gente viaggia in questo modo tra Italia e Moldavia - tantissima!

 

Autisti erano in tre, tutti moldavi, però il bus aveva targa romena,

e stato offerto un pasto ai passeggeri in un ristorante poco dopo di Iasi

Aria condizionata era giusta, dentro faceva 24-26 gradi  (fuori +35)

ll tragitto tra Romania:  Iasi-Gura Humorului-Bistrita-Dej-Cluj Napoca-Oradea-Bors

l'Ungheria ho dormito, ricordo solo che mattino presto siamo stati fermati lungo Balaton di una pattuglia di polizia per controlli

Entrando in Italia percorso e stato vincolato dai punti di arrivo dei passeggeri.

I primi sono scesi in un autogrill prima di Padova,

dopo abbiamo proseguito per Vicenza, dove scesa piu numerosa parte dei viaggiatori insieme  con uno dei  autisti

e dopo andando verso Verona-Modena siamo arrivati ai presi di Bologna dove scesi quasi tutti e abbiamo anche lasciato rimorchio con i pacchi e un altro autista

E a Firenze bus e arrivato leggerssimo, siamo rimasti circa 7-10

 

Cmq tutto sommato - niente di grave - non e comodissimo, ma piu che accettabile.