Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Cittadinanza Italiana: Autocertificazione


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Pollicino

Pollicino

    Newbie


  • 1 messaggi
  • Iscritto il: 06-ottobre 09

Inviato 26 giugno 2013 - 22:56

Gentili amici,

 

vorrei porre alla vostra attenzione, certe mie perplessita' relativamente ad alcune informazioni che ho letto in diversi topic precedenti, e che si riferiscono al rilascio dei documenti necessari per la richiesta della cittadinanza Italiana.

 

Nella fattispecie, laddove sia stato chiesto se era valida l'autocertificazione, ho chiaramente letto risposte di chi ha con fermezza evidenziato di no.

 

Tuttavia, dal modello ufficiale scaricabile dal sito del Ministero degli Interni Italiano a questo link:

 

http://www1.interno....l_318418700.html

 

premesso che i punti (1) e (2) sono riconducibili ai documenti inerenti l'estratto dell'atto di nascita, ed il certificato penale del paese di origine, si evince viceversa che:

 

 

* Gli atti di cui ai punti 1) e 2) dovranno essere legalizzati dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello Stato di formazione, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle Convenzioni internazionali. Gli atti dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana dalla suddetta Autorità ovvero, in Italia, dall’Autorità diplomatica o consolare del Paese che ha rilasciato l’atto (in questo caso la firma del funzionario straniero dovrà essere legalizzata dalla Prefettura competente), oppure da un traduttore ufficiale o da un interprete che ne attesti con le formalità previste la conformità al testo straniero.

 

**In mancanza del documento di cui al punto 1) l’interessato potrà produrre atto di notorietà formato presso la Cancelleria del Tribunale territorialmente competente, recante l’ indicazione delle proprie generalità nonché quelle dei genitori. Per i certificati di cui al punto 2) l’interessato potrà produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione in cui attesti, sotto la propria responsabilità, di non avere riportato condanne penali né di avere procedimenti penali in corso nel proprio Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza.

 

 

Quindi mi chiedo e vi chiedo, perche' riempirci la testa di "apostille", traduzioni, notai e compagnia bella, quando lo stesso Ministero degli Interni, chiarisce che e' sufficiente una bella autocertificazione?

 

Ringrazio in anticipo tutti coloro che avranno voglia e tempo di rispondere.