Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Medici Ssn sulle barricate contro la manovra


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
2 risposte a questa discussione

#1 SOFIA

SOFIA

    Advanced Member


  • 145 messaggi
  • Iscritto il: 26-febbraio 08

Inviato 07 giugno 2010 - 14:24

Medici Ssn sulle barricate contro la manovra

I medici del Servizio sanitario nazionale dicono no alla manovra economica varata dal Governo e proclamano lo stato di agitazione annunciando due giornate di sciopero: il 12 e il 19 luglio

E' quanto si apprende da fonti sindacali della dirigenza medica del Ssn, riunite venerdì scorso a Roma proprio per fare il punto sugli effetti della manovra. La decisione è stata sottoscritta da tutte le organizzazioni sindacali, a eccezione di Cisl medici e Uil medici. «L'Intersindacale dei dirigenti del Ssn - si legge in una nota - esprime un forte dissenso per i contenuti della manovra di correzione dei conti pubblici varata dal Governo che determina tagli inaccettabili per la sanità pubblica e gravi iniquità nei confronti dei medici, veterinari e dirigenti sanitari ed amministrativi del Servizio sanitario nazionale». Per i sindacati, infatti, la manovra «sottrae risorse indispensabili al funzionamento del sistema sanitario e al mantenimento dei livelli essenziali di assistenza attraverso: il blocco del turnover, che determinerà una carenza di circa 20 mila medici e dirigenti sanitari necessari al funzionamento degli ospedali e dei servizi territoriali; il licenziamento dei precari che da anni vicariano le mancate assunzioni soprattutto nei settori legati all'emergenza e alla prevenzione; il taglio di 10 miliardi delle risorse alle Regioni con inevitabili ricadute sul settore socio sanitario che rappresenta il 70% del loro bilancio».

I dirigenti del Ssn spiegano che non vogliono sottrarsi alla necessità di contribuire al risanamento dei conti del Paese, ma denunciano «l'iniquità di provvedimenti che li penalizzano in maniera eccessiva, tra cui: il blocco dei contratti e il congelamento della retribuzione per il quadriennio 2010-2013; il congelamento della progressione economica legata alla valutazione professionale e della retribuzione legata a turni notturni e festivi; la precarizzazione di tutti gli incarichi dirigenziali». Oltre alle due giornate di sciopero, le organizzazioni sindacali annunciano una giornata nazionale di protesta per il 16 giugno caratterizzata da assemblee in tutti gli ospedali dalle 12 alle 14 e un incontro con i parlamentari a Palazzo Madama, con conferenza stampa e manifestazione.

#2 SOFIA

SOFIA

    Advanced Member


  • 145 messaggi
  • Iscritto il: 26-febbraio 08

Inviato 07 giugno 2010 - 14:27

MI RICORDA MOLDAVIA 1995.

IO SONO MEDICO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE E HO LAVORATO E LAVORO IN 3 PROVINCIE VICENZA ,TRENTINO, TREVISO IN TEORIA AD OGNI 5000 PAZIENTE DEVE ESSERE UN MEDICO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE , MA DI FATTO E UN MEDICO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE PER 15 000 PAZIENTE , COSA SARA DOPO QUESTI TAGLI SULLA SANITÀ? 70 % DI PAZIENTE CHE SI RIVOLGONO IN GUARDIA MEDICA SONO STRANIERI , PERCHÉ NON HANNO TEMPO E POSSIBILITÀ ANDARE DAL SUO MEDICO CURANTE , PEDIATRA PER MOTIVI DI LAVORO , ECONOMICI .PER NON PARLARE DI LAVORATORI STAGIONALI ROMENI CHE VENGONO IN ITALIA SENZA NESSUN CERTIFICATO MEDICO , IN MAGGIORANZA DEI CASI LAVORANO IN NERO ,E NON CE NESSUN CONTROLLO DA PARTE DI SSN .E LOGICO CHE % DI TUBERCOLOSI, SCABBIA , PIDOCCHI GONORREA , SIFILIDE AUMENTA.

Messaggio modificato da SOFIA il 07 giugno 2010 - 14:30


#3 Azzurro

Azzurro

    Member


  • 1463 messaggi
  • Iscritto il: 30-giugno 08

Inviato 07 giugno 2010 - 22:12

Questa denuncia da parte di Sofia che lavora come medico


è da prendere seriamente in considerazione.