Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Cittadinanza italiana

Cittadinanza

Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
79 risposte a questa discussione

#41 Silvia Grosu

Silvia Grosu

    Newbie


  • 2 messaggi
  • Iscritto il: 20-settembre 11

Inviato 21 settembre 2011 - 14:29

La risposta l'hai scritta tu...



quindi ne fai uno in MD e uno in RO.

quindi devo andare a farli sia in MOLDAVIA che in ROMANIA? (se e cosi e un bel viagetto..)speravo che si può fare solo in MOLDAVIA..

#42 nadia85

nadia85

    Member


  • 43 messaggi
  • Iscritto il: 19-gennaio 09

Inviato 29 gennaio 2012 - 15:59

Concessione della cittadinanza italiana a cittadini stranieri coniugati con italiani
Il cittadino straniero, o apolide, coniugato con un cittadino italiano può chiedere di acquistare, ai sensi dell’art. 5 della legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni, la cittadinanza italiana.


PUOI FARE LA RICHIESTA SE:

  • risiedi legalmente in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio; (*)
  • sei residente all’estero, dopo tre anni dalla data del matrimonio (*).
(*) Tali termini sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.
Al momento dell’adozione del decreto di concessione della cittadinanza, non deve essere intervenuto scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e non deve sussistere la separazione personale dei coniugi.

Quindi nel suo caso credo che è meglio considerare i 3 anni .......oppure aspettare di avere 2 anni di residenza in Italia..

Spero di essere stata utile

Rodica Morar



grazie per la risposta....adesso si che posso fare la domanda per la cittadinanza , sono passati più' di 2 anni da quando sono residente a Roma e più' di 3 anni da quando sono sposata ...grazie ancora

#43 nadia85

nadia85

    Member


  • 43 messaggi
  • Iscritto il: 19-gennaio 09

Inviato 29 gennaio 2012 - 16:04

salve a tutti,sono nata in Moldova ma ho la cittadinanza Romena e sono residente in italia di più di 4 anni,ho sentito che si può fare la richiesta per la cittadinanza italiana dopo 4 anni di residenza in italia.Sono andata in Prefettura e mi hanno detto che mi servono i seguenti documenti:
-estratto dell'atto di nascita completo di tutte le generalità
-certificato penale del Paese d'origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza
Il mio dubbio e dove li devo fare in Moldova or in Romania??? La signora della Prefettura mi ha detto di farli in Moldova..ma io li faccio in base alla cittadinanza Romena,quindi come faccio?? Grazie Silvia



ma allora ragazzi se io sono nata in Moldavia, residente 9 anni in Romania, 4 anni a Londra e da 2 anni che sono in Italia devo andare in tutti questi paesi per fare il certificato penale del Paese d'origine e degli eventuali paesi terzi di residenza ???????? non esiste per caso un altro metodo di farli, es: andare all'ambasciata di ogni paese e richiedere di farli ???????...qualcuno si e trovato nel mio caso ???????? grazie a tutti

#44 aurika1971

aurika1971

    Member


  • 10 messaggi
  • Iscritto il: 02-marzo 10

Inviato 16 maggio 2012 - 13:25

a questo punto, dato che la legislazione cambia dal 1 giugno, per fare la domanda di cittadinanza mi conviene aspettare.

I documenti che devo richiedere in moldova e' necessario che siano datati dopo il 1 giugno?

secondo voi la situazione migliorera? ci vorra' meno tempo dei soliti 2 anni per avere la cittadinanza?

#45 rosalinda

rosalinda

    Fotoreporter di InMoldova Ştiri


  • 298 messaggi
  • Iscritto il: 22-agosto 05

Inviato 16 maggio 2012 - 15:31

a questo punto, dato che la legislazione cambia dal 1 giugno, per fare la domanda di cittadinanza mi conviene aspettare.


cosa cambia?

#46 aurika1971

aurika1971

    Member


  • 10 messaggi
  • Iscritto il: 02-marzo 10

Inviato 16 maggio 2012 - 15:56

cosa cambia?

la competenza per quanto riguarda la richiesta per la cittadinanza passa dal ministero dell' interno a Roma, al prefetto della prefettura di appartenenza

#47 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 16 maggio 2012 - 20:10

la competenza per quanto riguarda la richiesta per la cittadinanza passa dal ministero dell' interno a Roma, al prefetto della prefettura di appartenenza


e non sarebbe poco perchè i tempi di 'concessione' della cittadinanza dovrebbero dimezzarsi...da 2 a 1 anno in media.
Ma queste sono solo voci che girano.

#48 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 23 maggio 2012 - 07:25

e non sarebbe poco perchè i tempi di 'concessione' della cittadinanza dovrebbero dimezzarsi...da 2 a 1 anno in media.
Ma queste sono solo voci che girano.


Magari fosse vero amico GIO'. Tu sai benissimo la situazione delle Prefetture ,Questure e altre istituzioni italiane. A parte i tempi sanciti dalla legge , a consuntivo prima di ricevere la cittadinanza in alcune Prefetture passano anche 5 anni; moltissime presone hanno subissato di istanze ai vari enti per velocizzare la pratica e devo dire che allo stato attuale l'unica strada che riesce a sfondare è solo quest'ultima. Le istituzioni italiane sono le prime a non rispettare le leggi.
Ripeto mi auguro che quanto tu affermi si avvererà.

Pallino

#49 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 23 maggio 2012 - 08:43

Magari fosse vero amico GIO'. Tu sai benissimo la situazione delle Prefetture ,Questure e altre istituzioni italiane. A parte i tempi sanciti dalla legge , a consuntivo prima di ricevere la cittadinanza in alcune Prefetture passano anche 5 anni; moltissime presone hanno subissato di istanze ai vari enti per velocizzare la pratica e devo dire che allo stato attuale l'unica strada che riesce a sfondare è solo quest'ultima. Le istituzioni italiane sono le prime a non rispettare le leggi.
Ripeto mi auguro che quanto tu affermi si avvererà.

Pallino


in un periodo in cui il paese boccheggia, o meglio è in ginocchio, le istituzioni si irrigidiscono quasi a transennare la loro impotenza a far fronte alle richieste legittime di folle di persone che chiedono il rispetto delle leggi. Rispetto significa accorciare i tempi di attesa messianica nell'ottenimento di documenti importanti come ad esempio il certificato di cittadinanza. Il fatto che da giugno siano le prefetture delle città di residenza le delegate ad accogliere tali richieste, non deve illudere più di tanto: ci sono provincie ch traboccano di richieste e per queste l'accoglimento delle istanze vedrà tempi piu' lunghi, rispetto ad altre in cui tali richieste sono numericamente piu' contenute.

Beninteso questa è la mia opinione, ma a pensare male ci azzecchi quasi sempre, perchè quando l'istituzione è messa alle strette si trincera dietro al paradosso: 'ma lei puo' sempre fare sempre ricorso'. Nel caso di un pds il ricorso contro le decisioni di una questura che applica in maniera per te riduttiva l'attuale legge migratoria, lo devi inoltrare alla prefettura o al TAR. Nel caso di una cittadinanza la morosità delle uffici di prefettura che ti concedono il certificato di cittadinanza in tempi medi che vanno dai 2 ai 5 anni, ti costringe a fare il ricorso agli uffici giudiziari. E' facile capire come e dove si va a finire: i tempi di risposta sono oceanici.... oltre al danno la beffa. Un ufficio statale impegnato a dirimire un ricorso, un esposto, una denuncia nei confronti di un altro ufficio statale, impiega 'secoli' a darti una risposta e nel frattempo puoi aver già ottenuto quanto richiedevi, con molta calma ovviamente...

Quando, valutando i tempi di accoglimento alla prefettura di Bologna per una cittadinanza per matrimonio, ho pensato di accorciare i tempi della richiesta partendo in anticipo ben sapendo che i tempi dell'accoglimento era di 2 anni, mi hanno guardato strano. 'Ma che vuol fare il furbo? Lei presenta in anticipo e noi cestiniamo, lei deve attendere i due anni scaduti dalla data del matrimonio'. Come dire bisogna rispettare la legge e mi sono detto 'senti da che pulpito viene la predica'.

A conti fatti se questo paese che fa parte dei G8 ma che a mio parere fa parte ora come ora potrebbe far parte dei G88, non raddrizza la macchina della giustizia, ogni operazione rischia di morire di cancrena. Nel senso che la risposta la ottieni (quando la ottieni):l l'operazione in questo caso è riuscita......il malato è morto nel frattempo.

Quindi caro Vincenzo, tu che operi nella macchina statale come ho operato io per troppo tempo (e quindi la conosco perchè come si dice l'ho vista in 'mutande'), non facciamoci troppo illusioni. In anni di crisi, ci sono piu' irrigidimenti che aperture...e le voci di un dimezzamento dei tempi di attesa nell'ottenimento del certificato di cittadinanza, sono il classico specchietto per le allodole.....perchè questo è quello che siamo davanti ad una burocrazia statale sempre più farraginosa, inadempiente e arrogante.

Ovviamente...sarei iperfelice se sbagliassi e lo vorrei veramente. Naturalmente qui a Bologna, mi sto preparando all'evento e sarò presto conosciuto presso la mia prefettura.

#50 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 24 maggio 2012 - 15:33

in un periodo in cui il paese boccheggia, o meglio è in ginocchio, le istituzioni si irrigidiscono quasi a transennare la loro impotenza a far fronte alle richieste legittime di folle di persone che chiedono il rispetto delle leggi. Rispetto significa accorciare i tempi di attesa messianica nell'ottenimento di documenti importanti come ad esempio il certificato di cittadinanza. Il fatto che da giugno siano le prefetture delle città di residenza le delegate ad accogliere tali richieste, non deve illudere più di tanto: ci sono provincie ch traboccano di richieste e per queste l'accoglimento delle istanze vedrà tempi piu' lunghi, rispetto ad altre in cui tali richieste sono numericamente piu' contenute.

Beninteso questa è la mia opinione, ma a pensare male ci azzecchi quasi sempre, perchè quando l'istituzione è messa alle strette si trincera dietro al paradosso: 'ma lei puo' sempre fare sempre ricorso'. Nel caso di un pds il ricorso contro le decisioni di una questura che applica in maniera per te riduttiva l'attuale legge migratoria, lo devi inoltrare alla prefettura o al TAR. Nel caso di una cittadinanza la morosità delle uffici di prefettura che ti concedono il certificato di cittadinanza in tempi medi che vanno dai 2 ai 5 anni, ti costringe a fare il ricorso agli uffici giudiziari. E' facile capire come e dove si va a finire: i tempi di risposta sono oceanici.... oltre al danno la beffa. Un ufficio statale impegnato a dirimire un ricorso, un esposto, una denuncia nei confronti di un altro ufficio statale, impiega 'secoli' a darti una risposta e nel frattempo puoi aver già ottenuto quanto richiedevi, con molta calma ovviamente...

Quando, valutando i tempi di accoglimento alla prefettura di Bologna per una cittadinanza per matrimonio, ho pensato di accorciare i tempi della richiesta partendo in anticipo ben sapendo che i tempi dell'accoglimento era di 2 anni, mi hanno guardato strano. 'Ma che vuol fare il furbo? Lei presenta in anticipo e noi cestiniamo, lei deve attendere i due anni scaduti dalla data del matrimonio'. Come dire bisogna rispettare la legge e mi sono detto 'senti da che pulpito viene la predica'.

A conti fatti se questo paese che fa parte dei G8 ma che a mio parere fa parte ora come ora potrebbe far parte dei G88, non raddrizza la macchina della giustizia, ogni operazione rischia di morire di cancrena. Nel senso che la risposta la ottieni (quando la ottieni):l l'operazione in questo caso è riuscita......il malato è morto nel frattempo.

Quindi caro Vincenzo, tu che operi nella macchina statale come ho operato io per troppo tempo (e quindi la conosco perchè come si dice l'ho vista in 'mutande'), non facciamoci troppo illusioni. In anni di crisi, ci sono piu' irrigidimenti che aperture...e le voci di un dimezzamento dei tempi di attesa nell'ottenimento del certificato di cittadinanza, sono il classico specchietto per le allodole.....perchè questo è quello che siamo davanti ad una burocrazia statale sempre più farraginosa, inadempiente e arrogante.

Ovviamente...sarei iperfelice se sbagliassi e lo vorrei veramente. Naturalmente qui a Bologna, mi sto preparando all'evento e sarò presto conosciuto presso la mia prefettura.


Amico Giò

Stai sfondando una porta aperta. Quando le Prefetture riceveranno il mandato da parte del Ministero dell'Interno per le cittadinanze ne vedremo veramente delle "belle". Le Prefetture sono impelagate di leggi , leggine, circolari e chi più ne ha più ne metta; a questo va aggiunto che le richieste di cittadinanza italiana aumentano in continuazione , tirando le conclusioni equivale a dire tempi dilatati all'inverosimile.
Le problematiche sulla cittadinanza vanno affrontati in maniera diversa , lo stato deve chiedersi il perche di tante richieste di cittadinanza. La gente normalmente intraprende la richiesta solo per evitare le continue "UMILIAZIONI" negli uffici pubblici dove la maleeducazione del personale di servizio aumenta di giorno in giorno.
L'altro giorno ero in Questura per chiedere il rinnovo della CDS della bambina della mia compagna , tralascio i dettgali ma segnalo gli scenari di vergogna al quale si assiste; funzionari che gridano come forsennati, risposte da schifo, informazioni carenti etc.etc., ma dico io non è più semplice attivare uffici distaccati dove si raccolgono le varie domande; non è più semplice fornire via WEB informazioni sulla lista dei documenti necessari per le varie procedure; non è più semplice attivare un call center presso i vari iffci della qQuestura.
Niente di tutto questo ti obbligano a perdere giornate di lavoro per ritirare una lista di documenti e ritornare poi di nuovo con tutto il resto. Io mi chiedo a chi giova questo caos.
Tornando alla cittadinanza io sono convinto che eliminando le problematiche che girano intorno ai soggiorni il tutto si sgonfia: In altre realtà non vengono rilasciate le cittadinanze ma solo permessi permanenti.

Pallino

#51 cemento

cemento

    Advanced Member


  • 814 messaggi
  • Iscritto il: 04-settembre 07

Inviato 24 maggio 2012 - 16:03

Le problematiche sulla cittadinanza vanno affrontati in maniera diversa , lo stato deve chiedersi il perche di tante richieste di cittadinanza. La gente normalmente intraprende la richiesta solo per evitare le continue "UMILIAZIONI" negli uffici pubblici dove la maleeducazione del personale di servizio aumenta di giorno in giorno.

Pallino


Pensi che in Moldavia sia diverso ? anzi ti posso assicurare che e` peggio,

almeno per gl`italiani, non so per gli altri stranieri, ma l`andazzo sembra uguale.

Prima la differenza che in italia sono qualche milione, mentre qua` qualche centinaio,

eppure come diceva Nikita la nostra ambasciata ha risolto i migliaia di problemi che i moldavi

si portavano dietro da anni......Bucarest.

Seconda differenza, loro vanno in italia per prendere i danei per portarli in moldavia,

noi vuoi per chi viene a trombare, vuoi per chi viene in pensione, vuoi per chi viene a

lavorare e ti posso assicurare che oltre a portare soldi portano macchinari,

certo vengono per guadagnare, ma offrono posti di lavoro,

ripeto parliamo di qualche centinaio contro i milioni.

#52 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 24 maggio 2012 - 16:47

Pensi che in Moldavia sia diverso ? anzi ti posso assicurare che e` peggio,

almeno per gl`italiani, non so per gli altri stranieri, ma l`andazzo sembra uguale.

Prima la differenza che in italia sono qualche milione, mentre qua` qualche centinaio,

eppure come diceva Nikita la nostra ambasciata ha risolto i migliaia di problemi che i moldavi

si portavano dietro da anni......Bucarest.

Seconda differenza, loro vanno in italia per prendere i danei per portarli in moldavia,

noi vuoi per chi viene a trombare, vuoi per chi viene in pensione, vuoi per chi viene a

lavorare e ti posso assicurare che oltre a portare soldi portano macchinari,

certo vengono per guadagnare, ma offrono posti di lavoro,

ripeto parliamo di qualche centinaio contro i milioni.


Caro Cemento

Come faccio a dire il contario, io conosco poco la realtà moldava mentre tu vivi lì da molti anni.
DA quello che so in MOLDOVA la situazione è peggiore, i PDS durano un aano, devi fare un check -up , devi avere il certificato medico, per avere il permesso provvisorio ; da quello che avevo letto sul forum le leggi ultime hanno inasprito il rilascio dei permessi . Ai governanti moldavi non interessa assolutamente niente che la gente porta posti lavoro e macchinari a loro interessano solo i soldi delle rimesse e si battono con i lpugnale tra identi per avere il rilascio dei permessi UE per i moldavi; fatto questo questi barvi signori sono a poto e vivacchiare alle spalele dei poveri cristi che si fanno il culo all'estero e mandano i soldi a casa. Non conosco le leggi moldave ma da quel poco che so non viene rilasciata la cittadinanza moldava facilmente anche se sei sposato un moldavo e/o moldava.
La cosa che mi fa nausea in queste cose , sono le ingiurie e lo svergognamento che l'mmigrato deve subire, non accetto le motivazloni che stanno dietro a queste cose dico solo che è un vero SCHIFO:.
Un popolo civile (di qulaunque etnia ,religione etc) deve rispettare sempre il prossimo, in realtà succede esattamente l'opposto; in tutti i posti, uffici pubblici, per la strada, alla dogana, in una Questura, in Ospedale tutti e dico tutti mancano di rispetto verso il prossimo , nessuno cerca mai di dare la giusta assistenza alle pesone che si trovano in difficoltà, tutti cercono sempre di inchiappettare il prossimo. Che bei valori vengono insegnati.


Pallino.

#53 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 24 maggio 2012 - 21:51

Quando le Prefetture riceveranno il mandato da parte del Ministero dell'Interno per le cittadinanze ne vedremo veramente delle "belle".


Tra l'altro è in arrivo una valanga di richieste di cittadinanza

quelle dei "figli italiani" della sanatoria del 2002


L'altro giorno ero in Questura per chiedere il rinnovo della CDS della bambina della mia compagna


Rinnovo della CDS ?!?!?!

La CDS non scade e potevi risparmiarti la fatica .


Lo avremo scritto miglaia di volte qui su MoldWeb

CdS e PdS CE per SLP non scadono mai ,

la data eventualmente riportata di scadeza

(ma la hanno scritta solo per una piccola parte dei PDS/CDS )

riguarda la sola validità come documento di riconoscimento

ne più nemeno di come accade con le Carte d'Identità .

#54 pallino

pallino

    Newbie


  • 1587 messaggi
  • Iscritto il: 10-agosto 07

Inviato 25 maggio 2012 - 07:06

Tra l'altro è in arrivo una valanga di richieste di cittadinanza

quelle dei "figli italiani" della sanatoria del 2002




Rinnovo della CDS ?!?!?!

La CDS non scade e potevi risparmiarti la fatica .


Lo avremo scritto miglaia di volte qui su MoldWeb

CdS e PdS CE per SLP non scadono mai ,

la data eventualmente riportata di scadeza

(ma la hanno scritta solo per una piccola parte dei PDS/CDS )

riguarda la sola validità come documento di riconoscimento

ne più nemeno di come accade con le Carte d'Identità .


Non so dove tu hai preso queste notizie e ti chiedo gentilmente di darmi i riferimenti normativi. A me risulta esattamente il contrario, quella di cui si parla vale 5 anni , nello specifico l'art. 9 della legge 286 prevede per parenti di cittadini UE dopo 5 anni la possibilità di chiedere la CDS permanente che, tra l'altro le Questure non rilasciano facilmente. Se fosse vero quanto dici ne sarei veramnete felice.

PAllino

#55 gilly

gilly

    Advanced Member


  • 1839 messaggi
  • Iscritto il: 19-agosto 05

Inviato 25 maggio 2012 - 07:29

Tra l'altro è in arrivo una valanga di richieste di cittadinanza

quelle dei "figli italiani" della sanatoria del 2002




infatti ... noi stiamo per iniziare
forse vale la pena di aprire un topic per questo visto che saranno in molti .....

#56 artiom2008

artiom2008

    Member


  • 28 messaggi
  • Iscritto il: 01-marzo 11

Inviato 25 gennaio 2013 - 17:23

Buonasera a tutti, :notworthy:

dopo avervi seguito per i vari permessi/carte di soggiorno..., nulla osta matrimoniale......, trascrizione in Moldavia del matrimonio......, (tutti andati a buon fine) sono a chiedere delucidazioni per la richiesta della cittadinanza italiana.

Riepilogo la mia situazione:

Io (Emanuele) Italiano, sposato con Alina (Moldava) in data 21/04/2012 (forse qualcuno del forum ricorda), un bimbo (Artiom) nato il 22/08/2008 .... il secondo in arrivo .... :thumbup:

Per i vari documenti Italiiani non ci sono problemi, basta armarsi di pazienza e buona volontà per quelli Moldavi avrei bisogno oltre che della pazienza e della volontà (entrambe doppie) di alcune informazioni.

 

Il certificato di nascita  e il certificato del casellario giudiziale di mia moglie (da fare a Chisinau) dove bisogna andare per ottenerli, tradurli e apostillarli? :question:

 

Vorrei anche precisare che mia moglie è in possesso di un libretto verde/certificato di nascita scritto in cirillico dell'era sovietica, può servire a qualcosa? :question:

 

Sperando di ottenere qualche delucidazione saluto e ringrazio.

 

Emanuele, Alina, Artiom e :smileys_it_2018:



#57 berrou78

berrou78

    Advanced Member


  • 542 messaggi
  • Iscritto il: 26-agosto 05

Inviato 25 gennaio 2013 - 17:51

Buonasera a tutti, :notworthy:

dopo avervi seguito per i vari permessi/carte di soggiorno..., nulla osta matrimoniale......, trascrizione in Moldavia del matrimonio......, (tutti andati a buon fine) sono a chiedere delucidazioni per la richiesta della cittadinanza italiana.

Riepilogo la mia situazione:

Io (Emanuele) Italiano, sposato con Alina (Moldava) in data 21/04/2012 (forse qualcuno del forum ricorda), un bimbo (Artiom) nato il 22/08/2008 .... il secondo in arrivo .... :thumbup:

Per i vari documenti Italiiani non ci sono problemi, basta armarsi di pazienza e buona volontà per quelli Moldavi avrei bisogno oltre che della pazienza e della volontà (entrambe doppie) di alcune informazioni.

 

Il certificato di nascita  e il certificato del casellario giudiziale di mia moglie (da fare a Chisinau) dove bisogna andare per ottenerli, tradurli e apostillarli? :question:

 

Vorrei anche precisare che mia moglie è in possesso di un libretto verde/certificato di nascita scritto in cirillico dell'era sovietica, può servire a qualcosa? :question:

 

Sperando di ottenere qualche delucidazione saluto e ringrazio.

 

Emanuele, Alina, Artiom e :smileys_it_2018:

 

ciao,

 

noi compiamo un anno il 2 Marzo, e abbiamo quindi iniziato a muoverci per raccogliere il materiale per richiedere la cittadinanza.

 

La nostra situazione è la seguente:

  • abbiamo il certificato di nascita in formato multi-lingue (lo stesso che ci è servito per le pratiche del matrimonio)
  • siamo stati di recente in ambasciata a Roma, per chiedere il certificato giudiziario (40 euro di bollettino da pagare alle Poste)
  • ho scaricato dal sito della Prefettura il modulo per richiedere la cittadinanza, e oltre ai 2 certificati stranieri precedentemente citati, mi sembra che serva un certificato storico di residenza che attesti tutte le varie residenze di tua moglie negli ultimi anni
  • una volta raccolti tutti i documenti - se ho capito bene - andrà chiesto un appuntamento (esclusivamente tramite un'apposita pagina web) con la Prefettura per consegnare tutti i documenti.

Spero di aver capito bene, in quanto devo ancora fare tutta la trafila



#58 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 25 gennaio 2013 - 18:39

ciao,

 

noi compiamo un anno il 2 Marzo, e abbiamo quindi iniziato a muoverci per raccogliere il materiale per richiedere la cittadinanza.

 

La nostra situazione è la seguente:

  • abbiamo il certificato di nascita in formato multi-lingue (lo stesso che ci è servito per le pratiche del matrimonio)
  • siamo stati di recente in ambasciata a Roma, per chiedere il certificato giudiziario (40 euro di bollettino da pagare alle Poste)
  • ho scaricato dal sito della Prefettura il modulo per richiedere la cittadinanza, e oltre ai 2 certificati stranieri precedentemente citati, mi sembra che serva un certificato storico di residenza che attesti tutte le varie residenze di tua moglie negli ultimi anni
  • una volta raccolti tutti i documenti - se ho capito bene - andrà chiesto un appuntamento (esclusivamente tramite un'apposita pagina web) con la Prefettura per consegnare tutti i documenti.

Spero di aver capito bene, in quanto devo ancora fare tutta la trafila

 

 

I documenti da richiedere in Moldavia per ottenere la cittadinanza italiana sono i primi 2 dell'elenco sotto riportato .

 

Per l'estratto di nascita un certificato multilingue è sufficiente senza ricorrere a traduzioni e apostille (come ha fatto Berrou).

Per il certificato penale va notato che tale documento ha una validità di 6 mesi. Quindi non si capisce perchè Berrou richieda oggi questo certificato se non è trascorso neppure il primo anno di matrimonio. In piu' c'è un'importante novità: per non fare inutili code al ministero di Giustizia in Via 31 Ottobre 1989 di Chisinau dove va richiesto,  il certificato puo' essere ottenuto on-line inserendo il codice d'identificazione della carta d'identità della moglie moldava e ritirarlo dopo 10 giorni dalla richiesta in una città moldava di gradimento (presso il commissariato di polizia) dietro il pagamento di 30 lei:

 

http://servicii.gov....ba-015b54423588

 

Io l'ho richiesto per la moglie da Bender in Transnistria qualche giorno fa e lo vado a ritirare al locale commissariato di polizia. senza andare a Chisinau.

 

Leggere attentamente le note sotto l'elenco dei documenti per quello che attiene la presentazione dei primi 2 documenti, ma io chiederei prima in prefettura della città di riferimento prima di fare a meno dei due documenti..

 

ELENCO DOCUMENTI NECESSARI PER CITTADINANZAI

 

 

1)      estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità *;



2)      certificato penale del Paese di origine e deglie ventuali Paesi terzi di residenza*;



3)      titolo di soggiorno;



4)      atto  integrale di matrimonio;



5)      stato di famiglia;



6)      certificato storico di residenza;



7)  certificato di cittadinanza italiana del coniuge;



8)      certificato di riconoscimento dello status di rifugiato o dello status di apolide;**



9)      ricevuta di versamento del contributo di € 200,00,da effettuarsi su conto corrente postale n.809020 intestato al Ministero
dell’Interno-DLCI, causale Cittadinanza.


* Gli atti di cui ai punti 1) e 2) dovranno esserelegalizzati dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello Stato

di formazione, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle convenzioni internazionali. Gli atti dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana dalla suddetta Autorità ovvero, in Italia,dall’Autorità diplomatica o consolare del Paese che ha rilasciato l’atto (in questo caso la firma del funzionario straniero dovrà essere legalizzata dallaPrefettura competente), oppure da un traduttore ufficiale o da un interprete che ne attesti con le formalità previste la conformità al testo straniero.



**In mancanza del documento di cui al punto 1) l’interessato potrà produrre atto di notorietà formato presso la Cancelleria del Tribunale territorialmente competente, recante l’ indicazione delle proprie generalità nonché quelle dei genitori. Per i certificati di cui al punto 2) l’interessato potrà produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione in cui attesti,sotto la propria responsabilità, di non avere riportato condanne penali né di avere procedimenti penali in corso nel proprio Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza.



#59 berrou78

berrou78

    Advanced Member


  • 542 messaggi
  • Iscritto il: 26-agosto 05

Inviato 25 gennaio 2013 - 19:10

I documenti da richiedere in Moldavia per ottenere la cittadinanza italiana sono i primi 2 dell'elenco sotto riportato .

 

Per l'estratto di nascita un certificato multilingue è sufficiente senza ricorrere a traduzioni e apostille (come ha fatto Berrou).

Per il certificato penale va notato che tale documento ha una validità di 6 mesi. Quindi non si capisce perchè Berrou richieda oggi questo certificato se non è trascorso neppure il primo anno di matrimonio. 

 

 

Lo chiedo oggi perchè abbiamo una figlia, e dunque i 2 anni di matrimonio si dimezzano ad 1 (giusto?)



ELENCO DOCUMENTI NECESSARI PER CITTADINANZAI

 

 

1)      estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità *;



2)      certificato penale del Paese di origine e deglie ventuali Paesi terzi di residenza*;



3)      titolo di soggiorno;



4)      atto  integrale di matrimonio;



5)      stato di famiglia;



6)      certificato storico di residenza;



7)  certificato di cittadinanza italiana del coniuge;



8)      certificato di riconoscimento dello status di rifugiato o dello status di apolide;**



9)      ricevuta di versamento del contributo di € 200,00,da effettuarsi su conto corrente postale n.809020 intestato al Ministero
dell’Interno-DLCI, causale Cittadinanza.

 

 

Cavolo! Mi era sfuggito l'atto integrale di matrimonio ; ho paura che il certificato che ho adesso è solo un estratto.

Dove si richiede l'atto integrale? Sempre in comune?



#60 giobruno

giobruno

    Il Prof


  • 1451 messaggi
  • Iscritto il: 03-febbraio 10

Inviato 25 gennaio 2013 - 20:13

Lo chiedo oggi perchè abbiamo una figlia, e dunque i 2 anni di matrimonio si dimezzano ad 1 (giusto?)



 

 

Cavolo! Mi era sfuggito l'atto integrale di matrimonio ; ho paura che il certificato che ho adesso è solo un estratto.

Dove si richiede l'atto integrale? Sempre in comune?

ok per la prima risposta.

Il comune ti rilascia l'atto integrale di matrimonio.....

stammi bene