Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Allarme badanti

Moldova Economia

Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
10 risposte a questa discussione

#1 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 06 febbraio 2013 - 12:17

Allarme badanti, le famiglie non riescono a pagare l'assicurazione prevista dalla legge Fornero

di Giorgio Pogliotti

IL SOLE 24 ORE 5 febbraio 2013

badanti-imago--258x258.jpg?uuid=c89429f0

Nel 2013 rischia di scoppiare il «caos badanti». Per effetto della riforma Fornero che ha introdotto un nuovo "balzello" per finanziare il nuovo ammortizzatore, l'assicurazione sociale per l'impiego «gli anziani saranno considerati alla stregua di veri e propri imprenditori e in caso di licenziamento della persona che si prende cura di loro saranno costretti a pagare fino a 1.400 euro in tre anni, ovvero 473 euro all'anno». Lo denuncia lo Spi-Cgil che sottolinea come «tale cifra non andrà direttamente nelle tasche dei lavoratori licenziati ma finirà nelle casse dell'Inps per alimentare l'Aspi», inoltre l'importo dovuto «non tiene inoltre conto delle diverse tipologie

di lavoro e resta del tutto invariato sia che la badante licenziata abbia lavorato per poche ore alla settimana sia che abbia lavorato per otto ore al giorno».

Si alimenta il lavoro nero tra le badanti

Secondo il sindacato dei pensionati della Cgil in questo modo «non solo si penalizzano ulteriormente gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie con un pesante aggravio di

costi e di burocrazia» , ma si finisce «soprattutto per alimentare il lavoro nero, che nel settore è già una vera e propria piaga toccando la quota dell'80% con oltre 2 milioni di lavoratori non in regola». Lo Spi Cgil lancia un appello
alle forze politicahe affinchè intervenga per «correggere una norma che rischia di fare davvero molti guai». Nei giorni scorsi un appello analogo era stato lanciato da Assindatcolf, l'associazione dei datori di lavoro domestico aderente a Confedilizia, che aveva sollecitato l'eliminazione o quanto meno la revisione di questo contributo (quantificandolo in 483,80 euro per ogni 12 mesi di anzianità per un massimo di 3 anni) che dallo scorso 1° gennaio scatta «in tutti i casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, indipendenti dalla volontà del lavoratore»
.
Assindatcolf considera la normativa una l«imitazione alla facoltà del datore di lavoro domestico di risolvere il rapporto in qualsiasi momento ed un onere economico eccessivo».


Messaggio modificato da CarloP il 06 febbraio 2013 - 12:39


#2 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2013 - 12:36

che merda

Ma "loro" hanno "risanato l'italia "

Voglio propio vedere chi voterà questa gentaglia

una delle peggiori pagine della recente vita . . . politica (?) italiana

#3 jerrydrake

jerrydrake

    Advanced Member


  • 9846 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2013 - 13:56

Ma in Italia ha sempre funzionato cosi.

Almeno un tempo, fino alla nostra generazione, c'era una, seppur minima, coscienza civile che tramite i mass media o altro li faceva ragionare quei CAPRONI, oggi siamo difronte ad una generazione di pappamolle che davvero sono da vergogna!




 



#4 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2013 - 14:02

ci vuole una sana paura di comunismo

lo dico sempre

il meglio del comunismo

è stata la paura che avevano nei paesi capitalisti

che arrivasse il comunismo

#5 jerrydrake

jerrydrake

    Advanced Member


  • 9846 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2013 - 14:27

ci vuole una sana paura di comunismo

lo dico sempre

il meglio del comunismo

è stata la paura che avevano nei paesi capitalisti

che arrivasse il comunismo

Capisco la tua metafora, ma la realtà è che ormai è l'intera Europa para-comunista!

Mentre il mondo diventa capitalista, l'europa diventa sempre piu' comunista

Non esprimo giudizi di merito, sia chiaro, ma questa è la realtà.

C'è una vera guerra economica di proporzionali mondiali in atto, e l' europa la sta perdendo.

E questa è una guerra che porterà lo sconfitto ad un declino di cui nessuno di noi ne vedrà la fine.

#6 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 06 febbraio 2013 - 14:30

l'europa è il campo di battaglia

da sempre

#7 alex77fe

alex77fe

    Advanced Member


  • 695 messaggi
  • Iscritto il: 27-agosto 08

Inviato 06 febbraio 2013 - 16:13

Allarme badanti, le famiglie non riescono a pagare l'assicurazione prevista dalla legge Fornero

di Giorgio Pogliotti

IL SOLE 24 ORE 5 febbraio 2013

badanti-imago--258x258.jpg?uuid=c89429f0

Nel 2013 rischia di scoppiare il «caos badanti». Per effetto della riforma Fornero che ha introdotto un nuovo "balzello" per finanziare il nuovo ammortizzatore, l'assicurazione sociale per l'impiego «gli anziani saranno considerati alla stregua di veri e propri imprenditori e in caso di licenziamento della persona che si prende cura di loro saranno costretti a pagare fino a 1.400 euro in tre anni, ovvero 473 euro all'anno». Lo denuncia lo Spi-Cgil che sottolinea come «tale cifra non andrà direttamente nelle tasche dei lavoratori licenziati ma finirà nelle casse dell'Inps per alimentare l'Aspi», inoltre l'importo dovuto «non tiene inoltre conto delle diverse tipologie

di lavoro e resta del tutto invariato sia che la badante licenziata abbia lavorato per poche ore alla settimana sia che abbia lavorato per otto ore al giorno».

Si alimenta il lavoro nero tra le badanti

Secondo il sindacato dei pensionati della Cgil in questo modo «non solo si penalizzano ulteriormente gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie con un pesante aggravio di

costi e di burocrazia» , ma si finisce «soprattutto per alimentare il lavoro nero, che nel settore è già una vera e propria piaga toccando la quota dell'80% con oltre 2 milioni di lavoratori non in regola». Lo Spi Cgil lancia un appello
alle forze politicahe affinchè intervenga per «correggere una norma che rischia di fare davvero molti guai». Nei giorni scorsi un appello analogo era stato lanciato da Assindatcolf, l'associazione dei datori di lavoro domestico aderente a Confedilizia, che aveva sollecitato l'eliminazione o quanto meno la revisione di questo contributo (quantificandolo in 483,80 euro per ogni 12 mesi di anzianità per un massimo di 3 anni) che dallo scorso 1° gennaio scatta «in tutti i casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, indipendenti dalla volontà del lavoratore»
.
Assindatcolf considera la normativa una l«imitazione alla facoltà del datore di lavoro domestico di risolvere il rapporto in qualsiasi momento ed un onere economico eccessivo».

 

Piuttosto che l'evasione,meglio contratti individuali singoli con accordo economico (si traccia la dicitura);piuttosto che non essere coperti dall'infortunio sul lavoro,meglio scendere a patti offrendo massimali differenziati in base al rischio reale dell'attivita' che si svolge (un po' come quanto avviene con l'assicurazione per i veicoli di trasporto).

E' inaccettabile che vi siano tasse cosi' inique e senza rigore di logica;senza essere troppo lungo... una badante non ha il rischio equiparabile ad uno che lavora in una fonderia...

A tirare troppo la corda si incentiva l'evasione che e' gia' insista nell'animo di molti italiani,col rischio di aumentare la forbice delle tasse (chi le paga tutte e chi per niente..) e col rischio di deprimere quel poco che resta come lavoro regolare...



#8 TOROROLO

TOROROLO

    Advanced Member


  • 482 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 07

Inviato 09 febbraio 2013 - 11:32

Piuttosto che l'evasione,meglio contratti individuali singoli con accordo economico (si traccia la dicitura);piuttosto che non essere coperti dall'infortunio sul lavoro,meglio scendere a patti offrendo massimali differenziati in base al rischio reale dell'attivita' che si svolge (un po' come quanto avviene con l'assicurazione per i veicoli di trasporto).

E' inaccettabile che vi siano tasse cosi' inique e senza rigore di logica;senza essere troppo lungo... una badante non ha il rischio equiparabile ad uno che lavora in una fonderia...

A tirare troppo la corda si incentiva l'evasione che e' gia' insista nell'animo di molti italiani,col rischio di aumentare la forbice delle tasse (chi le paga tutte e chi per niente..) e col rischio di deprimere quel poco che resta come lavoro regolare...

sembra sia una bufala.



#9 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 09 febbraio 2013 - 12:21

sembra sia una bufala.

Da Il Sole 24 ore mi sembra davvero strano.

Ma tutto e' possibile in questo momento in Italia ...



#10 TOROROLO

TOROROLO

    Advanced Member


  • 482 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 07

Inviato 09 febbraio 2013 - 17:03

Da Il Sole 24 ore mi sembra davvero strano.

Ma tutto e' possibile in questo momento in Italia ...

http://www.vivaglian...are-colf-e.html



#11 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 09 febbraio 2013 - 17:17

http://www.vivaglian...are-colf-e.html

Bene, mi fa piacere.


Messaggio modificato da CarloP il 09 febbraio 2013 - 17:18