Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto
- - - - -

Il Regina Pacis in Transnistria?

No Profit Moldavia Moldova

Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
5 risposte a questa discussione

#1 Domenico

Domenico

    Advanced Member


  • 7179 messaggi
  • Iscritto il: 01-agosto 05

Inviato 10 febbraio 2013 - 21:45

Don Cesare me ne aveva accennato ad agosto... adesso la questione è di pubblico dominio... copio e incollo dal notiziario della Fondazione...

 

 

Le autorità di Tiraspol in Transnistria hanno chiesto alla Fondazione Regina Pacis di realizzare una mensa per i poveri
 
Allega File  ScreenShot029.jpg   50,4K   2 Numero di downloads
Già in occasione dell’incontro da parte dei rappresentanti della Fondazione Regina Pacis con il Presidente della Transnistria era stata fatta la richiesta della realizzazione di una mensa sociale in Tiraspol, sul modello di quella già esistente in Chisinau. Dopo altri incontri avvenuti nei mesi scorsi, la richiesta è stata ancora più decisa, tanto da indurre le stesse autorità a mettere a disposizione uno stabile (foto) che, fatte le dovute valutazioni potrebbe essere funzionale al progetto di assistenza agli anziani.
Non si tratta di un progetto di facile realizzazioni,per tanti motivi, oltre alla necessità di dover tener conto anche dell’impegno già in atto in Transnistria sia da parte della Chiesa cattolica, sia da parte della stessa Fondazione Regina Pacis.
La riflessione è d’obbligo, oltre alle certezza di non dover mai abbandonare nella sofferenza chi vive in uno stato di assoluto bisogno, ed in questo caso si tratta di poveri ed anziani.
 
E se la decisione toccasse a voi?


#2 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 10 febbraio 2013 - 21:53

Ho riflettuto su questo discorso che gia' conosco da qualche giorno.

Cosa possiamo fare noi ?

Io credo che la cosa si debba fare e ritengo sia necessaria.

Proprio oggi ero a Bender.

Io ci sono, come ho riferito agli interessati.



#3 Domenico

Domenico

    Advanced Member


  • 7179 messaggi
  • Iscritto il: 01-agosto 05

Inviato 10 febbraio 2013 - 21:58

Io ci sono, come ho riferito agli interessati.

 

"La strada è lunga, ma non esiste che un solo mezzo per sapere dove può condurre, proseguire il cammino." (Don Tonino Bello)

 

Per quel (poco) che posso, ci sono anch'io!



#4 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 11 febbraio 2013 - 11:10

Don Cesare me ne aveva accennato ad agosto... adesso la questione è di pubblico dominio... copio e incollo dal notiziario della Fondazione...

 

 

Le autorità di Tiraspol in Transnistria hanno chiesto alla Fondazione Regina Pacis di realizzare una mensa per i poveri
 
 
 
E se la decisione toccasse a voi?

 

E' un progetto oltremodo impegnativo che non fa fare sogni tranquilli all'italiano piu' importante in terra moldava.

E' un fatto che il Don sta cercando di ottenere solidarietà, consigli,suggerimenti.....e aiuti dagli italiani stanziati qui ma comprensibilmente è diviso tra la motivazione di non abbandonare nella sofferenza poveri e anziani in PMR e dall'altra è atterrito dal grande lavoro che un progetto di tale portata implica.

 

E poi come ho già scritto a lui, la mensa a Tiraspol non è solo un impegno sociale di grande rilevanza, ma porta con sè anche un messaggio con implicazioni politiche: la chiesa  dimostra con questo di essere 'transfrontaliera', di andare cioè oltre il Nistro abbattendo assurde  barriere politiche che stanno 'impoverendo' il polpolo moldavo.

 

C'è da domandarsi perchè Shevchuk 'supplica' così tanto per avere una Regina Pacis in PMR quando poi i due governi dimostrano di complicare la vita della propria gente, all'interno di un condominio di incomprensioni? E' recente, tra l'altro, il decreto del presidente che blocca i conti in valuta estera della società Sheriff,monopolizzatrice delle maggiori attività dnistriane (tra cui l'approvigionamento di merci e carburante dall'estero), che faranno sparire in tempi brevi prodotti dagli scaffali dei supermarket e carburante dalle pompe..Per non parlare degli incontri in corso a Leopoli in Ucraina dove si dovrebbe affrontare lo status politico della regione,ma che si concuderà, presumibilmente, con un nulla di fatto, se non sul piano commerciale e .. altre cose di secondo piano. 

 

E allora se noi qui italiani dobbiamo non essere sordi al 'grido di dolore'  o se volete più sensibili alla richiesta di aiuto di un popolo, perchè non dovremmo parlare delle necessità e in generale dei problemi di un paese che non deve esistere nè in geografia nè come entità disgiunta da piùdi 22 anni? In buona sostanza, Chisinau vieta a tutti i livelli di parlare di Transnistria perchè non esiste.....ma per gli italiani deve esistere. E qui a mio parere bisogna insistere su una doppia funzione della Regina Pacis in PMR. Se si creerà un centro sociale per i poveri, si deve fare intendere all'amministrazione locale che ci deve essere, una volontà non mascherata, di creare piu' opportunità di collaborazione e agevolazioni  con l'imprenditoria italiana, che sicuramente supporterà piu' volentieri il progetto della mensa sociale al dilà del Nistro.

 

Nonostante i miei distinguo, non sono il signor no....e mi dichiaro disponibile, e ci sono quando  sono qui a Bender.



#5 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 11 febbraio 2013 - 14:19

di Ong ce ne sono e ce ne sono state in PMR

 

il problema è che spesso queste nascondano sotto i buoni propositi

 

secondi fini che rispondono ad interessi geopolitici .

 

 

Regina pacis e chiesa cattolica in genere

 

sono sotto queto aspetto una garanzia di non ingerenza



#6 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 11 febbraio 2013 - 14:30

Chisinau vieta a tutti i livelli di parlare di Transnistria perchè non esiste.....

è la famosa "soluzione" del conflitto ,

quella che in Md vanno predicando senza

mai specificarne i termini

e che assomiglia tanto alla famigerata "Endlösung der Judenfrage"