Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

[LE RAGIONI DEL VIAGGIO] Storie di emigrazioni


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
Nessuna risposta a questa discussione

#1 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 06 dicembre 2012 - 18:56

Ci sono luoghi, circostanze, opinioni, condivise, nella mia famiglia,
seppure tra generazioni diverse.
Situazioni che sembrano ciclicamente ripetersi.
Cambiano gli anni, le motivazioni, ma uno strano fenomeno ci accomuna: l'emigrazione.
A volte in una sorta di emigrazione interna, tra sud e nord.
Spostamenti recenti, in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, quasi tutti per ragioni di studio, quasi sempre, tranne
pochi casi, trasformati in soggiorni definitivi.
Altre volte, invece, in paesi lontani, dall'altra parte del mondo.
Spostamenti antichi, nelle Americhe, Stati Uniti, Canada, Brasile, Argentina, Venezuela.
Dopo l'unita' d'Italia, l'emigrazione comincio' lenta a disperdere quella che era
il nucleo della mia famiglia.
Molti anni dopo, il nonno materno, Pietro, parti' per l'Argentina, Buenos Aires,

subito dopo la guerra.
Mio nonno Vincenzo, ancora prima della guerra, per gli Stati Uniti, New York.

 

« Cosa intende per nazione, signor Ministro?

Una massa di infelici?

Piantiamo grano ma non mangiamo pane bianco.

Coltiviamo la vite, ma non beviamo il vino.

Alleviamo animali, ma non mangiamo carne.

Ciò nonostante voi ci consigliate di non abbandonare la nostra Patria.

Ma è una Patria la terra dove non si riesce a vivere del proprio lavoro? »

 

Risposta di un emigrante italiano ad un ministro italiano, sec. XIX, riportata da Costantino Ianni - Homens sem paz, Civilização Brasileira, 1972, ed esposta nel Memoriale dell'immigrato di S. Paolo.

C'e' un luogo che accomuna me ai miei nonni materni.
Genova.
Da qui loro partirono per le Americhe, da qui sono partito per la Moldova,
stabilendo un primato, il primo in una nazione dell'est.


http://www.raistoria...29/default.aspx



Leggi tutto...


Messaggio modificato da CarloP il 06 dicembre 2012 - 20:25