Salta al contenuto


Moldweb
  • Login con Facebook Login con Twitter Login con OpenID Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto
- - - - -

M A D E . I N . P M R . : “tirotex”


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
6 risposte a questa discussione

#1 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 16499 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 09 febbraio 2008 - 15:29

Immagine Postata

JSC "TIROTEX"
Tiraspol joint-stock company “TIROTEX” is the biggest textile enterprise in the south-west of the CIS. It is a unique industrial complex with strong infrastructure and developed technical, organizational and scientific basis. Its construction was started in 1972 and finished in 1982. JSC "Tirotex" includes: 2 spinning and weaving factories, one finishing factory, sewing factory, power station, automobile base, agricultural complex, "Textile" scientific research institute, developing ecologically pure technology.

Spinning production
In 1974 Spinning Factory was put into operation. The main type of raw material is cotton fiber and partially viscose fiber. The production is single and twisted cotton yarn having width 15,4 tex, 20 tex, 25 tex, 29 tex, 50 tex. The work on renewal of equipment was conducted at Spinning Factory. The old production equipment was replaced by a new highly productive one. Pneumatic-mechanical spinning machines PPM-120-MC and PPM-120-A1M were installed. This allowed to increase labor productivity by 2-2.5 times and the quality of yarn, to automatize a number of technological procedures, to improve sanitary-hygienic conditions for workers.

Weaving Production
Weaving Factory was put into operation in 1975. Modern shuttleless weaving machines STB-1-180, STB-2-216, STB-2-250, STB-330, STB-360, STB-280 with high capacity and pneumatic looms ATPR-120-2U, Sulzer 330 and 360 with carriage mechanisms and jacquard heads are installed in weaving departments. This allows producing grey cotton fabrics with widths from 90 up to 340cm in the following assortment:

• calico group: art. 36, 44,913В, 40-09;
• coarse calico group: art. 4799, 2813, 37, 33-08, 3-00;
• sateen group: art. 74-08, 74-28, 40-20, 36-08;
• suit-dress group: art. 33-01, 5-01, 32-08, 44-08, 29-01, 28-01, 11-01, 31-01, 92-06;
• towel group art. 3813, 61-28, 28-08/7;
• terry group: art. АF264;
• flannel group: art. 1719, 1729, 1739, 2101.
Round knitting frame “Jumberka SYX-3” (Spain) is also installed at the weaving factory for knitted sheets production.

Finishing Factory
In 1978 Finishing Factory, having project value of 10.08mln.sq.m. of ready fabric per year, was built. The factory produces bleached, plain dyed, printed fabrics and fabrics with shrinkage effect and knitted sheets and terry fabrics too. In production departments the equipment of native production and foreign countries is installed: Japany, Germany, Holland, Italy:
• Bleaching line «KIOTO», allowing to produce fabrics up to 185cm.
• Jigger for dyeing fabric with width up to 320cm, company «MCS», Italy (open low temperature)
• Rotary printing machines “STORK”, Holland and « REGGIANE», Itlay, up to 18 colours.
• 12 - colour flat – printing machines «REGGIANE REMBRENDT», Italy; rapport 185 – 8 colours, 240 – 5 colours. Maximum fabric width – up to 320 cm. These machines provide designs high quality printing, broad colour spectrum, a lot of rapport sizes, improved fabric colour decoration, triad printing.
• Teasing machine «MARIO CROSTA», allowing to fulfill some operations automatically. This machine can treat fabrics with width up to 240cm, 260cm, 320cm.
• Final finishing line «BRUKNER», Germany, «REGGIANE», Italy, providing fabric output, having the finishing of good quality: silky, glossy, etc. The width of fabrics treated is up to 320 cm.
• Two engraving plants for rotary screens/stencils production (company “STORK”, Holland, and company “RABUSTELLI” “WAXJET”, Italy. They allow to save the time of designs reproduction, to engrave the screen up to 320cm, providing good quality of complicated designs.
• There is also a flat printed machine of company “Regiane”
• Folding-Packing machine « KAMPEN» allows to make double folding and packing the fabrics of different widths into polyethylene. All the operations are automatized.
Dyestuffs used:
• reactive
• indanthrene
• direct
• cold
• pigmental
produced by companies « CIBA», « BEZEMA», « LAMBERTI». For final finishing chemical stuffs of leading European companies «TANATEX», «СHT», «LAMBERTI» are used.

Sewing Production
During the relatively short period of time the sewing production completely changed its contents: from limited and simple assortment it passed to the production of high quality fashion and courteous articles: suits, dresses, blouses, shirts, kitchen sets, table sets, bed sets, kid’s assortment. The enterprise produces also the clothes of special line:
- work suits, jackets, trousers, overalls, gowns for all the professions;
- medical clothes, surgical coats and suits, head-dresses;
- uniforms for house-maids, barmen, cooks, and kitchen workers, etc.
In departments of sewing production modern highly productive equipment is installed: the universal machines “Brother” (Japan), loop machines “Brother” (Japan), automatic machines for fitted bed sheets (bed sheets with elastic) production, 24-heads embroidery machines “Tajiama” (Japan) for sheets production and other equipment, allowing to produce ready-made goods of good quality and modern design.
“Tirotex” produces fashion, elegant and efficient goods.
In 1993 the company “Tirotex” took part in International Contest in Helsinki and was awarded with the prize “Brilliant Star” for high quality of sewing, individual fabric design, and fashion tendency of articles.
The factory’s stuff is always in constant creative search: they use new technological methods, improve the quality of goods, which are in popular demand in local and international markets.

The location of the enterprise.
JSC “TIROTEX” is situated in industrial area of Tiraspol. The complex of buildings is situated on the area of 58,3 hectare.
A railway line and asphalted roads lead to the enterprise. At the enterprise there are five loading ramps, railroadside warehouses.
Distance to the railway junction Tiraspol - 4 km.
Distance to airport of Kishinev - 78 km.
Distance to the sea-port of Odessa - 100 km.

The labour of all the workers of “Tirotex”, directed to equipment modernization, the use of scientific investigations results, technological process improving, the reproduction and use of new fabric constructions, development of new designs with improved colour spectrum, allows producing fabrics of the best quality, corresponding to the world standards. It also gives the opportunity to produce fashion ready-made garments, which are in great demand in the international market. The products of “Tirotex” are delivered to markets of Austria, Germany, Greece, Italy, Holland, Sweden, Switzerland, Portugal, Romania, Poland, USA. They are being sold through such catalogues as QUELLE, ALDI, Jotex, Hemtex. The fabrics of “Tirotex” were exhibited at the international fairs in Hungary, Bulgaria, Mexico, Germany, Finland. Every year “Tirotex” exhibits its products at the fair “Heimtextil” in Frankfurt and all its goods are always highly esteemed by the leading specialists of these countries. Enterprise’s Quality System is certified by the international standard ISO 9001- 2000, company “Tirotex” was also granted with international confirmation for correspondence to requirements of «Oeco-Tex Standart 100» standards.



Tirotex is a Transnistrian textile company producing clothing and other textile products. It is located in (and gets its name from) Tiraspol. The company was established in 1972.

Immagine Postata

The products of SA Tirotex are exported to Austria, Germany, Greece, Italy, Holland, Sweden, Switzerland, Portugal, Romania, Poland, and the USA[1]. They appear in a number of catalogs and retail outlets, such as Quelle, Aldi, Jotex and Hemtex.

Immagine Postata
The company is the largest textile enterprise in the the southwestern Commonwealth of Independent States and also claims to be the second largest of its kind in all of Europe.

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

#2 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 16499 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 09 febbraio 2008 - 15:30

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

#3 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 16499 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 09 febbraio 2008 - 15:30

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

Immagine Postata

#4 Boronius

Boronius

    Troll + Geek


  • 962 messaggi
  • Iscritto il: 08-agosto 07

Inviato 10 febbraio 2008 - 19:38

JSC "TIROTEX"
Tiraspol joint-stock company “TIROTEX” is the biggest textile enterprise in the south-west of the CIS.

L'altro giorno ho visto per caso questo topic e ho visto pure le
fotografie, molte, che adesso però sono "magicamente" sparite.
Come mai??
Comunque, mi è sembrata una buona azienda tessile, con
macchinari di tipo moderno (se non erro una macchina CNC
era pure di produzione italiana).
Bisognerebbe capire, oltre alla singola azienda, le potenzialità
industriali effettive della Transnistria, le condizioni di lavoro
di tecnici, impiegati e operai (di sicuro peggio che in Italia, ma
bisogna dire che in Italia siamo abituati MOLTO bene...)
e fare anche un confronto REALISTICO con le potenzialità
industriali della Repubblica di Moldova.
Ovvero,
quale delle due entità (!!), ad oggi, ha più potenzialità di
sviluppo industriale??
Cordialmente.
Boronius

#5 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 16499 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 11 febbraio 2008 - 12:09

L'altro giorno ho visto per caso questo topic e ho visto pure le
fotografie, molte, che adesso però sono "magicamente" sparite.
Come mai??
Comunque, mi è sembrata una buona azienda tessile, con
macchinari di tipo moderno (se non erro una macchina CNC
era pure di produzione italiana).


Molti dei macchinati della Tirotex sono italiani ,
come capita spesso in giro per il mondo nel settore tessile ,
dove un antico primato nella produzione , ormai perso ,
ci ha comunque consentito di sviluppare
una delle migliori tecnologie .

Bisognerebbe capire, oltre alla singola azienda, le potenzialità
industriali effettive della Transnistria, le condizioni di lavoro
di tecnici, impiegati e operai (di sicuro peggio che in Italia, ma
bisogna dire che in Italia siamo abituati MOLTO bene...)
e fare anche un confronto REALISTICO con le potenzialità
industriali della Repubblica di Moldova.
Ovvero,
quale delle due entità (!!), ad oggi, ha più potenzialità di
sviluppo industriale??
Cordialmente.
Boronius


Se parli di “potenzialità”
non c’è dubbio che siano maggiori per la MD .
in possesso di maggiori risorse sia economiche che umane .

MA la MD è come il nostro meridione , un’eterna promessa .

La PMR o Transnistria che dir si voglia ha dalla sua una forte tradizione industriale ,
è ed era sempre stata il “distretto” industriale sin dai tempi dell’URSS .

Oggi come oggi vivacchia anch’essa ,
riuscendo a svilupparsi a macchia di leopardo
ovvero in alcuni settori ha delle realtà apprezzabili
mentre in altri , in cui un tempo brillava , è desolante la vista di capannoni in disarmo .

Esiste ormai anche in PMR un forte problema per quel che riguarda le “competenze”
le cui cause sono in parte simili a quelle della Moldova .

In primis un drastico calo della popolazione , per cui “chi sa fare” emigra in cerca di retribuzioni migliori .

Si è poi via via sfaldato
quell’efficiente sistema che in epoca sovietica legava il mondo dell’istruzione
al mondo della produzione .

Tutti gli istituti tecnici prevedevano lunghe sessioni di “stage” in fabbrica ,
realizzando al contempo il completamento dell’ istruzione in materia
ed il primo inserimento nel mondo lavorativo .

Bender , Tiraspol , Dubossary , Rybnitsa , Grigoriopol, Kamenka , Slobozya , erano tutte citta che ricevavano stagisti da ogni parte della Moldova , vive e vivaci grazie a questo flusso
che si è improvvisamente interrotto con la divisione del paese e lo sfascio del sistema scolastico

ahimè con reciproco danno per entrambe !

Sempre per quanto riguarda le “conoscenze”
negli anni 90 la PMR ha subito in misura minore della Moldova
quell’autentico impoverimento tecnologico
che si concretizzò con la fugga dei tecnici russi ,
i quali gestivano e conducevano la maggior parte dei processi industriali in MD .

Il legame con la Russia rimase forte in PMR e si consolidò non solo dal punto di vista tecnologico
ma anche da quello + strettamente economico
con una considerevole flusso di investitori e/o partner tecnici .

Come rovescio della medaglia la PMR ha sempre sofferto di una certa ristrettezza dei mercati di riferimento , essendo limitata dal suo status di repubblica non riconosciuta .

Le sue potenzialità
sono quindi sempre state indirizzate sul mercato dei paesi dalla CIS
con poche eccezioni , per altro di notevole importanza , come per l’impianto metallurgico della MZZ di Rybnitsa ,
il + grande ed avanzato mai costruito in epoca sovietica
e che esporta in Eu ed Usa .

Anche la MZZ è stata privatizzata ed è stata acquistata dalla russa Metalloinvest .

Uno dei vantaggi del sistema industriale della PMR rispetto a quello Moldavo
risiede senza dubbio nella disponibilità di energia elettrica
assicurata da alcuni impianti di produzione perfettamente sufficienti per le esigenze della PMR ,
mentre la MD soffre di un cronico deficit di produzione elettrica .

Per ora può bastare ,
se vuoi approfondiremo in seguito

#6 Boronius

Boronius

    Troll + Geek


  • 962 messaggi
  • Iscritto il: 08-agosto 07

Inviato 12 febbraio 2008 - 00:40

Per ora può bastare ,
se vuoi approfondiremo in seguito

Grazie 1000 per l'approfondimento di molte notizie che
io non conoscevo.
E meno male che finalmente si riesce a fare una discussione
costruttiva, senza sterili polemiche.
Mi interessa molto il discorso della mancanza cronica attuale
di "capacità" professionali, sia in Moldova che in PMR,
e anche i discorsi inerenti il livello tecnologico russo
(o sovietico...) negli ultimissimi anni precedenti il crollo
della CCCP.
Quando hai tempo.....
Cordialmente.
Boronius

#7 chigiani

chigiani

    Advanced Member


  • 123 messaggi
  • Iscritto il: 08-gennaio 07

Inviato 12 febbraio 2008 - 22:57

Grazie 1000 per l'approfondimento di molte notizie che
io non conoscevo.
E meno male che finalmente si riesce a fare una discussione
costruttiva, senza sterili polemiche.
Mi interessa molto il discorso della mancanza cronica attuale
di "capacità" professionali, sia in Moldova che in PMR,
e anche i discorsi inerenti il livello tecnologico russo
(o sovietico...) negli ultimissimi anni precedenti il crollo
della CCCP.
Quando hai tempo.....
Cordialmente.
Boronius

Mi associo nel ringraziare. Finalmente una discussione che parla di valori veri