Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

La storia di Tudor Pânzari


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
11 risposte a questa discussione

#1 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 09 aprile 2012 - 08:06

Un paio di giorni fa mi trovavo a Chisinau nei pressi del Palazzo del Governo. Come forse molti di voi avranno visto, proprio davanti alla scalinata centrale, quella che da su PMAN, da diversi mesi una famiglia ha installato una piccola baracca ed ha incollato sul muretto di marmo una serie di cartelloni dove si spiegano i motivi del loro presidio e della loro protesta. Ho voluto fermarmi, dopo essere passato di li tante volte senza farlo mai, e farmi raccontare da questi signori la propria storia. Ho promesso loro che ne avrei parlato anche qui su Moldweb. A tal proposito vi posto una foto che ho scattato con il mio cellulare sabato scorso:

Immagine Postata

Tudor Pânzari è un veterano della guerra MD-PMR ed è rimasto in mezzo alla strada dopo che lo stabile nel quale risiedeva, a Causeni, è stato demolito. Lui in quel periodo girava da un ospedale all'altro per curare alcuni traumi subiti nel 1992. E' un caso molto complicato poichè, da quanto mi hanno garantito presso il Governo moldavo, a Tudor è stata offerta una casa (sia a Chisinau che nella sua Causeni) ma all'uomo, pare, queste alternative non vanno bene. Una cosa è certa, questa famiglia non puo' resistere ancora molto in quelle condizioni e va aiutata. Se non ricordo male Tudor vive, anzi sopravvive, con circa 300 Lei al mese...

Alcune info:







#2 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 09 aprile 2012 - 12:59

A novembre, nell'ultimo viaggio, ho visto questa "capannina",
ero dall'altra parte del marciapiede ... anzi credo di aver fatto anche una foto.
Ho pensato sicuramente ad una forma di protesta "pacifica" ed avevo valutato il
comportamento delle "autorita'" molto "democratico" nell'aver fatto costruire di
fronte ad un palazzo del potere una simile cosa.
Qui da noi sicuramente si sarebbero comportati in modo diverso.
Speriamo riescano a risolvere il suo problema.

Messaggio modificato da CarloP il 09 aprile 2012 - 12:59


#3 Giovanni Ricciardi

Giovanni Ricciardi

    Advanced Member


  • 691 messaggi
  • Iscritto il: 15-maggio 09

Inviato 09 aprile 2012 - 15:01

Un paio di giorni fa mi trovavo a Chisinau nei pressi del Palazzo del Governo. Come forse molti di voi avranno visto, proprio davanti alla scalinata centrale, quella che da su PMAN, da diversi mesi una famiglia ha installato una piccola baracca ed ha incollato sul muretto di marmo una serie di cartelloni dove si spiegano i motivi del loro presidio e della loro protesta. Ho voluto fermarmi, dopo essere passato di li tante volte senza farlo mai, e farmi raccontare da questi signori la propria storia. Ho promesso loro che ne avrei parlato anche qui su Moldweb. A tal proposito vi posto una foto che ho scattato con il mio cellulare sabato scorso:

Immagine Postata

Tudor Pânzari è un veterano della guerra MD-PMR ed è rimasto in mezzo alla strada dopo che lo stabile nel quale risiedeva, a Causeni, è stato demolito. Lui in quel periodo girava da un ospedale all'altro per curare alcuni traumi subiti nel 1992. E' un caso molto complicato poichè, da quanto mi hanno garantito presso il Governo moldavo, a Tudor è stata offerta una casa (sia a Chisinau che nella sua Causeni) ma all'uomo, pare, queste alternative non vanno bene. Una cosa è certa, questa famiglia non puo' resistere ancora molto in quelle condizioni e va aiutata. Se non ricordo male Tudor vive, anzi sopravvive, con circa 300 Lei al mese...

Vero, non si sopravvive con 300 lei al mese, moltissimi non ricevono neanche quelli. Tudor e moglie, intanto potevano accettare l'offerta della casa, invece di "dare spettacolo" nei pressi del Palazzo di Governo, cercarsi un lavoro, un lavoretto, se è fuori dall'ospedale significa che il più del suo stato di salute è risolto altrimenti un inverno in una baracca a -25° non l'avrebbe superato. Un piatto di minestra la fondazione Regina Pacis" non mi risulta l'abbia mai negato a chi si è presentato. Tudor è solo uno dei tanti, l'offerta della casa non l'autorizza a fare quello che fa, va aiutato, vero, vediamo chi di noi partecipanti al forum si attiva, non si può "essere buoni solo a Natale" o si è buoni sempre o non lo si è mai.

#4 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 09 aprile 2012 - 17:04

Veterano di una guerra
che duro' una manciata di mesi ...

Dopo 20 anni ancora vantano un credito
solo che
i fatti sono 2
o erano volontari
o erano in forza alla polizia moldava

quindi

nel primo caso il credito è aleatorio
nel secondo è stato sicuramente già saldato

#5 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 10 aprile 2012 - 07:15

Sia quel che sia....
quell'uomo è in difficoltà e va aiutato.
Tutto il resto, personalmente, non mi interessa, tenendo anche in considerazione che lui non fa leva sul suo status di ex combattente (se non per dire che è una persona che ha difeso la sua Patria) bensì sull'ingiustizia subita, cosa che per altro ha a che fare indirettamente con il conflitto poichè mentre l'uomo vagava da un ospedale all'altro per curarsi dalle ferite riportate in guerra qualcuno ha pensato bene di demolire la sua casa che, per ovvie ragioni, non poteva essere "protetta" dal proprietario.

Messaggio modificato da badica il 10 aprile 2012 - 10:30


#6 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 11 aprile 2012 - 17:17

Sia quel che sia....
quell'uomo è in difficoltà e va aiutato.
Tutto il resto, personalmente, non mi interessa, tenendo anche in considerazione che lui non fa leva sul suo status di ex combattente (se non per dire che è una persona che ha difeso la sua Patria) bensì sull'ingiustizia subita, cosa che per altro ha a che fare indirettamente con il conflitto poichè mentre l'uomo vagava da un ospedale all'altro per curarsi dalle ferite riportate in guerra qualcuno ha pensato bene di demolire la sua casa che, per ovvie ragioni, non poteva essere "protetta" dal proprietario.


Se noti

Io ho fatto un discorso un po' più generico .


Se segui e conosci la realà moldava come son certo tu faccia

sai bene quanto questi veterani

abbiano calcato la mano sui loro presunti crediti

con tutti i governi .

#7 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 12 aprile 2012 - 07:13

questi veterani
abbiano calcato la mano sui loro presunti crediti
con tutti i governi .


Crediti?

Io non parlo in generale,parlo della storia di questo signore, che non vanta crediti ma chiede, semplicemente, giustizia.

Ripeto...

Sia quel che sia....
quell'uomo è in difficoltà e va aiutato.
Tutto il resto, personalmente, non mi interessa



#8 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 12 aprile 2012 - 13:36

BAdica Badica BAdica .... :rasp:

tu fai un discorso

io ho preso spunto dal tuo

e ne sto facendo un altro !

#9 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 26 aprile 2012 - 12:17

Protestatarii care şi-au instalat corturi în faţa Guvernului, OBLIGAŢI să părăsească zona

Protestatarii care şi-au instalat corturi în faţa Guvernului sunt obligaţi să părăsească zona. Decizia aparţine Curţii Supreme de Justiţie. Magistraţii au lăsat în vigoare hotărârea Primăriei de a evacua adăposturile improvizate.

Astfel, potrivit legii cu privire la ordinea și moralitatea publică, corturile protestatarilor urmează să fie demontate.

Decizia Curţii spune că Jonh Onoje, Tudor Pânzari, Eriomenco Boris şi Eşanu Leonid sunt obligaţi să protesteze în altă parte. Oamenii care protesteaza în faţa Guvernului spun că decizia instanţei este ilegală şi le îngrădeşte dreptul la libera întrunire.

Decizia de Curţii Supreme de Justiţie este definitivă şi irevocabilă. Protestatarii spun că o vor ataca la Curtea Europeană pentru Drepturile Omului.

http://www.publika.m...ona_815331.html

#10 Giovanni Ricciardi

Giovanni Ricciardi

    Advanced Member


  • 691 messaggi
  • Iscritto il: 15-maggio 09

Inviato 26 aprile 2012 - 12:53

Protestatarii care şi-au instalat corturi în faţa Guvernului, OBLIGAŢI să părăsească zona



Decizia de Curţii Supreme de Justiţie este definitivă şi irevocabilă. Protestatarii spun că o vor ataca la Curtea Europeană pentru Drepturile Omului.

Queste persone che protestano hanno la possibilità di rivolgersi alla Corte Europea del Diritti Umani. Ummmm! cominciamo a vederci chiaro!!! chi è lo sponsor? dove vuole arrivare (lo sponsor) utilizzando la disgrazie altrui? A chi vogliono veramente colpire? stiamo attentamente a vedere dove ci porta questa storia.

#11 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 26 aprile 2012 - 13:05

Queste persone che protestano hanno la possibilità di rivolgersi alla Corte Europea del Diritti Umani. Ummmm! cominciamo a vederci chiaro!!! chi è lo sponsor? dove vuole arrivare (lo sponsor) utilizzando la disgrazie altrui? A chi vogliono veramente colpire? stiamo attentamente a vedere dove ci porta questa storia.


Ma quale sponsor!!!

Dietro a queste persone c'è

Oleg Brega

un semplice giornalista-attivista.

Messaggio modificato da badica il 26 aprile 2012 - 13:30


#12 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 26 aprile 2012 - 23:18

Oddddio

che in MD alcuni abbiano usato il CEDU come arma politica

costruendoci il proprio successo sia politico che professionale

non è poi un mistero


Uno su tutti

il socio fondatore di Filat

quell'avvocato di nome Tanasse

catapultato al ruolo di presidente della corte costituzionale