Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Accedi   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 





Foto
* * * * * 1 voti

Il rumore dell'acqua

Inviato da CarloP , in Un amico da salutare 28 febbraio 2013 · 1822 visualizzazioni

C'e un rumore che fa il secchio
quando tocca l'acqua,
giu' in fondo al pozzo.
Un attimo infinito nella memoria.
Non c'e' giorno senza questo suono.
Filo esile che mi lega alla terra,
terra nera, arsa dal sole d'agosto
terra nera, stanca sotto la neve.
Le mie radici sono come il suono
del secchio, giu' in fondo al pozzo.


Di solito non scrivo poesie, non spaventatevi.
Le scrivevo al liceo, su un quaderno a quadretti, di cui rimangono,
per strano caso, solo due pagine, oramai ingiallite.
Credevo di aver buttato tutto, nella consapevolezza che non sarei
mai diventato un poeta e che le rivoluzioni non si fanno scrivendo poesie.
Sono rimasti due piccoli frammenti, che portero' dentro di me,
come ricordo di un periodo che mi appartiene.
Da qualche giorno sento di dover scrivere “qualcosa” sul fenomeno
dell'esodo moldavo, vista da un “italiano emigrato”, che poi sarei io.
Ho voluto cominciare cosi' questa serie di scritti, percorrendo il ricordo
che un moldavo puo' avere della propria terra.
Scritta di getto, alla “carlona”, in cinque minuti, senza pretese,
con la sola consapevolezza di dover affrontare, come faro' in seguito,
un tema molto delicato.

  • A VeronikaP e Svetuncic piace questo post



Foto
Svetuncic
28 mar 2016 14:14

Purtroppo.... molti dimenticano le loro radici.......

  • Segnala

Trackbacks per questi messaggi [ URL del Trackback ]

Non ci sono Trackbacks per questo inserimento

Giugno 2021

D L M M G V S
  12345
6789101112
13 141516171819
20212223242526
27282930   

Inserimenti recenti

Utenti che stanno visualizzando

0 iscritti, 0 ospiti, 0 iscritti anonimi

Commenti recenti