Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

documenti per viaggiare con minore in Moldova (coppia mista, non sposata)


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
6 risposte a questa discussione

#1 Raraavis

Raraavis

    Newbie


  • 9 messaggi
  • Iscritto il: 13-maggio 11

Inviato 13 agosto 2013 - 00:42

Salve a tutti.

Sono alla ricerca di informazioni per ciò che riguarda il viaggio dall’Italia in Moldova con minori. Ho già cercato sul forum eventuali risposte, ma non ho trovato ancora niente che faccia esattamente al caso mio.

Mio fidanzato (cittadino italiano) e io (cittadina moldava) stiamo aspettando un figlio che dovrebbe nascere a fine novembre. Il bambino sarà riconosciuto dal padre e dunque avrà il suo cognome e la cittadinanza italiana. Io avrei l’intenzione di passare la maternità facoltativa, più o meno da metà aprile fino a metà settembre, in Moldova a casa dei miei genitori, ma non sono sicura come gestire la situazione dal punto di vista dei documenti per il bebè. Vorrei trovare la soluzione più pratica, meno costosa, ma soprattutto quella che mi faccia evitare estenuanti trasferte burocratiche con un neonato al seguito.

Ipotesi 1: viaggio in Moldova (da sola, cioè senza mio fidanzato) col bebè munito del suo passaporto italiano e il lasciapassare per l’espatrio dei minori con il consenso del padre e così dovrei essere a posto per le autorità italiane. Ma per le autorità moldave può andare bene? So che alla pagina 5 del passaporto per il minore sono indicati i genitori dello stesso, per cui così potrò dimostrare alle autorità moldave che sono la madre del bambino. Ma che voi sappiate ho bisogno di altro per poter entrare in Moldova?

Poi, in quanto cittadino italiano, mio figlio può stare in Moldova fino a 90 giorni, ma siccome ho intenzione di starci per circa 5 mesi, cosa faccio poi? Posso estendere il suo soggiorno per altri 60 – 70 giorni? Qualcuno di voi l’ha già fatto? E’ una procedura impegnativa? Come e dove va fatta? Oppure il bimbo avrà bisogno di un permesso di soggiorno? (Spero tanto di no!) E anche in questo caso dove e come si fa?

Ipotesi 2: viaggio in Moldova col bebè munito del suo passaporto italiano e il lasciapassare per l’espatrio dei minori con l’assenso del padre. Ferme restando i quesiti di sopra per ciò che riguarda le autorità frontaliere moldave, mi stavo chiedendo se, una volta in Moldova posso fare al bambino il passaporto moldavo sul posto? Così non avrei più il vincolo dei 90 giorni di soggiorno, almeno spero sia così. Ma anche in questo caso, di cosa avrò bisogno come documenti per il bebè? E’ sufficiente se porto con me l’estratto dell'atto di nascita redatto sul modello plurilingue della Convenzione di Vienna? Il buon senso mi dice che dovrebbe essere accettato dalle autorità moldave tale quale, anche se ho saputo che l’Ambasciata Moldava ne richiede l’apposizione dell’Apostille! Non essendo noi sposati, mi possono chiedere anche la presenza del padre, oppure qualche autorizzazione da parte sua per poter fare il passaporto moldavo?

Ipotesi 3 (che vorrei evitare!!!). Prima di partire per Moldova, mi reco a Bologna per fare al piccolo anche il passaporto moldavo. Ma è una scelta che vorrei davvero evitare, in quanto recarsi a quasi 400 km con un bimbo di un mese non è il massimo. E, da quanto ho capito, i tempi sono molto lunghi e i costi non indifferenti. Rischio di non farcela in tempo per la mia partenza.

Vorrei sapere se qualcuno si è già trovato nella mia situazione e come ha risolto il problema? Vorrei solo sottolineare che né io, né mio fidanzato ci teniamo in modo particolare che il piccolo abbia la cittadinanza moldava. Lo farei solo per non condizionare il soggiorno del bambino in Moldova, anche per il futuro. Grazie dei vostri suggerimenti.



#2 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 13 agosto 2013 - 07:16

Salve a tutti.
Sono alla ricerca di informazioni per ciò che riguarda il viaggio dall’Italia in Moldova con minori. Ho già cercato sul forum eventuali risposte, ma non ho trovato ancora niente che faccia esattamente al caso mio.

Ipotesi 1: viaggio in Moldova (da sola, cioè senza mio fidanzato) col bebè munito del suo passaporto italiano e il lasciapassare per l’espatrio dei minori con il consenso del padre e così dovrei essere a posto per le autorità italiane. Ma per le autorità moldave può andare bene? So che alla pagina 5 del passaporto per il minore sono indicati i genitori dello stesso, per cui così potrò dimostrare alle autorità moldave che sono la madre del bambino. Ma che voi sappiate ho bisogno di altro per poter entrare in Moldova?
Poi, in quanto cittadino italiano, mio figlio può stare in Moldova fino a 90 giorni, ma siccome ho intenzione di starci per circa 5 mesi, cosa faccio poi? Posso estendere il suo soggiorno per altri 60 – 70 giorni? Qualcuno di voi l’ha già fatto? E’ una procedura impegnativa? Come e dove va fatta? Oppure il bimbo avrà bisogno di un permesso di soggiorno? (Spero tanto di no!) E anche in questo caso dove e come si fa?
Ipotesi 2: viaggio in Moldova col bebè munito del suo passaporto italiano e il lasciapassare per l’espatrio dei minori con l’assenso del padre. Ferme restando i quesiti di sopra per ciò che riguarda le autorità frontaliere moldave, mi stavo chiedendo se, una volta in Moldova posso fare al bambino il passaporto moldavo sul posto? Così non avrei più il vincolo dei 90 giorni di soggiorno, almeno spero sia così. Ma anche in questo caso, di cosa avrò bisogno come documenti per il bebè? E’ sufficiente se porto con me l’estratto dell'atto di nascita redatto sul modello plurilingue della Convenzione di Vienna? Il buon senso mi dice che dovrebbe essere accettato dalle autorità moldave tale quale, anche se ho saputo che l’Ambasciata Moldava ne richiede l’apposizione dell’Apostille! Non essendo noi sposati, mi possono chiedere anche la presenza del padre, oppure qualche autorizzazione da parte sua per poter fare il passaporto moldavo?
Ipotesi 3 (che vorrei evitare!!!). Prima di partire per Moldova, mi reco a Bologna per fare al piccolo anche il passaporto moldavo. Ma è una scelta che vorrei davvero evitare, in quanto recarsi a quasi 400 km con un bimbo di un mese non è il massimo. E, da quanto ho capito, i tempi sono molto lunghi e i costi non indifferenti. Rischio di non farcela in tempo per la mia partenza.
Vorrei sapere se qualcuno si è già trovato nella mia situazione e come ha risolto il problema? Vorrei solo sottolineare che né io, né mio fidanzato ci teniamo in modo particolare che il piccolo abbia la cittadinanza moldava. Lo farei solo per non condizionare il soggiorno del bambino in Moldova, anche per il futuro. Grazie dei vostri suggerimenti.



ti posso rispondere solo parzialmente, raccontando quello che è capitato alla mia nipotina di un anno che viaggiava accompagnata, qui a luglio, solo dalla mamma non sposata, con il compagno rimasto a casa per motivi di lavoro. Io escluderei da subito la terza opzione:quelladel passaporto moldavo, spostando il neonato di qualche mese in una città lontana e in un consolato di Bologna (io sono di Bologna)che conosco per essere fiscale e certamente non troppo aperto a soluzioni concilianti. Nel senso che in caso di passaporto moldavo, il compagno deve essere presente per l'assenso con tanto di notaio sul posto che deve garantire sull'identità del padre: piu'aspettare i regolamentari 45 giorni che poi si allungano e ti deve rispostare per andare a prendere l'eventuale passaporto. Punto. Ovviamente anche nel caso dell'opzione2, per ottenere il passaportomoldavo sarebbe richiesta pure la presenza del padre a Chisinau per l'assenso.

L'opzione 1 mi sembra la più percorribile. Le autorità moldave (e nel mio caso anche quelle dnistriane) guardano i 2 passaporti di mamma e neonato (quello italiano) e non fanno problemi. Per loro fa testo la madre garante al punto che alla frontiera PMR, ci attendevamo di fare la registrazione per la piccola.Ma niente di tutto cio'. Tutto semplice se il neonato staziona in Moldova-PMR solo per 90 giorni. Per tempi superiori nutro dei dubbi. Il neonato come cittadino italiano dovrebbe uscire dal territorio moldavo e rientrare dopo 3 mesi....e questo sarebbe un guaio. Ecco perchè la mia risposta è solo parziale, in quanto non so se esistono provvedimenti speciali per i neonati che consentano di rimanere in Moldavia oltre i tre mesi.
A questo punto manda un mail al consolato di Bologna per avere una risposta sul tuo problema (periodo di permanenza). Non sono dei fulmini nella risposta ma dopo un certo tempo dovrebbero chiarirti questo dubbio

e-mail: bologna@mfa.md

e in bocca al lupo per la tua gravidanza....e l'arrivo in Moldavia

e complimenti per il tuo perfetto italiano (immagino con qualche suggerimento del fidanzato)

#3 Raraavis

Raraavis

    Newbie


  • 9 messaggi
  • Iscritto il: 13-maggio 11

Inviato 13 agosto 2013 - 14:53

Grazie giobruno per la tua sollecita risposta.

L’ho trovata molto utile.

Visto che l’ipotesi 3 sembra la più impegnativa ed essendo anche quella che mi piace di meno, sono propensa ad abbandonarla definitivamente.

Spero ancora di sentire qualche italiano che magari si è trovato di dover stare più di 90 giorni in Moldova e ha dovuto chiedere lì sul posto un’estensione del soggiorno, senza però dover fare un vero e proprio permesso di soggiorno. Ma so che molti sono in ferie in questo periodo, per cui non mi rimane che pazientare. Manderò sicuramente anche una mail a Bologna con la speranza di ricevere qualche risposta. Non scarto per ora anche l’ipotesi 2. Siccome mio fidanzato è intenzionato a venire a trovarci quando ha le ferie a giugno, magari riusciamo a fare il passaporto moldavo sul posto. Ma devo capire bene esattamente quali sono i documenti richiesti e la tempistica della procedura, soprattutto la parte dove è richiesta la presenza fisica del padre, visto che non potrà fermarsi in Moldova per molto tempo. Anche in questo caso spero che qualche coppia mista, che si sia trovata nella nostra situazione, abbia già percorso questa strada e sappia darmi più dettagli possibili sulla procedura. Comunque io aggiornerò questo tema se dovessero esserci degli eventuali progressi. Grazie per gli auguri per la gravidanza, anche noi preghiamo Dio che vada tutto bene. Per ciò che riguarda l’italiano, questo è tutto mio e niente aiutino da parte del fidanzato. Anzi, siccome lui ogni tanto fa interventi sulla stampa, prima di inviare i suoi pezzi chiede anche la mia opinione. Non tanto per ciò che riguarda questioni di ortografia, ma più per le scelte di stile. Invece il mio italiano, che comunque considero ancora lontano dalla perfezione, è solo il risultato del mio impegno e di tanta voglia di migliorare. Ho studiato da sola per superare il livello C1 della Certificazione di Italiano come Lingua Straniera dell’Università per Stranieri di Siena. Poi ho anche preso il diploma in ragioneria al serale, dove ho avuto un professore di italiano a dir poco fantastico. Tutto qui.

#4 pierpa

pierpa

    Advanced Member


  • 307 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 10

Inviato 13 agosto 2013 - 19:38

Ciao Raraavis
Su un tema simile se me parla anche in "neonato in volo" nel "I voli tra italia e Moldova" ( scusa con iPad non son capace a postare link).
Io non ti so dare una riposta certa ma mi viene da commentare così:

Ipotesi 1: "passaporto del minore più il lasciapassare per l'espatrio" - quando andate a chiedere il rilascio del passaporto per minore, se entrambi date il consenso al viaggio con uno solo dei genitori allora il passaporto viene rilasciato già di per se valido per viaggiare con un solo genitore e non mi risulta serva altro per la comunita' europea/italia?
Se non date il consenso allora probabilmente serve quello che chiami lasciapassare ma che non so cosa sia. O forse ti riferisci a quello che servirebbe per uscire poi dalla Moldova ?

Ipotesi 2: "rilascio del passaporto in Moldova" - con l'estratto dell'atto di nascita in formato internazionale (e anche se non dovuta, io una apostilla la sprecherei visto che e' facile averla) non ci giurerei ma penso che in MD possano rilasciare il passaporto MD anche senza presenza del genitore italiano. Mi ricordo qui nel forum uno o due interventi dove si diceva che era stato fatto.
Meglio chiedere informazioni al consolato.

Ipotesi 3: se ho capito bene, nascita fine novembre, partenza meta' aprile. Sono oltre 4 mesi. Forse come dici tu non c'è abbastanza tempo tramite il consolato. Quindi ti rimane ipotesi 1 o 2.

Da quello che avevo capito leggendo la legge sui documenti sul sito dello stato civile, mi pareva che il cittadino moldavo avesse obbligo di "denunciare" un atto principale di stato civile (la nascita di un figlio e' tra questi) avvenuta all'estero entro 3 mesi, tramite consolato o direttamente in MD al rientro, e quindi mi pare di capire che la cittadinanza sia la conseguenza di un obbligo.

Sul discorso di superare i 90 giorni riferiti al timbro sul passaporto italiano, non saprei e magari dico un'altra scemenza ma secondo me va a cozzare proprio con il fatto che essendo in Moldova non si può non fare la denuncia allo stato civile. Il passaporto MD penso si possa ottenere anche in 24 ore pagando il costo relativo.
Prova anche a vedere sul sito border.gov.md dove c'è una sezione relativa all'attraversamento frontiere con minori.
Auguri e riporta per favore le eventuali risposte del consolato di BO.
Ciao

#5 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 15 agosto 2013 - 11:54

Grazie giobruno per la tua sollecita risposta.
L’ho trovata molto utile.
Visto che l’ipotesi 3 sembra la più impegnativa ed essendo anche quella che mi piace di meno, sono propensa ad abbandonarla definitivamente.
Spero ancora di sentire qualche italiano che magari si è trovato di dover stare più di 90 giorni in Moldova e ha dovuto chiedere lì sul posto un’estensione del soggiorno, senza però dover fare un vero e proprio permesso di soggiorno. Ma so che molti sono in ferie in questo periodo, per cui non mi rimane che pazientare. Manderò sicuramente anche una mail a Bologna con la speranza di ricevere qualche risposta. Non scarto per ora anche l’ipotesi 2. Siccome mio fidanzato è intenzionato a venire a trovarci quando ha le ferie a giugno, magari riusciamo a fare il passaporto moldavo sul posto. Ma devo capire bene esattamente quali sono i documenti richiesti e la tempistica della procedura, soprattutto la parte dove è richiesta la presenza fisica del padre, visto che non potrà fermarsi in Moldova per molto tempo. Anche in questo caso spero che qualche coppia mista, che si sia trovata nella nostra situazione, abbia già percorso questa strada e sappia darmi più dettagli possibili sulla procedura. Comunque io aggiornerò questo tema se dovessero esserci degli eventuali progressi. Grazie per gli auguri per la gravidanza, anche noi preghiamo Dio che vada tutto bene. Per ciò che riguarda l’italiano, questo è tutto mio e niente aiutino da parte del fidanzato. Anzi, siccome lui ogni tanto fa interventi sulla stampa, prima di inviare i suoi pezzi chiede anche la mia opinione. Non tanto per ciò che riguarda questioni di ortografia, ma più per le scelte di stile. Invece il mio italiano, che comunque considero ancora lontano dalla perfezione, è solo il risultato del mio impegno e di tanta voglia di migliorare. Ho studiato da sola per superare il livello C1 della Certificazione di Italiano come Lingua Straniera dell’Università per Stranieri di Siena. Poi ho anche preso il diploma in ragioneria al serale, dove ho avuto un professore di italiano a dir poco fantastico. Tutto qui.


beh posso dirti da ex prof che sei stata un'allieva con gli attributi...con tanta voglia di fare e di eessere all'altezza della situazione... 'tot in regula' come si dice pressapoco nella tua lingua. Un raro esempio come 'raraavis'.

Parlando seriamente, se il fidanzato, dovesse essere il prossimo giugno in Moldova allora anche l'opzione 2 sarebbe piu' che valida con la possibilità di fare il passaporto moldavo per il neonato che a quella data avrebbe 2-3 mesi. E poi a Chisinau avresti anche un'Ambasciata Italiana efficiente e in grado di accelerare l'iter per ottenere il documento o cmq darti consigli utili. Vedo più rosa nel tuo prossimo futuro.

#6 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 05 novembre 2013 - 15:11

Ho letto questa discussione solo oggi quindi non sò se leggerai la mia risposta. Comunque, per esperienze fatte personalmente, se decidi e puoi registrare tuo figlio presso l'Ufficio dello Stato Civile in Moldavia ti consiglio, oltre che chiamare il consolato anche di mandare una persona all'Ufficio dello Stato Civile in Moldavia dove intendi poi andare. Parlare con il direttore, spiegare i fatti e chiedere di quali documenti hai bisogno. Questo per evitare sorprese.



#7 solnisco

solnisco

    Advanced Member


  • 85 messaggi
  • Iscritto il: 16-luglio 07

Inviato 07 dicembre 2013 - 11:34

Prendi con le pinze quello che sto per dire perchè andrebbe verificato ma a logica direi questo:

Il bambino in quanto figlio di un italiano acquisisce immediatamente alla nascita la cittadinanza italiana.
La mamma è moldava e se vale anche in Moldova dovrebbe ottenere de facto anche la cittadinanza moldova; in pratica dovrebbe avere la doppia cittadinanza italiana/moldava.

Fatta questa premessa è bene ricordare che chi gode di doppia cittadinanza gode di quella nel quale Paese si trova. Mi spiego meglio; una persona con doppia cittadinanza sarà -nel nostro caso- italiana in Italia e moldava in Moldova e quindi una volta arrivata dall'italia in Moldova con passaporto italiano sarà comunque moldava nel periodo di permanenza. (Meglio sarebbe avere ambedue i passaporti sia italiano che moldavo per attestare appunto la doppia cittadinanza e quello moldavo lo si può fare a Chisinau).