Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto
- - - - -

Topinambur


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
6 risposte a questa discussione

#1 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 12 agosto 2013 - 14:02

Ho un amico che coltiva in Moldova, da un paio d'anni, il topinambur.

 

Ora, visto il successo di questo vegetale e la sempre maggiore richiesta dello stesso

 

sia sul mercato interno che esterno (soprattutto sul secondo)

 

questa persona sta modificando un po' l'iniziale impostazione della sua azienda

 

poichè intende lavorare ed imballare il prodotto direttamente in Moldova.

 

Stiamo mettendo in piedi un piccolo gruppo che si occuperà, fra le altre cose,

 

anche della distribuzione di questo prodotto

 

i cui utilizzi sono molteplici (vanno dalla cucina all'erboristeria)

 

sul mercato europeo e russo.

 

Se qualcuno dovesse essere interessato a partecipare a questo interessante progetto

 

puo' contattarmi in privato.


Messaggio modificato da badica il 12 agosto 2013 - 14:04


#2 jerrydrake

jerrydrake

    Advanced Member


  • 9846 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 12 agosto 2013 - 16:34

Ho visto che i prezzi iniziano decisamente a scendere.

 

Forse perchè prima erano importati?



#3 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 13 agosto 2013 - 08:06

Ho visto che i prezzi iniziano decisamente a scendere.
 
Forse perchè prima erano importati?



guarda Jerry che il topinambur è un tubero facie da coltivare e se uno ha un fazzoletto di terra puo' piantarselo con facilità e raccoglierlo a fine anno.E' quasi infestante perchè si moltiplica celermente.

I prezzi scendono? penso proprio perchè il prodotto comincia a 'girare' anche in terra moldava.
E' un prodotto a me particolarmente caro perchè è uno dei più forti rimedi dietetici per i diabetici, contenendo inulina. Qui a Bender comincerò a seminarne nell'orto ad aprile maggio.

Tu che hai problemi di sovrappeso....(penso non di cellulite), è l'ideale.

Io cambierei anche il nome orribile che porta, usando quello di patata del Canada.

#4 jerrydrake

jerrydrake

    Advanced Member


  • 9846 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 13 agosto 2013 - 08:16

Tu che hai problemi di sovrappeso....

 

 

 

E' solo una questione di solidarietà  :lol3:


Messaggio modificato da jerrydrake il 13 agosto 2013 - 08:17


#5 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 13 agosto 2013 - 12:01

il topinambur è un tubero facie da coltivare e se uno ha un fazzoletto di terra puo' piantarselo con facilità e raccoglierlo a fine anno

I prezzi scendono? penso proprio perchè il prodotto comincia a 'girare' anche in terra moldava.
E' un prodotto a me particolarmente caro perchè è uno dei più forti rimedi dietetici per i diabetici, contenendo inulina.
 

 

Esattamente Giordano.

 

Da quel che vedo di problemi nella coltivazione non ce ne sono. Questa persona ha a disposizione dieci ettari, appezzamenti sufficienti per ricavarne, a seconda dei casi, dalle 6 alle 7 tonnellate di succedaneo del caffè (ahimè si usa anche per questo :)) , 6 tonnellate di polvere/farina per uso alimentare e altrettante per la produzione di fitofarmaci.

 

Con la parte verde produce un'ottima farina/integratore per animali e combustibile ecologico.

 

E' senza dubbio una coltivazione interessante.


Messaggio modificato da badica il 13 agosto 2013 - 12:07


#6 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 13 agosto 2013 - 12:12

Esattamente Giordano.
 
Da quel che vedo di problemi nella coltivazione non ce ne sono. Questa persona ha a disposizione dieci ettari, appezzamenti sufficienti per ricavarne, a seconda dei casi, dalle 6 alle 7 tonnellate di succedaneo del caffè (ahimè si usa anche per questo :)) , 6 tonnellate di polvere/farina per uso alimentare e altrettante per la produzione di fitofarmaci.
 
Con la parte verde produce un'ottima farina/integratore per animali e degli accendifuoco ecologici.
 
E' senza dubbio una coltivazione interessante.


quella degli accendifuoco ecologici proprio non la sapevo.

Anche lo spettro degli usi e applicazioni di questo prodotto della terra sta ampliandosi.

Penso proprio che il chernozem locale faccia molto bene alla produzione di questa patata multifunzionale e a mio parere quel tuo amico ha avuto l'occhio lungo e ...ben disteso su un'area da 10 ettari!

#7 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 13 agosto 2013 - 12:17

quella degli accendifuoco ecologici proprio non la sapevo.
 

 

Si, fanno quei blocchetti pressati, pellets e tronchetti vari...