Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Finalmente...


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
16 risposte a questa discussione

#1 elle20

elle20

    Newbie


  • 100 messaggi
  • Iscritto il: 26-gennaio 09

Inviato 27 settembre 2011 - 15:11

Sono appena rientrato da Chisinau...Finalmente,ed era ora, alla dogana aeroportuale,ragazzi e ragazze giovani,disponibili ad aiutarti, e sorridenti...Se ripenso alla mie prime volte...(2002-2003) quando "scorazzavano" ,indisturbati, vecchie e vecchi marpioni,che facevano di tutto per crearti problemi e ricavare qualche euro....!!! :smiley20:

#2 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 27 settembre 2011 - 22:21

Era ora di sentirti... !!!
E ritorni da Chisinau senza raccontarci niente.... :prrrt:

#3 elle20

elle20

    Newbie


  • 100 messaggi
  • Iscritto il: 26-gennaio 09

Inviato 28 settembre 2011 - 11:17

Carlo...stai al tema :D ....piuttosto raccontami delle tue prime volte alla dogana...sono curioso di sapere se accadeva solo a me...magari avevo in fronte la scritta..,che noi "caroselliani" ricordiamo con nostalgia,...JO CONDOR!!!
Un abbraccio

#4 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 28 settembre 2011 - 11:21

Carlo...stai al tema :D ....piuttosto raccontami delle tue prime volte alla dogana...sono curioso di sapere se accadeva solo a me...magari avevo in fronte la scritta..,che noi "caroselliani" ricordiamo con nostalgia,...JO CONDOR!!!
Un abbraccio


Da quello che scrivi si deduce che hai avuto dei problemi con la dogana.
Perchè non ci racconti cosa ti è successo alla dogana?

Pallino

#5 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 28 settembre 2011 - 11:55

Carlo...stai al tema :D ....piuttosto raccontami delle tue prime volte alla dogana...sono curioso di sapere se accadeva solo a me...magari avevo in fronte la scritta..,che noi "caroselliani" ricordiamo con nostalgia,...JO CONDOR!!!
Un abbraccio


La prima volta ...
Ero già passato da esperienze di "dogane ucraine" dove ti rivoltavano come un calzino ...
ma sempre corretti.
In Moldova nel 1999 ... idem ..
Mi facevo la mia bella dichiarazione .. mi controllavano ..
non mi hanno mai chiesto soldi ...
A distanza di 11 anni e ci vado almeno una volta all'anno, non ho mai avuto problemi ...
I problemi basta prevenirli, a volte ... Valigia più pesante ... certo ho pagato per due chili in più.
Più che leggittimo ... per il resto non ho avuto mai problemi ...
che mi sia andata sempre bene ?. Questione di fortuna ?.
Per ora devo dire di si ...

Messaggio modificato da CarloP il 28 settembre 2011 - 11:56


#6 TOROROLO

TOROROLO

    Advanced Member


  • 482 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 07

Inviato 28 settembre 2011 - 12:52

alla dogana di Leuseni i doganieri moldavi, controllando l'auto hanno visto un vecchio tv al plasma da 42 pollici, lo portavo a Chisinau in quanto non era dotato di decoder per il digitale terrestre... il doganiere sosteneva che era nuovo e che valeva 700 euro e su quelli avrei dovuto pagare l'iva moldava.... circa il 24 % credo.... gli ho risposto che non avrei pagato nulla, alla fine 10 euro e via ..... questo nel 2010.

#7 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 28 settembre 2011 - 15:30

alla dogana di Leuseni i doganieri moldavi, controllando l'auto hanno visto un vecchio tv al plasma da 42 pollici, lo portavo a Chisinau in quanto non era dotato di decoder per il digitale terrestre... il doganiere sosteneva che era nuovo e che valeva 700 euro e su quelli avrei dovuto pagare l'iva moldava.... circa il 24 % credo.... gli ho risposto che non avrei pagato nulla, alla fine 10 euro e via ..... questo nel 2010.


Personalmente attraverso le frontiere Rumena e Moldava da 5 -6 anni e fino ad oggi non ho mai trovato difficoltà con i doganieri moldavi anzi devo dire che sono sempre stati gentili ; le difficoltà fino ad oggi le ho incontrate solo con la Polizia di Frontiera Rumena a BORS che ha cercato di cavillare nei documenti di viaggio della figlia della mia compagna.


Pallino

#8 elle20

elle20

    Newbie


  • 100 messaggi
  • Iscritto il: 26-gennaio 09

Inviato 28 settembre 2011 - 16:32


Da quello che scrivi si deduce che hai avuto dei problemi con la dogana.
Perchè non ci racconti cosa ti è successo alla dogana?

Pallino

Beh...quando sono andato la prima volta in Moldavia,correva l'anno 2002...ero giovane..sprovveduto..All'epoca,bisognava fare la dichiarazione dei soldi in entrata e poi presentarla all'uscita...Una volta ci rinchiusero in una stanza,insieme ad un mio amico,ci fecero un terzo grado...fummo " costretti" a farci sfilare 20 euro ciascuno,per farci andare via..In un'altra occasione..mi bloccarono al controllo bagagli..mi aprirono la valigia,cercando un pretesto per contestarmi..
Scucii 20 lei..(li avevo lasciati in tasca,prevedendo l'intoppo)...Il massimo delle risate fu quando bloccarono un altro mio amico...che davvero era rimasto all'asciutto,cioè senza soldi.Si sfilò i pantaloni per dimostrarlo..Ricordare oggi i numerosi episodi..mi fà sorridere!!

#9 TOROROLO

TOROROLO

    Advanced Member


  • 482 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 07

Inviato 28 settembre 2011 - 20:02


Personalmente attraverso le frontiere Rumena e Moldava da 5 -6 anni e fino ad oggi non ho mai trovato difficoltà con i doganieri moldavi anzi devo dire che sono sempre stati gentili ; le difficoltà fino ad oggi le ho incontrate solo con la Polizia di Frontiera Rumena a BORS che ha cercato di cavillare nei documenti di viaggio della figlia della mia compagna.


Pallino


io ho avuto problemi con i doganieri ungheresi sempre per la figlia minorenne di mia moglie, ma era dovuto al fatto che siamo entrati con la figlia inserita nel passaporto della mamma, durante il soggiorno a Chisinau abbiamo fatto il passaporto e al ritorno a loro non risultava il nuovo passaporto..... quando gli ho fatto vedere che avevo entrambi i documenti mi hanno fatto passare non prima di avermi fatto scaricare tutto e poi ricaricare senza controllare alcunchè...

#10 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 29 settembre 2011 - 07:53


io ho avuto problemi con i doganieri ungheresi sempre per la figlia minorenne di mia moglie, ma era dovuto al fatto che siamo entrati con la figlia inserita nel passaporto della mamma, durante il soggiorno a Chisinau abbiamo fatto il passaporto e al ritorno a loro non risultava il nuovo passaporto..... quando gli ho fatto vedere che avevo entrambi i documenti mi hanno fatto passare non prima di avermi fatto scaricare tutto e poi ricaricare senza controllare alcunchè...


Da quel che leggo devo dire che fino ad oggi sono stato sempre baciato dalla dea bendata. No so perchè gli unici problemi li ho trovati solo con i frontalieri Rumeni con un problema molto simile al tuo; nel mio caso il sig. frontaliero Rumeno non voleva accettare la CDS italiana e continuava a dire che la bambina (13 enne) doveva avere il suo passaporto, gli è stato fatto notare che l'inserimento nel passaporto materno è previsto dalla legge moldava e di rimando questo signore ha letteralmente buttato il passaporto moldavo della mia compagna attraverso il finestrino della mia auto.
L'ungherese che ha assistito alla scena ha fatto un gesto di dissenso per l'azione del suo collega rumeno.
Ahimè devo dire che ogni volta che si attraversano le frontiere bisogna portarsi con se un talismano perchè ne inventano sempre una di nuova.

PAllino

#11 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 29 settembre 2011 - 09:55


Personalmente attraverso le frontiere Rumena e Moldava da 5 -6 anni e fino ad oggi non ho mai trovato difficoltà con i doganieri moldavi anzi devo dire che sono sempre stati gentili ; le difficoltà fino ad oggi le ho incontrate solo con la Polizia di Frontiera Rumena a BORS che ha cercato di cavillare nei documenti di viaggio della figlia della mia compagna.


Pallino

Anche le frontiere hanno un volto umano

Premetto che in tanti anni di passaggio alle frontiere romena-moldava-transnistria non ho mai avuto problemi seri, vale a dire problemi che in ogni caso ho potuto risolvere in modo senza rimettterci le penne.
I piccoli problemi continuo ad averli a ridosso della dogana di Bors in uscita provenendo dalla Moldavia.
Sabato 24, 5 giorni fa dopo circa 800 km provenendo da Bender, deciso di fermarmi all'ultimo distributore della Petrom, 100 metri dalla docana

#12 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 29 settembre 2011 - 10:11

decido di far rifornimento, ma lo faccio in modo maldestro, virando a sinistra e attraversando la doppia linea continua. Ritorno poi a rifare la stessa manovra in uscita riattraversando la linea continua. La polizia dietro il distributore mi stoppa immediatamente e dopo la verifica dei documenti mi notifica l'infrazione che comporta un'ammenda di 500 lei (100-110euro). Cifra che immediatamente mi sarei sentito di pagare, essendo convinto di averla fatta 2 volte l'infrazione. A questa punto entra in scena mia moglie, figlia di un ex-poliziotto, che in modo molto gentile ammette che il sottoscritto dopo 800km era un po' frastornato e disattento, ma che, rivolgendomi verso di me in italiano molto incavolata, non intende affatto pagare. "Tu stai qui, fatti fare il verbale, io me ne ritorno a casa anche a piedi perchè 100 euro io non li do, perche' non li ho'. Mia moglie si appoggia alla macchina e non tradisce alcuna emozione. I due poliziotti capiscono un po' l'italiano e anche che non ci sono soldi da ricevere. Si guardono in faccia, mi ridanno i documenti e dandomi la mano mi dicono: 'Attenzione, la prossima volta'.
Determinazione di una donna e disponibilità della polizia: una cosa da annotare.

#13 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 29 settembre 2011 - 16:10

decido di far rifornimento, ma lo faccio in modo maldestro, virando a sinistra e attraversando la doppia linea continua. Ritorno poi a rifare la stessa manovra in uscita riattraversando la linea continua. La polizia dietro il distributore mi stoppa immediatamente e dopo la verifica dei documenti mi notifica l'infrazione che comporta un'ammenda di 500 lei (100-110euro). Cifra che immediatamente mi sarei sentito di pagare, essendo convinto di averla fatta 2 volte l'infrazione. A questa punto entra in scena mia moglie, figlia di un ex-poliziotto, che in modo molto gentile ammette che il sottoscritto dopo 800km era un po' frastornato e disattento, ma che, rivolgendomi verso di me in italiano molto incavolata, non intende affatto pagare. "Tu stai qui, fatti fare il verbale, io me ne ritorno a casa anche a piedi perchè 100 euro io non li do, perche' non li ho'. Mia moglie si appoggia alla macchina e non tradisce alcuna emozione. I due poliziotti capiscono un po' l'italiano e anche che non ci sono soldi da ricevere. Si guardono in faccia, mi ridanno i documenti e dandomi la mano mi dicono: 'Attenzione, la prossima volta'.
Determinazione di una donna e disponibilità della polizia: una cosa da annotare.


Ho già raccontato questa mia esperienza ma la narro di nuovo perchè molto simile alla tua GIO'. L'anno scorso mentre attraversavo BALTI mentre discutevo con la mia compagna stupidamente ho attraversato l'incrocio con il rosso, dalla mia DX è spuntato un poliziotto stradale a bordo di una macchina privata che mi ha intimato di fermarmi, io immediatamente ho fermato l'auto e avendo commesso la grave infrazione ero prontissimo a pagare la multa che ammonta a ca. 900-1000 lei; il poliziotto tira fuori dal borsello il blocco delle multe e da questo momento parte la mia compagna che inizia a discutere prima animatamente e poi con voce quasi commossa , dice al poliziotto che ero la prima volta che entravo in Moldova e che mi ero distratto perchè c'erano dei problemi a casa; non ho capito assolutamente niente di quello che dicevano tra di loro perchè non capisco il rumeno , so solo che il poliziotto ha messo via il blocco delle multe mi ha dato la mano augurandomi buon viaggio e di fare più attenzione.

Pallino

#14 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 29 settembre 2011 - 16:43

decido di far rifornimento, ma lo faccio in modo maldestro, virando a sinistra e attraversando la doppia linea continua. Ritorno poi a rifare la stessa manovra in uscita riattraversando la linea continua. La polizia dietro il distributore mi stoppa immediatamente e dopo la verifica dei documenti mi notifica l'infrazione che comporta un'ammenda di 500 lei (100-110euro). Cifra che immediatamente mi sarei sentito di pagare, essendo convinto di averla fatta 2 volte l'infrazione. A questa punto entra in scena mia moglie, figlia di un ex-poliziotto, che in modo molto gentile ammette che il sottoscritto dopo 800km era un po' frastornato e disattento, ma che, rivolgendomi verso di me in italiano molto incavolata, non intende affatto pagare. "Tu stai qui, fatti fare il verbale, io me ne ritorno a casa anche a piedi perchè 100 euro io non li do, perche' non li ho'. Mia moglie si appoggia alla macchina e non tradisce alcuna emozione. I due poliziotti capiscono un po' l'italiano e anche che non ci sono soldi da ricevere. Si guardono in faccia, mi ridanno i documenti e dandomi la mano mi dicono: 'Attenzione, la prossima volta'.
Determinazione di una donna e disponibilità della polizia: una cosa da annotare.


ma io devo dire la verità

la polizia rutiera rumena non la trovo affatto male .


Sono sicuramente rigidi ma non ciecamente intransigenti .


A volte ho avuto l'impressione che non siano molto abituati alla dialettica nostrana

voglio dire

una certa tendenza all'introversione di questi popoli la conosciamo bene

non sono abituati a trovarsi a discutere

in specie con le "autorità"

che riconoscono e rispettano in misura assai maggiore
di quanto siamo noi disposti a fare .


Se si prendesse una squadra di polizia rutiera rumena
e la si portasse a Napoli
penso che dopo poco sarebbero in preda a crisi di identità :MD:

#15 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 30 settembre 2011 - 07:27


ma io devo dire la verità

la polizia rutiera rumena non la trovo affatto male .


Sono sicuramente rigidi ma non ciecamente intransigenti .


A volte ho avuto l'impressione che non siano molto abituati alla dialettica nostrana

voglio dire

una certa tendenza all'introversione di questi popoli la conosciamo bene

non sono abituati a trovarsi a discutere

in specie con le "autorità"

che riconoscono e rispettano in misura assai maggiore
di quanto siamo noi disposti a fare .


Se si prendesse una squadra di polizia rutiera rumena
e la si portasse a Napoli
penso che dopo poco sarebbero in preda a crisi di identità :MD:


Straquoto quanto dici Rick, devo dire che in particolare i poliziotti moldavi si lasciano più facilmente "convincere" , probabilmente chiudono un occhio quando hanno a che fare con i propri connazionali e ne aprono tutti e due in caso dei stranieri , boh non so. A consuntivo devo dire che ho sempre trovato in loro una certa disponibilità e cortesia; contrariamente alla tua esperienza devo dire che trovo molto fastidioso l'atteggiamento della polizia stradale rumena e non mi spiego il perchè. Io 2 anni fa in un piccolissimo paese di confine rumeno /moldavo sono stato fermato dalla polizia rumena che mi contestava un eccesso di velocità misurato secondo loro con il radar; a parte le condizioni della starda, la completa mancanza di cartelli con il limite e di essere fuori un centro abitato, ho chiesto loro di darmi la rilevazione e la relativa foto , a questa domanda il poliziotto ha iniziato prima a farfugliare e poi ad alzare il tono della voce chiedendomi il passaporto e i documenti dell'auto , con tantissima calma ho risposto loro dicendogli che avrei pagato l'infrazione ma volevo vedere la rilevazione.
L'agente ha iniziato a urlare indicandomi di ritornare in auto e di appoggiare le mani sul volante , a questo punto è iniziato il bello, la mia compagna che finoa quel momento era stata zitta si è scatenata iniziando un battibecco molto acceso con il poliziotto , io non so cosa si sono detti ma alla questo signore mi ha chiamato ridandomi i documenti ed è rimontato in macchina sgommando letteralmente. POTENZA FEMMINILE, POTENZA DELLE DONNE MOLDAVE . BOH non so Probabilmente tutte e due visto i risultati.

Pallino

#16 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 30 settembre 2011 - 09:01


Straquoto quanto dici Rick, devo dire che in particolare i poliziotti moldavi si lasciano più facilmente "convincere" , probabilmente chiudono un occhio quando hanno a che fare con i propri connazionali e ne aprono tutti e due in caso dei stranieri , boh non so. A consuntivo devo dire che ho sempre trovato in loro una certa disponibilità e cortesia; contrariamente alla tua esperienza devo dire che trovo molto fastidioso l'atteggiamento della polizia stradale rumena e non mi spiego il perchè. Io 2 anni fa in un piccolissimo paese di confine rumeno /moldavo sono stato fermato dalla polizia rumena che mi contestava un eccesso di velocità misurato secondo loro con il radar; a parte le condizioni della starda, la completa mancanza di cartelli con il limite e di essere fuori un centro abitato, ho chiesto loro di darmi la rilevazione e la relativa foto , a questa domanda il poliziotto ha iniziato prima a farfugliare e poi ad alzare il tono della voce chiedendomi il passaporto e i documenti dell'auto , con tantissima calma ho risposto loro dicendogli che avrei pagato l'infrazione ma volevo vedere la rilevazione.
L'agente ha iniziato a urlare indicandomi di ritornare in auto e di appoggiare le mani sul volante , a questo punto è iniziato il bello, la mia compagna che finoa quel momento era stata zitta si è scatenata iniziando un battibecco molto acceso con il poliziotto , io non so cosa si sono detti ma alla questo signore mi ha chiamato ridandomi i documenti ed è rimontato in macchina sgommando letteralmente. POTENZA FEMMINILE, POTENZA DELLE DONNE MOLDAVE . BOH non so Probabilmente tutte e due visto i risultati.

Pallino



Sulla potenza delle donne moldave soprattutto quando scendono nell’arena delle discussioni con poliziotti e frontalieri, concordo ASSOLUTAMENTE con te Vincenzo, al punto che mi sento quasi in dovere di tributare loro ammirazione e riconoscenza per quanto accadutomi in 7 anni nelle strade e attraverso le varie frontiere romene-moldave-ucraine.

Sentite cosa mi è capitato circa 2 settimane fa quando ancora ero a Bender. Il giorno 17/9 mi presento con mia moglie Galina alla granitsa di Bender con la richiesta di prolungamento della ‘declaracia’, documento che autorizza la libera circolazone in PMR della macchina per 2 mesi. Ero entrato il17/7 e mi sono presentato il 17/9, non avendo visto che nel documento i 60gg di permesso scadevano il 15/9. Il doganiere che tra l’altro ben conoscevo mi invita a salire al primo piano, tira fuori il suo manuale delle sacre leggi frontaliere, e candidamente mi dice che devo pagare un’ammenda che va dal 50% al 100% del valore della macchina, che sulla declaracia è riportato in 5780 USD. Poi si mette a scrivere il verbale dell’accaduto notificandomi un’ammenda di 2890 USD, il 50% del valore presunto della mia macchina. Poi mi invita a mettere la firma. Vado giu’ di testa, mi rifiuto di firmare, ricordo al doganiere che abito praticamente per lunghi periodi in PMR da 6 anni, faccio la sceneggiata dell’amore per il paese..Ma il doganiere non batte ciglio: zakon iest zakon, la legge è la legge. La moglie Galina assiste alla discussione seduta, impassibile, serafica, remissiva, quasi distaccata: poi chiede di parlare al nacialnik, il capo, il quale un po’ riluttante compare, ascolta ma si dimostra anche lui inflessibile. Pravila iest pravila, la regola è la regola e.... dai con queste regole.
A questo punto la moglie si scatena. Seguite l’escalation: contrattacca e si rivolge al capo ‘Cosa mi stai a girare attorno senza che possiamo discutere. Siediti e ragioniamo da cittadini della PMR’ apostrofa il nacialnik. Ora mio marito dopo 6 anni di visite in PMR ha ottenuto quest’anno la ‘propisan’ (il permesso annuale di residenza), non ha mai rotto in questo periodo i c…ni alle autorità, è un doctor nauk (scienziato) che collaborava con la Russia …’ un fiume in piena di argomentazioni. ‘ Quasi un cittadino onorario della PMR..’ una frignaccia, a cui io stesso faccio fatica a credere e continua a parlare... quasi un torrente in piena. Il nacialnik, cambia espressione, riflette, guarda la propisan, risponde in modo sommesso: ‘Per questa volta passi, ma sappiate che lo faccio solo per spirito umanitario. Me ne assumo la piena responsabilità, perche’ anch’io rischio..’. Mi fa firmare la seconda declaracia e ci saluta

Non divorzierò mai da Galina: è troppo importante averla con me in viaggio per i paesi dell’Est


#17 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 30 settembre 2011 - 09:30



Sulla potenza delle donne moldave soprattutto quando scendono nell’arena delle discussioni con poliziotti e frontalieri, concordo ASSOLUTAMENTE con te Vincenzo, al punto che mi sento quasi in dovere di tributare loro ammirazione e riconoscenza per quanto accadutomi in 7 anni nelle strade e attraverso le varie frontiere romene-moldave-ucraine.

Sentite cosa mi è capitato circa 2 settimane fa quando ancora ero a Bender. Il giorno 17/9 mi presento con mia moglie Galina alla granitsa di Bender con la richiesta di prolungamento della ‘declaracia’, documento che autorizza la libera circolazone in PMR della macchina per 2 mesi. Ero entrato il17/7 e mi sono presentato il 17/9, non avendo visto che nel documento i 60gg di permesso scadevano il 15/9. Il doganiere che tra l’altro ben conoscevo mi invita a salire al primo piano, tira fuori il suo manuale delle sacre leggi frontaliere, e candidamente mi dice che devo pagare un’ammenda che va dal 50% al 100% del valore della macchina, che sulla declaracia è riportato in 5780 USD. Poi si mette a scrivere il verbale dell’accaduto notificandomi un’ammenda di 2890 USD, il 50% del valore presunto della mia macchina. Poi mi invita a mettere la firma. Vado giu’ di testa, mi rifiuto di firmare, ricordo al doganiere che abito praticamente per lunghi periodi in PMR da 6 anni, faccio la sceneggiata dell’amore per il paese..Ma il doganiere non batte ciglio: zakon iest zakon, la legge è la legge. La moglie Galina assiste alla discussione seduta, impassibile, serafica, remissiva, quasi distaccata: poi chiede di parlare al nacialnik, il capo, il quale un po’ riluttante compare, ascolta ma si dimostra anche lui inflessibile. Pravila iest pravila, la regola è la regola e.... dai con queste regole.
A questo punto la moglie si scatena. Seguite l’escalation: contrattacca e si rivolge al capo ‘Cosa mi stai a girare attorno senza che possiamo discutere. Siediti e ragioniamo da cittadini della PMR’ apostrofa il nacialnik. Ora mio marito dopo 6 anni di visite in PMR ha ottenuto quest’anno la ‘propisan’ (il permesso annuale di residenza), non ha mai rotto in questo periodo i c…ni alle autorità, è un doctor nauk (scienziato) che collaborava con la Russia …’ un fiume in piena di argomentazioni. ‘ Quasi un cittadino onorario della PMR..’ una frignaccia, a cui io stesso faccio fatica a credere e continua a parlare... quasi un torrente in piena. Il nacialnik, cambia espressione, riflette, guarda la propisan, risponde in modo sommesso: ‘Per questa volta passi, ma sappiate che lo faccio solo per spirito umanitario. Me ne assumo la piena responsabilità, perche’ anch’io rischio..’. Mi fa firmare la seconda declaracia e ci saluta

Non divorzierò mai da Galina: è troppo importante averla con me in viaggio per i paesi dell’Est

Amico GIO'

Leggendo il tuo post vengo assalito da strane sensazioni . Devo solo ripetere quello che ho detto prima POTENZA FEMMINILE O POTENZA DELLE DONNE MOLDAVE? Mi convingo sempre di più che vale la seconda affermazione. Devo dire che le esperienze che accadono alle frontiere sono molto simili anzi direi sono quasi "fotocopie".
GIO' una situazione analoga è accaduta anche a me a SCULENI. L'argomento dibattuto era la mitica tassa ecologica; ho visto che la mia compagna con intorno 5 doganieri e senza batter ciglio teneva testa a tutti ; io mi sono messo da parte ad assistere la scena (capisco poco il rumeno) , mi sono divertito un mondo analizzando la mimica di questi poveri doganieri che accettavano in silenzio le parole della mia compagna che era come un fiume in piena ; ad un certo punto uno di questi (presumo il capo) si è ritirato e poi è ricomparso con un librone dove c'erano riportate le leggi/circolari e lei fregandosi di quello che cercavono di spiegare ha detto loro che non pagava assolutamente niente perchè aveva già pagato qualche giorno prima e che il documento valeva per oltre un mese e sbandierava la mitica ricevuta.
Alla fine i il capo (sfinito) ha detto passa e spero di non vederti ancora, lei non contenta e rispondendo a tono : AUGURATI DI NON VENIRE MAI IN OSPEDALE a CHISINAU e di non CAPITARE SOTTO LE MIE GRINFIE . Il doganiere ha fatto uno strana faccia .
I giorni successivi (pervari motivi ci siamo recati diverse volte uin ROMANIA) e si stava ripetendo la scena ma un giovane doganiere molto scaltro ha capito tutto a volo e ha detto alla mia compagna di pagare solo 1 leu e andare via. Il doganiere ha ribadito che ahimè queste sono solo le str....e di queste norme/circolari.
Onestamente se mi fossi trovato solo solettto avrei pagato senza avere nessun dubbio ma le donne moldave sono molto combattive,non cedono a nessun tipo di ricatto , le loro parole sono taglienti come i rasoi e non si fanno facilmente mettere i piedi sulla testa. POTENZA DELLE DONNE MOLDAVE

Pallino

Messaggio modificato da pallino il 30 settembre 2011 - 10:13