Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto

Iniziare un'attività in moldova

Moldavia Turismo Economia Chisinau Moldova

Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
15 risposte a questa discussione

#1 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 09 gennaio 2014 - 12:59

Buon giorno a tutti, è da un po di tempo che seguo le varie discussioni in questo forum ed è la prima volta che ne apro una quindi mi scuserete se mi dilungo un pochino nel fare i complimenti a tutti gli iscritti per le argomentazioni interessanti e le risposte valide e per niente banali che ho trovato.

 

Ho la moglie Moldava, ho avuto modo di conoscere (non ancora de tutto) la Moldova e la sua mentalità e per questo, ma non solo, mi sono convinto a pensare al mio futuro in terra straniera. 

Ho passato un bel po di tempo a sviluppare idee su come poter iniziare una nuova realtà senza stravolgere la situazione familiare in quanto mia figlia di 12 anni seppur moldava, ha fatto le scuole in italia fin dalle elementari e quindi mi piacerebbe che le continuasse qua almeno fino al diploma. 

 

Il progetto che sto valutando è di aprire un' agenzia multi servizi rivolta principalmente a PMI, investitori stranieri ed al turismo. Anche se il servizio è rivolto allo straniero che vorrebbe intraprendere rapporti in terra Moldava penso che con il tempo si potrebbe iniziare anche rapporti con i moldavi stessi visto che, al contrario di quanto affermano in tanti, l'economia pian piano cresce e si sviluppa.

 

Mi sapreste dare gentilmente (...o anche no) un vostro giudizio od un parere? 

 

L'idea mia è di aprire una ditta moldava, a nome di mia moglie ad esempio, perchè l'unica cosa Italica che vorrei trasferire è (oltre al mio "sedere") il mio know how e le mie esperienze, per il resto, e mi scuso con i miei connazionali, sono talmente schifato dall'Italia e dalle sue burocrazie, leggi e leggine che sopprimono l' individuo e l'impresa, il timore dei nostri governi nel vedere la gente che vada a lavorare felice e che possa arricchirsi, gli anziani che si godano la pensione o le imprese che si sviluppino che ho perfino il timore di rivolgermi alla camera di commercio italo-moldava.

 



#2 CarloP

CarloP

    Rappresentante Moldweb a Chisinau


  • 3602 messaggi
  • Iscritto il: 23-dicembre 08

Inviato 09 gennaio 2014 - 14:07

Ciao Marietto, dare consigli lavorativi e' sempre difficile e in Moldova lo e'

ancora di piu'. Difficile lo e' in quanto ognuno potrebbe dare qualche consiglio

nel proprio campo lavorativo ed ahime' i miei non coincidono con il tipo di lavoro che intendi tu.

Interverro' nella discussione, per quello che posso, sui variegati aspetti della Moldova, in questo posso esserti utile.

 

p.s.: su alcune affermazioni finali mi trovi pienamente daccordo.


Messaggio modificato da CarloP il 09 gennaio 2014 - 14:08


#3 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 09 gennaio 2014 - 17:17

Ciao carlo, grazie per la risposta.

Come giustamente hai detto per dare consigli ci vuole cognizione di causa e sopratutto conoscenza  e fiducia di chi li riceve in chi li da per poterli acquisire... 

Tralasciando i pensieri filosofici più che consigli mi interessava sapere da chi come te ha già fatto il passo tempo addietro quali sono state (ovviamente non un elenco) le principali difficoltà allora e quali sono le novità riscontrate adesso, mi spiego meglio:

per quanto mi riguarda ho notato che quello che potrebbe mancare è una figura che accompagni, non solo fisicamente, gli eventuali interessati (il cui compito dell'agenzia che vorrei creare è anche quello di trovare gli interessati) lungo tutto il cammino per arrivare a soddisfare le esigenze del potenziale cliente turista o imprenditore che sia.

Ho già fatto un'analisi di massima sia del mercato che dei costi ed ho notato che c'è un enorme divario nella qualità della vita e nella qualità dell'impresa tra la capitale ed il resto del paese (che però non ho ancora visitato a fondo di persona). 

Qualcuno sa dirmi se esistono già questo tipo di realtà che non siano delle agenzie turistiche (perchè non è questo il mio interesse) magari gestite dall'estero? 



#4 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 09 gennaio 2014 - 19:06

 

Qualcuno sa dirmi se esistono già questo tipo di realtà che non siano delle agenzie turistiche (perchè non è questo il mio interesse) magari gestite dall'estero? 

 

Già ci sono (e parlo di italiani) ed operano, da quanto ho visto con successo. Ma giustamente non se ne vantano su forum od altro. Questo non significa che non c'è spazio per altre persone. Poi in effetti da quanto vedo Chisinau è in costante crescita. Per il resto della nazione, a parte Balti, mi sembra poter dire che la crescita è negativa.



#5 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 10 gennaio 2014 - 08:19

Per il resto della nazione, a parte Balti, mi sembra poter dire che la crescita è negativa.

 

Se posso permettermi un suggerimento, in un'analisa ovviamente generale e non ristretta al solo caso del ns amico che ha aperto questo topic, non tralasciate nelle vs. valutazioni le ZEL (Zone Economiche Libere) e i Parchi Industriali dove la crescita di nuove imprese residenti è molto interessante e dove si può produrre bene e a costi vantaggiosi.

 

La Moldova è un Paese interessante, per noi italiani, soprattutto per produrre poichè andare a vendere qualcosa ai moldavi non è sicuramente facile visto che tutte le ns analisi su qualità dei prodotti, know-how, design e via dicendo vengono spesso ridicolizzate (anzi meglio dire ridimensionate) da altre valutazioni molto più terra-terra.

 

Con questo non voglio dire che il Made in Italy non sia apprezzato in MD, ma che la storia degli italiani in MD ci insegna che a lasciarci le penne sono stati in molti, moltissimi.

 

Oggi considero la MD un luogo ideale, per noi italiani, dove produrre beni (e anche servizi!...e qui mi allaccio al discorso di Marietto) che vengono poi esportati ad ovest ma, soprattutto, verso il mercato della CSI.


Messaggio modificato da badica il 10 gennaio 2014 - 08:58


#6 badica

badica

    L'addetto stampa


  • 7633 messaggi
  • Iscritto il: 21-agosto 05

Inviato 10 gennaio 2014 - 13:21


Oggi considero la MD un luogo ideale, per noi italiani, dove produrre beni (e anche servizi!...e qui mi allaccio al discorso di Marietto) che vengono poi esportati ad ovest ma, soprattutto, verso il mercato della CSI.

 

http://www.jurnal.md...-5-ani-1161902/



#7 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 10 gennaio 2014 - 19:42

ma, soprattutto, verso il mercato della CSI.


e qui ci si può mettere un bel punto di domanda

#8 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 17:30

Se posso permettermi un suggerimento, in un'analisa ovviamente generale e non ristretta al solo caso del ns amico che ha aperto questo topic, non tralasciate nelle vs. valutazioni le ZEL (Zone Economiche Libere) e i Parchi Industriali dove la crescita di nuove imprese residenti è molto interessante e dove si può produrre bene e a costi vantaggiosi.

 

La Moldova è un Paese interessante, per noi italiani, soprattutto per produrre poichè andare a vendere qualcosa ai moldavi non è sicuramente facile visto che tutte le ns analisi su qualità dei prodotti, know-how, design e via dicendo vengono spesso ridicolizzate (anzi meglio dire ridimensionate) da altre valutazioni molto più terra-terra.

 

Con questo non voglio dire che il Made in Italy non sia apprezzato in MD, ma che la storia degli italiani in MD ci insegna che a lasciarci le penne sono stati in molti, moltissimi.

 

Oggi considero la MD un luogo ideale, per noi italiani, dove produrre beni (e anche servizi!...e qui mi allaccio al discorso di Marietto) che vengono poi esportati ad ovest ma, soprattutto, verso il mercato della CSI.

 

Per curiosità ho visitato 2 ZEL (Ungheni e Giurgiulesti Port). L'impressione generale è sicuramente positiva.

 

Nel caso della domanda di Marietto penso che se ha clienti italiani eventualmente interessati ad operare od investire in Moldavia la cosa può stare in piedi. Poi chiaramente tutto dipende dalle sue capacità. Ma se una persona vuole aprire una società di consulenze aziendali in Moldavia e pensa di trovare i clienti in loco la vedo una cosa abbastanza difficile. Basta fare una veloce ricerca su Internet e si vedrà che di aziende o studi legali operanti in questo settore a Chisinau già ce ne sono in abbondanza.

 

Stessa cosa per le agenzie turistiche. Di quelle ce ne sono veramente tante.

Un settore dove noto che c'è una certa espansione è quello del turismo *dentale" ossia persone che vengono in Moldavia per farsi curare i denti. Forse li c'è un certo margine di manovra.

 

e qui ci si può mettere un bel punto di domanda

 

in effetti si. Ma non vedo motivi particolari per eventuali "ritorsioni". Tu cosa ne pensi?



#9 Rick

Rick

    Advanced Member


  • 17668 messaggi
  • Iscritto il: 25-agosto 05

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:27

in effetti si. Ma non vedo motivi particolari per eventuali "ritorsioni". Tu cosa ne pensi?


penso che non sia corretto parlare di ritorsioni

ma di logica insita nella natura delle cose

E' evidente che

come ha detto chiaramente Putin riferendosi all'Ucraina

Il mercato CiS non può permettersi di avere "un cavallo di troia"

con cui le imprese EU possano aggirare i dazi sull'import .

#10 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:33

esatto, io parlavo di cose di questo genere. mi sono informato abbastanza sulle ZEL ma penso che a febbraio o massimo marzo di tornare per passarci di persona e reperire meglio le info che mi servono.



#11 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:38

Già ci sono (e parlo di italiani) ed operano, da quanto ho visto con successo. Ma giustamente non se ne vantano su forum od altro. Questo non significa che non c'è spazio per altre persone. Poi in effetti da quanto vedo Chisinau è in costante crescita. Per il resto della nazione, a parte Balti, mi sembra poter dire che la crescita è negativa.

Grazie per la risposta.

Comunque non penso che parlarne su forum od altro sia vantarsi, anzi è un modo in più per reperire informazioni ed opinioni. Dal mio punto di vista se qualcuno ha timore di parlare di ciò che fa o intende fare è perchè non ha abbastanza fiducia nelle sue capacità o conoscenze.... 

Magari mi sbaglio ma secondo me la concorrenza non è motivo di timore ma una spinta a fare meglio!



#12 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:42

Per curiosità ho visitato 2 ZEL (Ungheni e Giurgiulesti Port). L'impressione generale è sicuramente positiva.

 

Nel caso della domanda di Marietto penso che se ha clienti italiani eventualmente interessati ad operare od investire in Moldavia la cosa può stare in piedi. Poi chiaramente tutto dipende dalle sue capacità. Ma se una persona vuole aprire una società di consulenze aziendali in Moldavia e pensa di trovare i clienti in loco la vedo una cosa abbastanza difficile. Basta fare una veloce ricerca su Internet e si vedrà che di aziende o studi legali operanti in questo settore a Chisinau già ce ne sono in abbondanza.

 

Stessa cosa per le agenzie turistiche. Di quelle ce ne sono veramente tante.

Un settore dove noto che c'è una certa espansione è quello del turismo *dentale" ossia persone che vengono in Moldavia per farsi curare i denti. Forse li c'è un certo margine di manovra.

 

 

in effetti si. Ma non vedo motivi particolari per eventuali "ritorsioni". Tu cosa ne pensi?

Chiaramente sì, il mio interesse per ora è di fornire un servizio a chi vuole entrare in Moldova, poi con il tempo chissà... tutti prima o poi sono destinati ad evolversi, o ad estinguersi...



#13 Marietto Exup

Marietto Exup

    Member


  • 42 messaggi
  • Iscritto il: 05-agosto 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 18:48

Comunque vada, ora sto tirando le somme e riordinando le idee e massimo entro marzo torno in Moldova per concretizzare il mio progetto.



#14 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 20:24

penso che non sia corretto parlare di ritorsioni

ma di logica insita nella natura delle cose

E' evidente che

come ha detto chiaramente Putin riferendosi all'Ucraina

Il mercato CiS non può permettersi di avere "un cavallo di troia"

con cui le imprese EU possano aggirare i dazi sull'import .

 

Capisco, ma già attualmente frutta e verdura europea passano dalla Moldavia (senza subire trasformazione) per evitare i dazi doganali russi. Questo lo sò con certezza. Se poi vi sono altri tipi di prodotti europei che fanno lo stesso giro questo non lo sò.

 

L'Ucraina ritengo sia un altro discorso. Senza l'ultimo finanziamento promesso dalla Russia sarebbe stata la bancarotta e presto penso arriveranno soldi anche dall'EU. Loro (e gli ucraini mi sono veramente simpatici) stanno in mezzo e prendono dove c'è da prendere  :graduated:

 

La Moldavia è piccola e non può dare fastidio. Se del caso rimangono sempre in vigore le normative russe in materia di certificazione dei prodotti.



#15 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 20:35

Grazie per la risposta.

Comunque non penso che parlarne su forum od altro sia vantarsi, anzi è un modo in più per reperire informazioni ed opinioni. Dal mio punto di vista se qualcuno ha timore di parlare di ciò che fa o intende fare è perchè non ha abbastanza fiducia nelle sue capacità o conoscenze.... 

Magari mi sbaglio ma secondo me la concorrenza non è motivo di timore ma una spinta a fare meglio!

 

Non mi sono spiegato bene. In Moldavia (come altri paesi ex URSS) le persone tendono ad essere riservate su certi argomenti (e secondo me fanno bene) quindi parlano il meno possibile dei loro "affari". E questo vale anche per i pochi italiani che ho conosciuto in Moldavia, gentili ma riservati  :)



#16 Andreas A

Andreas A

    Advanced Member


  • 634 messaggi
  • Iscritto il: 04-maggio 13

Inviato 11 gennaio 2014 - 23:57

penso che non sia corretto parlare di ritorsioni

ma di logica insita nella natura delle cose

E' evidente che

come ha detto chiaramente Putin riferendosi all'Ucraina

Il mercato CiS non può permettersi di avere "un cavallo di troia"

con cui le imprese EU possano aggirare i dazi sull'import .

 

Faccio un'ultima considerazione. A me sembra che la Russia stia cercando di essere sempre meno dipendente dalle importazioni e tende a produrre all'interno della nazione. Ieri leggevo che la Nestlè ha recentemente aperto in Russia l'undicesima unità di produzione. Guardiamo quante altre multinazionali hanno unità produttive in Russia, sono tante. Poi in certi casi, soprattutto nel settore alimentare, sicuramente bisogna importare parte della materia prima ma dopo produrre in patria è sicuramente meglio che importare il prodotto finito (vedi creazione posti di lavoro ecc.).

 

Altra cosa che mi ha colpito è che a breve, se non già avvenuto, sembra che la Russia stipulerà un accordo con l'Iran petrolio in cambio di merce. Ossia l'Iran fornirà petrolio in cambio di merce prodotta in Russia. Se capisco bene, se quanto ho letto corrisponde al vero, cosÌ si aggirano embarghi, la Russia aumenta la propria capacità di esportare petrolio e nel contempo esporta beni prodotti in Russia. Interessante ...  :hmm:

 

Di conseguenza penso a cosa potrebbe servire, diciamo, limitare l'attività di una piccola nazione nella quale oltrettutto una parte della popolazione è russofona ?