Salta al contenuto


Moldweb
Moldova Community Italia utilizza cookies. Leggi le Regole privacy per maggiori informazioni. Per rimuovere questo messaggio clicca sul pulsante qui di fianco:    Accetto l'uso dei cookies
  • Login con Facebook Login con Twitter Log In with Google      Login   
  • Registrati


  •  


Benvenuto su Moldweb

Immagine Postata Benvenuto su Moldweb. Come puoi vedere, da semplice visitatore del forum non ti è permesso interagire attivamente con la community, di sentirti parte di questo meraviglioso posto, per questo ti invitiamo a registrarti! Registrati subito o fai il login. Immagine Postata
Se poi hai un account Immagine Postata, Immagine Postata, Immagine Postatao Immagine Postata è ancora più facile! Senza registrarti, fai direttamente il login con le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o OpenId. Ti aspettiamo online con noi, tu cosa aspetti? Immagine Postata
Guest Message by DevFuse
 

Foto
- - - - -

Mila, 11 anni: ritornare a casa con l’adozione del cuore


Discussione archiviata. Non è più possibile intervenire in questa discussione.
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Domenico

Domenico

    Advanced Member


  • 7179 messaggi
  • Iscritto il: 01-agosto 05

Inviato 11 maggio 2012 - 21:25

Mila è una graziosa ragazzina di 11 anni. È nata in Moldova, nei pressi di Chisinau. Abbandonata dal padre da piccola, la madre l’ha portata a vivere in casa con i nonni e gli zii, che alloggiano tutti insieme.
Purtroppo nel 2009 è entrata in istituto. La vita con sua madre, troppo precaria per poter durare, è stata sostituita da quella con le bambine e i bambini dell’istituto; era impossibile per la mamma provvedere al mantenimento della figlia con un solo reddito da donna delle pulizie. La donna riusciva a malapena a dare il suo contributo per pagare le bollette.
È stato drammatico, per Mila. La fine di quel periodo ha comportato non solo la sua separazione dalla mamma e dai suoi cari, ai quali è molto legata, ma anche dalle compagne di scuola. Fortunatamente è stato possibile, grazie a un assistente sociale, aiutare la famiglia e fare sì che Mila andasse a visitarli nel fine settimana, tornando a casa con frequenza occasionale. Poter rivedere il volto della mamma ha aiutato la ragazza a superare lo shock dell’ingresso in istituto.
Mila ha continuato ad andare molto bene a scuola e a prendere bei voti, coltivando i suoi interessi per il disegno e la musica. Ora gli operatori del sostegno a distanza stanno cercando un sostenitore o una sostenitrice che si prendano a cuore la sua crescita e che possano essere un punto di riferimento per lei, pronti a lavorare con la ragazza per lo sviluppo della sua personalità e per la sua reintegrazione in famiglia, dapprima costante nei fine settimana, poi definitiva. La prospettiva infine è quella di affiancare a Mila una figura adulta (un parente, possibilmente) che la aiuti a crearsi un futuro professionale e un buon inserimento in società, una volta maggiorenne.
Se qualcuno vuole adottare Mila nel cuore e desidera seguirla in questi prossimi anni, provando la gioia di scambiarsi lettere con lei, di partire a visitarla e di contribuire a lavorare in prima persona sul suo piano di vita, fino a vederla tornare da sua mamma, scriva subito a sad@aibi.it. Mila vi sta aspettando!