Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Romania: Divorzio dal notaio


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Daniele

Daniele

    Corrispondente Moldweb da Bucarest


  • 684 messaggi
  • Iscritto il: 24-aprile 07

Inviato 18 novembre 2010 - 20:53

La legge 202/2010 che contiene alcune variazioni al codice di famiglia, è stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale romena in data 26 ottobre.

La parte più interessante riguarda l'importante modifica relativa al divorzio basato sul comune accordo tra i coniugi.



In base a queste modifiche, i coniugi, di comune accordo, possono recarsi direttamente dall'ufficiale dello stato civile oppure dal notaio situato nel luogo dove è avvenuto il matrimonio o dove i coniugi hanno avuto l'ultima residenza.


Non è possibile divorziare dal notaio se uno dei due coniugi è sotto provvedimento giudiziario oppure ha qualche interdizione.


La procedura prevede che i due coniugi si rechino dal notaio facendo presente l'intenzione di divorziare. Il notaio accorderà a loro un periodo di 30 giorni per poterci eventualmente ripensare.
Trascorso questo lasso ti tempo, se i due coniugi saranno ancora dell'idea di separarsi legalmente, il notaio gli rilascerà subito il certificato di divorzio senza assolutamente sindacare sulle eventuali responsabilità che possono aver condotto la coppia a questa conclusione.
Inoltre, se dovessero comparire discussioni tra la coppia in merito al cognome che dovranno portare dopo il divorzio, il notaio respingerà immediatamente la richiesta e la causa proseguirà in istanza.

Rilasciato il certificato di divorzio, lo stesso notaio trasmetterà comunicazione allo stato civile del comune dove si svolse il matrimonio. L'ufficiale dello stato civile effettuerà la dovuta variazione nel certificato di matrimonio.


Il divorzio sarà quindi valido nello stesso giorno in cui il notaio si è pronunciato e sarà definitivo e irrevocabile. Rispettivamente alla data di rilascio del certificato di divorzio.

Queste modifiche entreranno in vigore dopo 60 giorni dalla pubblicazione della legge sulla gazzetta ufficiale cioè rispettivamente iniziando dal 26 dicembre 2010.