Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Lo sbocco sul mare della Moldova - Il Porto Internazionale Libero di Giurgiulesti


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
3 risposte a questa discussione

#1 Alfredo Ferrari

Alfredo Ferrari

    Advanced Member


  • 5887 messaggi
  • Iscritto il: 27-agosto 05

Inviato 21 settembre 2009 - 11:36

Il Porto Internazionale Libero Giurgiulesti (PILG) è
l’unico porto della Repubblica Moldova
che può accogliere imbarcazioni marittime ed è situato al 133º,8 km (il 72º.2
miglio marino) del Danubio al Sud della Repubblica Moldova,
al confine con la Romania
(di conseguenza con l’Unione Europea) e l’Ucraina. Il PILG
usufruisce di una posizione favorevole rispetto ai tragitti internazionali di
commercio e di trasporto, quali ad esempio il canale navigabile Reno – Meno –
Danubio, che collega il Mar Nero, 14 stati europei e il Mare del Nord; le
ferrovie adattate alle linee europee e russe, nonché una rete stradale
internazionale. Nel contesto, il PILG rappresenta per i suoi clienti un centro
regionale di logistica posizionato in mezzo a diverse economie in via di
sviluppo dell’Europa del Sud-Est




La superficie totale di 120 ettari del Porto Internazionale Libero Giurgiulesti
(PILG) ha uno statuto di zona economica e consiste da un terminale petrolifero,
porto di merce e la zona industriale libera. La zona industriale libera del
PILG offre agli investitori nazionali ed internazionali un ottimo spazio per
gli investimenti e per il loro sviluppo al confine con l’Unione Europea,
nella zona di spese basse, un’ottima infrastruttura di trasporto
trimodale, nonché condizioni uniche per le imposte e per le tasse doganal






· esenzione da imposta sul reddito

· esenzione da accise e IVA sull’import

· esenzione da tasse sull’importo e l’esportazione

· esenzione dai contributi per l’assicurazione sociale per gli impiegati stranieri;



Allega File



#2 Alfredo Ferrari

Alfredo Ferrari

    Advanced Member


  • 5887 messaggi
  • Iscritto il: 27-agosto 05

Inviato 06 aprile 2010 - 12:57

Su questa mappa sono visibili i 300 metri di lungo-Danubio che l'Ucraina ha ceduto alla Repubblica Moldova
dove e' stato edificato il terminal marittimo passeggeri

Allega File  giurgiulesti-port.jpg   198,7K   27 Numero di downloads

#3 Cesar

Cesar

    Advanced Member


  • 166 messaggi
  • Iscritto il: 05-giugno 09

Inviato 06 aprile 2010 - 15:41

Su questa mappa sono visibili i 300 metri di lungo-Danubio che l'Ucraina ha ceduto alla Repubblica Moldova
dove e' stato edificato il terminal marittimo passeggeri

Allega File  giurgiulesti-port.jpg   198,7K   27 Numero di downloads



per la cronaca l'Ucraina ha ceduto un pezzetto di territorio alla Moldova in cambio della cessione di un pezzo di terra moldava.
un' importante strada ucraina infatti passava per un pezzetto in Moldova (era stata costruita ai tempi sovietici) per poi rientrare in Ucraina...
altrimenti si potrebbe pensare che gli ucraini fanno regali gratis alla Moldova Immagine Postata

#4 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 06 aprile 2010 - 17:48

In verità la questione non è mai stata così pacifica .

Innanzi tutto ,

non esiste un trattato ufficiale sullo scambio , e dalla stessa parte ucraina si parla di accordo informale tra i presidenti Lucinschi e Kucma

accordo che sarebbe poi dovuto essere votato dai rispettivi parlamenti ,

ma questo non accadde mai .

E poi ,

c’è chi fa notare che la MD aveva già uno sbocco sul Danubio

e come nei colloqui sulla definizione dei confini tra Moldova ed Ucraina

non si fosse mai messo in dubbio ciò

semmai

si era discusso sul quantum ,

ovvero se il tratto di sponda spettante alla Moldova

doveva essere vicino al kilometro come sostenevano i moldavi

o agli attuali 400 metri per gli Ucraini